A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato FdCA: Draghi & Sindacati

Date Wed, 26 Jul 2006 13:41:59 +0200 (CEST)


DRAGHI PER IL VIALE DELL'ASTRONOMIA A SCRUTAR IL CUNEO STELLARE, SINDACATI
PARTNER INCASTRATI SOTTO IL TETTO DEL 2%
4 sono le linee guida del Documento di programmazione economica e
finanziaria delineato dal Governo Prodi: sanità, previdenza, pubblica
amministrazione e trasferimenti Stato-Regioni. Un piano quinquennale che
promette lacrime e sangue per tutti e tutto teso a vincere al demenziale
bingo delle compatibilità europee. Sembra infatti emergere una pesante
manovra di finanza pubblica (35 miliardi di euro) volta a realizzare un
rapido abbattimento del rapporto tra debito pubblico e PIL (stimato al 4%
nel 2006 ed al 5% nel 2009).

Il perseguimento di un simile obiettivo richiederebbe che il bilancio
pubblico accumulasse per alcuni anni degli avanzi primari estremamente
ampi. Ciò implicherebbe:

* tagli significativi alla spesa pubblica (troppo alto il 6%
annuale di spesa nella sanità, troppo alto il 5% annuo delle
spese correnti);
* portare il debito pubblico a meno del 3% nel 2008;
* incrementi dell'età pensionabile (verso i 65 anni medi degli USA?);
* il semi-blocco dei contratti di lavoro nella pubblica amministrazione.

Da un lato si ritiene sconsigliabile un inasprimento del prelievo fiscale,
per evitare una ulteriore compressione della domanda aggregata e quindi
dei livelli di attività economica, con riflessi negativi sullo stesso
bilancio pubblico. Dall'altro occorre finanziare nel DPEF il taglio del
cuneo fiscale per avvicinare il costo del lavoro italiano dal suo 45,4% al
37% dei paesi dell'OCSE.

Di sicuro nel DPEF c'è solo un numero: quel 2% di tetto programmato per i
rinnovi contrattuali, strappato faticosamente dai sindacati partner,
contro già un 2,4% (inferiore al tasso reale) registrato a giugno 2006 per
l'Italia dall'Ufficio Statistico della UE.

Riassumendo: se non si vogliono aumenti delle tasse, occorre prepararsi a
tanta moderazione salariale ed alla "compartecipazione popolare" alla
spesa sociale (tickets sanitari, addizionali regionali e comunali, più
anni di lavoro con riduzione del coefficiente di calcolo sulle pensioni),
per poter finanziare quel "cuneo" che piace tanto a Confindustria.

Come andiamo scrivendo da alcuni anni: il salario diretto è diventato un
assegno di sussistenza, il salario indiretto è diventato autofinanziato,
il salario differito un investimento finanziario in fondi pensione
tutt'altro che remunerativi.

Ma questa strada non è per nulla obbligata. Non vi sarà nessuna politica
espansiva dei diritti e delle condizioni di vita dei lavoratori se si
assumono come sacri i parametri di Maastricht del vincolo del debito
pubblico al 60%, e del 3% nel rapporto debito/PIL. Le ipotetiche sanzioni
della UE usate dal governo Prodi come una sorta di bau bau non valgono un
ulteriore peggioramento delle nostre condizioni di vita.

Soltanto un'ampia mobilitazione popolare dal basso può imporre una diversa
agenda e disarticolare la logica del DPEF quinquennale, coinvolgendo i
sindacati più conflittuali e gli organismi di base e di massa che
quotidianamente si battono per la difesa, la riconquista e l'ampliamento
dei diritti sociali alla sanità, all'istruzione, all'assistenza, alla
previdenza, ai trasporti, alla comunicazione, alla cultura.


FEDERAZIONE DEI COMUNISTI ANARCHICI
26 luglio 2006

http://www.fdca.it


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center