A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) L'Atemporale Anarchico, nov.06: Organizzare la lotta

Date Mon, 4 Dec 2006 10:14:23 +0100 (CET)


Lavoratori migranti! Troppi occhi sono ciechi alle nostre sofferenze, troppe
orecchie sono sorde alle nostre richieste!
Lavoratrici e lavoratori nativi! la morsa che attanaglia senza scampo le vite
di noi migranti tende ad assomigliare sempre più quella che costringe le vostre
alla infinita insicurezza. La nostra schiavitù è anche la vostra miseria!
Solo l?unità d?intenti e di lotta potrà ricondurci sulla via della libertà e
della giustizia sociale per tutti e per tutte!
Con queste parole iniziava il volantino di adesione dell?Unione Sindacale
Italiana - Associazione Internazionale dei lavoratori, al presidio, attuato
dalle lavoratrici e dai lavoratori della Manutencoop, per la libertà sindacale
e per l?ottenimento di minime garanzie economiche e qualitative.

Costoro sono, nella quasi totalità, migranti, non perché la struttura
cooperativa abbia intenzione di realizzare le storiche funzioni delle strutture
cooperativistiche cioè agire solidarmente nei confronti delle oppresse e degli
oppressi, ma piuttosto perché questi lavoratori e lavoratrici devono sottostare
a leggi che li rendono schiavi alla esistenza di un contratto di lavoro e su di
essi può essere realizzato il massimo sfruttamento e realizzate le condizioni
di lavoro più gravose che, metodicamente ed inesorabilmente, stanno diventando
le condizioni alle quali devono sottostare anche i nativi e le native. Le
condizioni sopportate in questa particolare situazione sono esemplari per la
totalità delle altre: attraverso la sottointesa minaccia della perdita della
occupazione si prospetta alle lavoratrici ed ai lavoratori migranti la
reclusione nei C.P.T., l?espulsione ed il rimpatrio forzato. Nella nostra città
il Coordinamento migranti di Bologna e provincia si riunisce da tempo per
promuovere la partecipazione diretta delle lavoratrici e dei lavoratori
migranti alle lotte autogestite per realizzare al più presto migliori
condizioni di vita e per sostenere questi obietivi:

1) abolizione delle leggi razziste sulla migrazione, vedi Bossi-Fini o
Turco-Napolitano.

2) chiusura immediata dei C.P.T. o di qualsiasi altra forma di detenzione,
anche solo per l?identificazione, detenzione che dobbiamo subire oggi
indipendentemente dal fatto di aver o meno commesso reati.

3) permesso di soggiorno slegato dal contratto di lavoro e che quindi un nostro
licenziamento, o il non aver ancora trovato lavoro, significhi la reclusione e
l?espulsione.

4) realizzazione di un regime contrattuale di lunga durata per chi lo vorrà, e
quindi abolizione della legge 30 e simili.

5) attuazione di un processo di regolarizzazione permanente per sanare
situazioni esistenti ed impedire che altri ancora debbano sopportare una vera
schiavitù o il lavoro nero.

Queste rivendicazioni e le ipotesi organizzative praticate sono in piena
assonanza con quanto è stato da sempre propugnato, nella teoria e nei fatti, da
quegli anarchici che hanno posto la questione sociale al centro delle loro
attenzioni e dal sindacalismo libertario, tipo U.S.I.-A.I.T., alla quale si
faceva riferimento all?inizio.

Certamente non sarà questa società autoritaria, statalista e capitalista, che
potrà portare a soddisfazione le esigenze di noi lavoratrici e lavoratori
migranti, come delle lavoratrici e dei lavoratori di tutto il mondo, ma il
confine verso i territori della libertà e della giustizia sociale non si varca
con un unico e decisivo salto, ma un passo dopo l?altro, con decisione e
fermezza.


Da L'@temporale @anarchico, nov. 2006
http://www.circoloberneri.netsons.org

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center