A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato FAS/FdCA-Palermo: A Giuseppe Pinelli, ferroviere anarchico ucciso innocente nei locali della Questura di Milano il 15-12-69

Date Tue, 21 Mar 2006 13:39:59 +0100 (CET)


Quanto sta accadendo nelle ultime settimane in Italia costituisce un
segnale molto chiaro dell'involuzione autoritaria del paese.
I toni inequivocabili della strategia della tensione si rinnovano ancora
una volta seguendo un copione consolidato.
L'ignobile sostituzione della storica lapide commemorativa dedicata a
Giuseppe Pinelli operata con un vigliacco colpo di mano dal sindaco di
Milano Albertini (Forza Italia) dimostra che è sempre più concreto il
tentativo di riscrivere la storia di questo paese.
I fascisti che oggi sono al governo, questi assassini che da sempre
assolvono la naturale funzione di manovali della borghesia, di picchiatori
ed esecutori di stragi si permettono oggi ? a quasi quarant'anni di
distanza ? di mistificare sulla verità della morte del compagno Pinelli,
pensando di poter occultare i simboli condivisi della lotta antifascista e
dell'opposizione popolare alla strage di Stato.

Le dichiarazioni rilasciate su questa vicenda dal giudice D'Ambrosio
(Democratici di Sinistra) agli organi di stampa sono raccapriccianti. Il
candidato al Senato dell'Ulivo ammette oggi che Pinelli fu effettivamente
«vittima di una macchina repressiva messa in moto su indicazione del
governo per indicare negli anarchici i colpevoli» della strage di Piazza
Fontana. Questo infame personaggio che liquidò, da magistrato inquirente,
l'uccisione di Pinelli con l'improbabile motivazione del "malore attivo"
(passata alla storia come uno degli esempi più grotteschi dell'ipocrisia
statuale) cerca di rifarsi una verginità che non avrà mai.

Se a questo aggiungiamo la gravità della repressione che ha colpito gli
antifascisti milanesi maturata in un clima di pesantissima
criminalizzazione del dissenso che a destra come a sinistra attraversa
tutto l'arco parlamentare, ci si rende conto di come gli apparati dello
Stato vogliano spazzare via a colpi di provocazione ogni opposizione
sociale e la ricchezza della memoria storica.

Il clima della campagna elettorale è intriso di un veleno che ha il sapore
di una voglia di ordine dittatoriale: il linguaggio del dibattito politico
trasuda l'ossessione compulsiva mirata alla conquista permanente del
potere. Sono tutti elementi già visti e che non vanno sottovalutati.

La sostituzione della lapide dedicata a Pinelli è un tentativo di
riaccendere la miccia per scatenare la tensione nella città di Milano dopo
i fatti dei giorni scorsi. Si tratta dell'ennesima provocazione con la
quale i poteri forti vogliono giustificare una restaurazione autoritaria
del paese per la cui guida il Centrodestra e il Centrosinistra si
contendono il consenso dei ceti moderati: non c'è spazio, dunque, per
tutto ciò che si pone in termini alternativi e antagonisti a questo grande
progetto politico-elettorale.

È bene che Stato, magistrati, guardie e fascisti si convincano, una volta
e per tutte, che il ricordo di Giuseppe Pinelli vive e vivrà sempre nelle
lotte delle anarchiche e degli anarchici per la costruzione di una società
di libere/i ed uguali.

Le lapidi posso anche essere rimosse, ma le nostre idee vivono e vivranno
per sempre.


Nucleo "Giustizia e Libertà" della Federazione Anarchica Siciliana
Federazione dei Comunisti Anarchici ? Sezione di Palermo



_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center