A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) "Kronstadt Uprising": Un aiuto per Cuba

Date Tue, 17 Jan 2006 11:43:16 +0100 (CET)


Recentemente sono stato, insieme ad un?amica, in vacanza a Cuba. L?idea
era quella di fare una vacanza di 20 giorni in un paese tropicale,
gustandone la natura, il clima, il mare, ecc. e anche l?allegra
accoglienza e lo spirito di animosità dei suoi abitanti, i colori, la
musica, la festosità della gente del posto. In effetti, queste aspettative
sono state esaudite sin dai primi giorni del soggiorno a Cuba, ma, avendo
scelto di soggiornare in un albergo coloniale dell?Havana vecchia ed
essendo stati a contatto diretto con il popolo cubano, io e la mia amica
si siamo trovati di fronte ad una realtà angosciante, che quasi nessuno
che va in vacanza a Cuba racconta, e non corrisponde a quell?immagine
paradisiaca che viene data ai paesi caraibici: un?immagine di povertà, di
desolazione, di sofferenza, una triste e sconfortante immagine di una
realtà tipica dei paesi comunisti, anzi Stalinisti, dove tutto è dello
stato e al popolo Cubano manca tutto ciò che è necessario per vivere
dignitosamente. E? chiaro che qualsiasi tipo di governo, di qualsiasi
tendenza politica di destra o sinistra non potrà mai soddisfare i bisogni
di un popolo, poiché la tirannia e le barbarie sono tipiche di qualsiasi
governo, e che solo l?autogoverno e l?eliminazione della proprietà privata
è l?unica fonte di felicità per tutti i popoli della terra. Di
conseguenza, allo stato attuale, poiché nessuna istituzione, potrà mai
fare nulla per il popolo Cubano, un po? perché il governo cosiddetto
Socialista (che di socialismo non ha proprio nulla perché è una dittatura
stalinista) del dittatore Fidel Castro non permette che questo avvenga, un
po? perché le istituzioni umanitarie si appoggiano di solito ad enti
governativi (io non credo nelle istituzioni governative), sono convinto
che solo con l?autodeterminazione e l?autorganizzazione si possono
prendere iniziative per aiutare quella popolazione. Un modo potrebbe
essere quello (di questo parlavamo io e la mia amica mentre eravamo in
vacanza a Cuba) che chi decide di andare in vacanza a Cuba porti con se un
certo quantitativo di quelle cose essenziali che in quel paese mancano:
medicine, vestiario, alimenti, ecc. e che lo distribuisca alla gente. Si
farà anche poco in questo modo, ma è meglio di niente, e sarebbe una prova
che l?autorganizzazione di ogni singolo individuo è sicuramente molto
meglio che le organizzazioni governative. Vorrei esprimere un?ultima
considerazione su questo argomento: c?è chi pensa che un cambiamento di
governo, magari filoamericano, possa migliorare la situazione in Cuba e
portare il benessere, ma non è così, poiché qualsiasi altro governo per
quanto si definisca democratico, non è certo meglio del governo stalinista
di Fidel Castro. Mi auguro che la determinazione di portare un aiuto a
Cuba possa realizzarsi nella realtà, portando così un po? di sollievo a
quel popolo in attesa che non vi siano più frontiere e governi.


Da "Kronstadt Uprising", foglio anarchico e libertario del Gruppo
Kronstadt, Volterra.

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center