A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Messico - Stato di Oaxaca: La repressione omicida dello Stato si abbatte contro il poder popular. Solidarietà col popolo di Oaxaca

Date Thu, 2 Nov 2006 14:00:34 +0100 (CET)


La repressione militare e paramilitare del presidente del Messico e del
governatore dello stato di Oaxaca si è scatenata contro il crescente
potere popolare che si è sviluppato negli ultimi anni. Oaxaca è lo stato
del Messico col più alto numero di popolazione indigena del paese. La
maggior parte della popolazione nelle città e nei villaggi intorno a Città
di Oaxaca non parla lo spagnolo ma solo la lingua madre. Ci sono 16 lingue
indigene per 16 diversi gruppi etnici. Il gruppo indigeno più numeroso è
quello Zapotec. Il 60% della popolazione è indigena, cioè 2 milioni e
mezzo di persone a cui aggiungere 1 milione di indigeni Oaxaquenos che
vivono fuori dallo Stato di Oaxaca in cerca di lavoro.

In Messico non saper parlare lo spagnolo è causa di discriminazione.

Gli abitanti di Oaxaca hanno una lunga storia di autonomia gestita da
assemblee generali che discutono e decidono sui problemi quotidiani,
attraverso un processo di consenso popolare molto radicato. La terra è
gestita
collettivamente da secoli e si tratta di un tipo di proprietà
difficilmente attaccabile da parte del governo, a differenza di quanto
accade per los eijdos che sono le terre espropriate ai latifondisti nella
Rivoluzione del 1910 e che il governo vuole riprendersi, come sta
accadendo in Atenco.

Le organizzazioni coinvolte in questa lotta contro il neoliberismo, la
privatizzazione dell'istruzione e della terra indigena sono: Seccion 22
(il sindacato degli insegnanti), il PUNCN (Promotora Por La Unidad
Nacional Contra ed Neoliberismo, a cui aderiscono anche le Organizaciones
Indias por los Derechos Humanos de Oaxaca, e Alianza Magonista Zapatista),
il FSODO (Frente Sindicato de Organizaciones Democraticas de Oaxaca),
Padre de Familia, e poi gli studenti e tutta la comunità, l?organizzazione
libertaria del CIPO-RFM (Consejo Indigeno Popular de Oaxaca "Ricardo
Flores Magon").

C'è un costante clima di rivolta e di attesa per la liberazione dai
governanti, per l'autodeterminazione e l'autonomia. Infatti, sono sempre
stati costanti gli atti di repressione contro i militanti e gli attivisti
in Oaxaca, con sparatorie, arresti, agguati.

Le priorità da affrontare sono: la liberazione dei prigionieri politici,
la lotta per il recupero della terra, la risoluzione dei conflitti tra le
comunità per la terra, il confronto con lo Stato del Messico che non
rispetta le decisioni popolari ed i rappresentanti eletti dalle comunità.
E' una situazione di lotta permanente contro il governo.

Ci si batte per i diritti umani, contro ogni tipo di abuso, anche con una
forte azione di prevenzione della violenza, contro la violenza dei
caciques (coloro che nelle comunità stanno con il potere economico e
politico e che hanno rapporti con lo Stato).

La struttura delle comunità consiste in una rappresentanza per ogni
organizzazione. Ogni comunità ha una struttura simile a quella di Città di
Oaxaca, con lo stesso ruolo e le stesse cariche. Nella capitale dello
stato agisce una assemblea generale mensile, la APPO-ASAMBLEA POPULAR DE
LOS PUEBLOS DE OAXACA a cui ogni comunità deve mandare i propri delegati
per le decisioni, come portavoce di rappresentanza. Le donne hanno inoltre
una loro propria assemblea. La comunità si muove nel suo insieme in
un'azione permanente, come nel caso della lotta degli insegnanti di
Zocalo.

La legislazione messicana non consente una completa auto-organizzazione ed
una completa autonomia, per cui nello stato di Oaxaca le organizzazioni di
base si battono per una assemblea popolare dei cittadini, oltre a quella
di tutte le regioni dello stato di Oaxaca, in modo da consentire che il
popolo decida collettivamente.

Contro tutto questo, contro le espressioni di autonomia degli abitanti di
Oaxaca e contro la loro capacità di esprimere il potere popolare in forme
libertarie ed orizzontali, lo Stato del Messico ha scatenato la omicida
repressione militare. Occorre denunciare e smascherare la democrazia
militarista che dal Chiapas ad Oaxaca a tutti gli stati indigeni del
Messico colpisce senza pietà i diritti delle popolazioni e delle loro
organizzazioni autogestite.

COL POPOLO DI OAXACA MOBILITAZIONE E SOLIDARIETA? INTERNAZIONALISTA
LIBERTARIA!

31 ottobre 2006

FEDERAZIONE DEI COMUNISTI ANARCHICI
http://www.fdca.it


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center