A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Roma: Resoconto delle "Tre giornate di mobilitazione", 1-2-3 marzo 2006

Date Mon, 6 Mar 2006 11:31:18 +0100 (CET)


RESOCONTO DELLE "TRE GIORNATE DI MOBILITAZIONE" A ROMA INDETTE DALLE
STRTTURE AUTORGANIZZATE DELL?USI AIT - 1-2-3 MARZO 2006
* * * * * * * * * *
Le iniziative messe in cantiere dall?USI AIT dal primo al tre marzo, alla
DPL di Roma, al Call Center della UNICAB spa, alla Coop. Sociale ARCA DI
NOE?, hanno avuto l?imprevista aggiunta del presidio al Campidoglio il 2
marzo dei lavoratori e delle lavoratrici ex ALL CLEAN, in mobilitazione
per ottenere il definitivo passaggio del servizio e il loro assorbimento
alla ZETEMA PROGETTO CULTURA. Oltre 150 lavoratrici e lavoratori hanno
partecipato attivamente alle iniziative di mobilitazione.
Un riscontro positivo per i primi risultati ottenuti, perché la sanzione
disciplinare di sospensione comminata alla RSA USI AIT del Canile Comunale
di Roma è stata annullata il 1° Marzo, con presidio del Comitato Autonomo
lavoratori e lavoratrici canili comunali/USI AIT e con la solidarietà del
Laboratorio sociale Acrobax davanti alla sede della Direzione Provinciale
del Lavoro nel quartiere di S. Lorenzo.

Il Comitato lavoratrici e lavoratori Unicab Italia SpA aderente alla USI
AIT, il 2 Marzo dopo tre ore di assemblea/presidio sotto la sede aziendale
in Via Nazionale, ha pacificamente proseguito la mobilitazione all?interno
della sede lavorativa con più di 50 partecipanti tutti cocopro della
Unicab, ottenendo un incontro con il responsabile aziendale De Falco, sia
sulle condizioni di lavoro sia sulla questione della possibile
ricollocazione dei collaboratori "in esubero".

Quasi in contemporanea, la rappresentanza sindacale aziendale USI AIT e i
dipendenti ex ALL CLEAN (azienda del Gruppo A.M.A.) hanno manifestato al
Campidoglio sede del Consiglio comunale di Roma, per sbloccare gli ultimi
ed ennesimi intralci burocratici e contabili che si frappongono al loro
assorbimento per cambio di affidamento, dalla società ALL CLEAN che li ha
nel frattempo licenziati e la società comunale che li dovrebbe riassumere
nel servizio dei Beni Culturali, la Zètema Progetto Cultura.

Il 3 Marzo, davanti alla sede legale della Soc. Coop. Sociale Arca di Noè
sulla Prenestina, ha avuto luogo il presidio con assemblea sindacale
retribuita indetto dal C.A.O.S. (comitato Autorganizzato Operatori e
Operatrici Sociali) nome della RSA USI AIT alla Coop., con circa 60
presenze tra soci lavoratori e collaboratori in assemblea e la
partecipazione in solidarietà di delegati sindacali di altre cooperative,
associazioni del terzo settore, del Cocittos. E? intervenuto anche
l?Assessore alle Politiche sociali del VI Municipio Vannisanti, che ha
chiesto la parola, confermando il suo impegno per la positiva soluzione
della vicenda che coinvolge circa 380 lavoratori e lavoratrici, di cui
oltre 250 con contratti precari.

Sulla situazione della Cooperativa Sociale Arca di Noè, il 14 marzo il
sindacato USI AIT è stato convocato ad un incontro con gli Assessori alle
Politiche sociali e al Lavoro, con i responsabili dell?Osservatorio
comunale sul lavoro e il CdA della Coop., in relazione alla procedura
attivata dall?USI AIT e prevista dalla regolamentazione comunale in
materia di appalti, affidamenti e convenzioni di servizi pubblici affidati
a terzi, trattandosi di finanziamenti pubblici e di servizi all?utenza.

E? stata inoltre data la solidarietà dell?USI AIT, anche con la
sottoscrizione dell?appello con molte altre forze politiche e sindacali,
relativo alle recenti vicende che hanno visto loro malgrado coinvolti
militanti e attivisti di spazi sociali autogestiti o occupati, su accuse
pretestuose e non ben chiare operate da estremisti di destra.

Alcuni dei soggetti coinvolti in questa fase repressiva, sono pure attivi
nelle lotte sul lavoro e sui diritti, anche come delegati sindacali, il
che fa il paio con l?antica e tragica "strategia" di associare manovre in
campagna elettorale ai danni di lavoratori e di persone attive nei
conflitti sociali e sindacali.

Alle strutture USI AIT è bastato già Pino Pinelli, nel 1969, ora
patrimonio di tutto il movimento.

In tutte queste iniziative di mobilitazione, è uscita fuori oltre al
proseguimento delle lotte specifiche, la necessità di costruire a breve
momenti comuni e solidali di azione, per ribadire la centralità dei
diritti di lavoratrici e lavoratori, il rispetto della dignità nei luoghi
di lavoro e la prosecuzione e sviluppo del conflitto sociale in tutte le
sue manifestazioni pubbliche e trasparenti.


I comitati autorganizzati/RSA USI AIT e la segreteria dell?Unione
Sindacale Italiana

Roma, 4 Marzo 2006

Via Iside Roma
Tel. 06/70451981
Fax 06/77201444


Da: USI AIT <usiaitl@yahoo.com>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center