A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Umanità Nova, n.6: Ratzinger e Ruini impiccioni. Corte o No Vat a Roma: accuse di vilipendio alla religione

Date Tue, 21 Feb 2006 12:07:34 +0100 (CET)


Gran bella cosa la libertà e la democrazia.
In Cina ne hanno tanta paura da far censurare Internet. Il governo di
quell'autoritario paese ha stipulato un accordo con alcuni motori di
ricerca per non far cercare le parole libertà e democrazia e turbare
l'autorità costituita. Quell'accordo è stato stipulato con le
multinazionali di un altro grande paese, democratico e libero, che di
democrazia e di libertà ne ha talmente tanta da esportarla in altri paesi.
Questa censura ha scatenato l'indignazione della stampa libera e
democratica del nostro paese, libero e democratico, che hanno dedicato
ampio spazio alla vicenda, anche per far apprezzare ai nostri
concittadini, liberi e democratici, quanta libertà e democrazia ci siano
da noi.

Ovviamente la libertà e la democrazia non devono confondersi con
l'anarchia e così ha fatto bene la libera e democratica polizia postale ha
denunciare e chiudere due siti che, fornendo l'indirizzo di un sito cinese
che trasmette le partite di calcio via internet, osavano attentare
all'esclusiva televisiva del nostro libero e democratico campionato di
calcio.

Per essere sicuri che non ci fosse il passaparola tra i tifosi, ha anche
ordinato, in modo libero e democratico, a chiunque fornisca accessi ad
internet, di non far vedere, in alcun modo, quei terribili siti cinesi.

D'altro canto i cittadini vanno educati alla libertà e alla democrazia, se
oggi qualcuno si vedeva le partite di calcio, domani magari andava a
leggere su internet qualcosa di pericoloso per la libertà e la democrazia,
addirittura di anarchico.

Il rischio di chi si sente autorizzato a fare tutto in nome della libertà
e della democrazia è sempre presente. Guardate che casino ha scatenato la
pubblicazione sul quotidiano danese Jylland Posten di una dozzina di
vignette su Maometto. È vero che i paesi islamici non sono liberi e
democratici, ma è meglio così: ogni volta che fanno libere e democratiche
elezioni le vincono sempre i partiti islamici, che non sono né liberi né
democratici per cui è meglio che ci siano delle monarchie assolute, che
sarebbero libere e democratiche solo se fossero sicure di vincere le
elezioni libere e democratiche.

D'altro canto Dio non è né libero né democratico, per cui la religione non
è tenuta alla libertà e alla democrazia.

Nella libera e democratica Francia un cattolico aveva dato fuoco al cinema
dove veniva proiettato il film la proiezione del film "L'ultima tentazione
di Cristo", ammazzando uno spettatore, vittima dell'eccesso di libertà e
democrazia: se avessero censurato il film, quell'uomo sarebbe ancora vivo.

La libera e democratica polizia italiana ha prevenuto altre vittime sabato
scorso, durante la manifestazione organizzata da "Facciamo breccia" nella
libera e democratica città di Roma.

Era stato, pensate un po' a cosa si arriva quando c'è troppa libertà e
democrazia, esposto uno striscione con la scritta "Ratzinger e Ruini
impiccioni". In nome della libertà e della democrazia quello striscione è
stato immediatamente sequestrato dalla polizia e gli autori denunciati per
vilipendio che il nostro libero e democratico parlamento ha abolito, ma
solo per le bandiere italiane bruciate, democraticamente e liberamente,
dalla Lega.

Che tutta la manifestazione fosse un attacco alla libertà e democrazia
l'ha capito anche un giornale libero e democratico come "La Repubblica"
che, nei giorni precedenti si era, liberamente e democraticamente,
rifiutato di pubblicare un annuncio a pagamento sulla manifestazione.

Fortunatamente la libera e democratica stampa italiana non ha dato alcuna
notizia della manifestazione, a cui hanno partecipato cinquemila persone
circa.


D'altro canto l'eccesso di libertà e democrazia era evidente anche ai
partecipanti che, invece di stare in silenzio, reietti e consapevoli della
loro condizione di peccatori, condannati alle fiamme dell'inferno che non
è né libero né democratico, hanno cantato e ballato, e gira voce che
qualcuno si sia anche divertito alla faccia della libertà, della
democrazia e della religione!

FRK

Da Umanità Nova, numero 6 del 19 febbraio 2006, Anno 86
http://www.ecn.org/uenne

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center