A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) "Lotta di Classe", giornale dell'USI - estratto dal numero di maggio 2006]

Date Tue, 2 May 2006 12:30:06 +0200 (CEST)


ESTRATTO DAL GIORNALE LOTTA DI CLASSE DELL'USI AIT - MESE DI MAGGIO ? ANNO
N. 27 N. 5
Dalla Holding del Campidoglio.
Da anni l'USI è presente in varie aziende capitoline (sono ora 83 le
aziende interamente o parzialmente di proprietà del Comune), sono in corso
dure lotte in difesa delle condizioni di lavoro, contro la precarietà e lo
sfruttamento e per ottenere miglioramenti nella contrattazione decentrata
aziendale.
ALL CLEAN: dopo le denunce fatte dall'USI e dalla sua rappresentanza
sindacale 17 persone per cambio di gestione/appalto dovevano essere
assorbite dalla società Zetema (dove è presente una nostra sezione
sindacale).
L'amministrazione capitolina ha ritardato notevolmente i tempi e le
modalità di assorbimento, con pareri chiesti all'avvocatura regionale con
un curioso balletto di competenze e responsabilità tra l'assessore alla
cultura Borgna, quello al lavoro Carrazza e al Bilancio Causi. Gli impegni
presi
dall'Amministrazione comunale sono allo stato disattesi, da 4 mesi
lavoratrici e lavoratori sono SENZA STIPENDIO, in mobilitazione per la
loro ricollocazione con presidi ormai quotidiani per sbloccare la
situazione.

Roma MULTISERVIZI:
continua la resistenza della struttura USI contro i tentativi dell'azienda
di imporre (con l'accettazione dei sindacati confederali) un nuovo orario
di lavoro con flessibilità stagionale (cioè dalle 35 ore invernali
settimanali alle 45 estive). Finora le assemblee hanno bocciato l'accordo
sindacale, ma le capacità di recupero dei vertici di cgil cisl uil sono
sempre state notevoli.

FARMACAP:
Mentre prosegue la trattativa decentrata dell'azienda (su premio
produttività 2005, affidamenti su unità di strada e teleassistenza), la
RSA e la segreteria USI AIT sta intervenendo sul servizio degli asili nidi
in affidamento, per regolamentare orari a contatto con l'utenza, per la
qualità del servizio e per ottenere l'assunzione a tempo indeterminato.

Dai Nidi e dalle scuole d'infanzia del Comune di Roma:
Sono ancora in piedi le iniziative contro i modelli organizzativi di nidi
e scuole dell'infanzia, previsti come ?sperimentazione? ma di fatto
imposti dal Dipartimento XI, che stanno progressivamente smantellando
trent'anni di servizio pubblico e la stessa qualità del servizio come era
patrimonio acquisito a Roma. Altri punti di sofferenza le questioni del
precariato e dei concorsi espletati per l'assorbimento di precarie
storiche e di vincitrici dei ?canali? pubblici, la controversia sui
diritti individuali e collettivi garantiti da leggi o dai contratti
collettivi (su salute e sicurezza, maternità, permessi e congedi) e
l'interpretazione unilaterale fatta dall'Amministrazione, le condizioni di
lavoro nel rispetto dei rapporti docenti/utenti.

Dal mondo dei call-center:
Mentre continua la lotta all'UNICAB per il rispetto della L. 626 e per
contratti almeno per ora a tempo determinato... la USI AIT i ha dato vita
ad una sezione sindacale nel più grosso call center a livello nazionale:
ATESIA del gruppo COS. I lavoratori e le lavoratrici consapevoli delle
difficoltà di un percorso autorganizzato ad ATESIA, dopo la firma di un
accordo da parte dei sindacati confederali che non rispecchia le richieste
delle migliaia di precari con contratti di co.co.pro, ritengono possibile
anche organizzarsi (ci sono già altre strutture di base) a livello
politico sindacale nell'Unione Sindacale Italiana, che in tutti questi
anni ha sostenuto e organizzato lotte spesso vincenti contro la
precarietà, per LSU/LPU POLIS, asili nido e scuole d'infanzia, nelle
biblioteche comunali, nei canili comunali, nelle cooperative sociali... Si
sta proponendo a tutte le strutture di precariato di costruire una
mobilitazione per fine maggio per porre al nuovo governo Prodi la
richiesta di un reale superamento della precarietà e si sta cercando di
verificare le condizioni per la nascita di un combattivo coordinamento ad
Atesia e nel settore delle tlc con le altre strutture già presenti da
tempo.

Dal settore delle cooperative sociali e simili:
Proseguono le iniziative dell'USI nel settore; molte strutture si sono
costituite in quest'ultimo anno e molte sono le iniziative del sindacato
in difesa di operatori e operatrici, oltre a quella più nota dell'Arca di
Noè di cui parliamo nel giornale, ci sono vertenze o richieste di
intervento all'Osservatorio al Lavoro del Comune. Dalle case di Riposo
gestite dalla coop Il Cigno, che ritarda il pagamento degli stipendi
utilizzando regolamenti interni al posto del CCNL, ai dipendenti di AVCPP
impiegati nei canili comunali, dove riprenderà la trattativa aziendale,
alla lunga vicenda alla Comunità di CAPODARCO per la stabilizzazione
dei/lle tanti/e precari/e, per una adeguata formazione e per evitare lo
?spacchettamento? dei servizi accreditati a consorzi e cooperative
?satellite? con gli effetti negativi che ne conseguono.

Importante la questione di coloro che sono utilizzati come A.E.C. nelle
scuole di pertinenza del Comune di Roma, quasi 850 persone, situazione che
proseguirà con la prossima Giunta Comunale per l'internalizzazione del
servizio e il progressivo assorbimento del personale.


Per maggio e giugno ...

La nostra Confederazione sta proponendo di costruire per i prossimi mesi,
oltre all'iniziativa cittadina sopra accennata, anche un PRESIDIO ALLA
REGIONE LAZIO insieme alle altre strutture di precari della regione e/o di
lavoratori/trici precari/e degli appalti ed affidamenti degli enti locali
sia per richiedere la loro stabilità lavorativa che per imporre una Legge
Regionale che disciplini appalti e affidamenti (riprendendo l'esperienza
delle delibere comunali 135/2000 e 259/05), per una DEPRECARIZZAZIONE
della nostra REGIONE, per bloccare gli effetti nefasti della Legge 30 a
partire da tutte le
aziende/imprese/cooperative/associazioni che utilizzano soldi pubblici per
fornire servizi alla collettività.

A Giugno è prevista la partecipazione dell'USI al corteo CONTRO LA
PRECARIETA' E PER IL REDDITO proposto durante una Assemblea al Laboratorio
Sociale ACROBAX.

In ogni caso è evidente che attualmente manca a Roma un collegamento reale
tra le varie strutture e situazioni autorganizzate e conflittuali, che
coordini le notevoli potenzialità e le forze in campo; i tentativi finora
messi in piedi non hanno dato risultati soddisfacenti o non hanno avuto
durata e capacità dialettica seria.

__________________________________________


APERTO IL TAVOLO PERMANENTE DI CONFRONTO PER L'APPLICAZIONE DELLE DELIBERE
135/2000 e 259/05
(meccanismo di controllo del Comune di Roma degli
appalti-affidamenti-convenzioni di servizi pubblici)

L'USI AIT ha promosso, in continuazione con il percorso di promozione
della delibera di iniziativa popolare, la costituzione del Comitato per
l'applicazione delle delibere comunali ed è stato convocato l'11 aprile al
tavolo permanente. In tale occasione a nome del Comitato sono state
effettuate alcune osservazioni relative ai controlli ordinari e a quelli
straordinari, il rispetto della tempistica sulle procedure di verifica e
delle segnalazioni, l'applicazione del regime sanzionatorio, la
predisposizione di procedure standard per i casi tipici per le stazioni
appaltanti, anche tramite supporto informatico e con modelli di capitolati
di appalto, la designazione e la formazione delle figure preposte al
procedimento, maggiori risorse e finanziamento dell'osservatorio comunale,
maggiore attenzione per le procedure di cambio di gestione e assorbimento
del personale impiegato nei servizi.

SITUAZIONE ARCA DI NOE'

Il 12 aprile si è svolto all'Assessorato al lavoro del Comune di Roma
l'ultimo incontro della fase preliminare di confronto sulla vicenda della
cooperativa sociale Arca di Noè. Nei precedenti incontri del 23 marzo e
del 6 aprile assessorati, dipartimenti e municipi coinvolti come enti
committenti hanno verificato le segnalazioni fatte dal sindacato e le
posizioni del Cda della Coop.

All'intervento dell'USI si è alla fine aggiunta la richiesta di incontro
della CGIL FP, gli incontri sono divenuti alla fine congiunti, con una
priorità per i diciotto soci in via di espulsione dalla coop. (leggasi
licenziamenti) sui quali si è raggiunto un accordo per il loro riutilizzo
fino al 30 giugno. Data questa di scadenza dei 270 contratti di
co.co.pro., altra questione segnalata dall'USI come motivo di intervento
del Comune di Roma (oltre al mancato rispetto del CCNL Coop. Sociali e
della 626/94). Ai soci ?licenziandi? verrà offerta la scelta tra contratti
a co.co.pro. e contratti di lavoro subordinato con scadenza al 30 giugno e
l'impegno del tavolo istituito di definire tutte le soluzioni positive
alla situazione occupazionale.

______________________________________

USI AIT MILANO
Conciliate varie vertenze di cooperative sociali e ottenuto il reintegro
di un nostro delegato sindacale, licenziato illegit-timamente negli
appalti della metropolitana.

USI AIT NAPOLI
E' in corso un ricorso per condotta antisindacale nei confronti della
società che gestisce l'appalto delle pulizie all'Università Federico II,
dopo che si era riusciti a seguito di una lunga vertenza al riassorbimento
del personale.

USI AIT PISTOIA
Anche in questa località si sta lavorando per l'apertura di uno sportello
di informazione e di lotta, in particolare per i lavoratori precari.

USI AIT UDINE
Si è costituita una nuova sezione sindacale presso l'ospedale di Udine ...
rafforzando il radicamento della nostra organizzazione nel territorio
della Regione.

1° MAGGIO a Roma
Pranzo sociale al Quarticciolo presso il Laboratorio sociale La Talpa in
Via degli Ostuni, 9 ... ci saranno anche fave, pecorino e vino come sempre
... MUSICA e proiezione del video dello SLAI sulla lotta a Pomigliano
oltre che di altre esperienze di lotta.


Da: USI AIT <usiaitl@yahoo.com>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center