A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Resoconto della riunione della FESAL-E, 17 e 18 settembre a Lisbona [pt,fr]

Date Tue, 27 Sep 2005 09:35:39 +0200 (CEST)


In concomitanza con il secondo anniversario della nascita della FESAL-E,
si è tenuto a Lisbona un importante momento organizzativo del nostro
sindacato europeo, abbiamo inoltre colto l?occasione per sostenere nella
loro costruzione di una realtà sindacale alternativa e di base gli amici
coordinati da Manuel Baptista, promotori del Collettivo FESAL-E
Portugal.
Con i portoghesi, presso la Biblioteca e museo della Repubblica e della
Resistenza, sono stati presenti Emili Cortavitarte per la CGT Ensenanza
(Spagna), Stefano d?Errico, Davide Rossi ed Emilio Sabatino per
l?Altrascuola Unicobas (Italia), Leo Schmid per il SISA (Svizzera).

Si è proceduto innanzi tutto ad approvare lo statuto della FESAL
accogliendo le proposte di modifica avanzate dalla CGT Ensenanza di
Spagna.

In particolare gli amici spagnoli hanno invitato ad un assorbimento
dell?articolo 7 nel primo, al fine di evitare incomprensioni e problemi e
chiarire che, sino a nuovi passi concreti e significativi è intenzione di
tutti far coincidere la FESAL con la FESAL-E, ribadendo, ancora una volta
se ce ne fosse bisogno, che la sigla FESAL è al momento e a tutti gli
effetti equivalente alla sigla FESAL-E (vedasi articolo uno dello statuto
approvato).

Lo Statuto dovrà essere ratificato al primo congresso della FESAL (vedasi
altro file allegato). Resta confermato il mandato a J.F. Fontana ed Y.
Bonin di procedere alla verifica degli estremi giuridici necessari per
depositare lo statuto di un'organizzazione europea e si attende da loro
una risposta.

In base allo statuto vigente si è proceduto a:

* convocare l?assemblea annuale della FESAL per il 29-30 aprile a Locarno
in Svizzera presso il Palagiovani in concomitanza con il primo congresso
del sindacato europeo. (prossimamente indicazioni più precise per
raggiungere la località ? per la quale in ogni caso gli aeroporti di
Milano risultano i più vicini)

* dare mandato a SISA e SIP di organizzare il congresso

* ricordare che il diritto di voto al congresso è per organizzazione,
gruppo o collettivo nazionale, a partire da questo si auspica la più larga
partecipazione ed è incoraggiata la presenza del maggior numero possibile
di delegati

* ribadire che lo sforzo primario risulterà quello di garantire una
presenza per ciascuna delle realtà aderenti

* Affidare - transitoriamente sino al congresso ? la cassa FESAL al SISA

* constatare che la cassa dispone al momento di euro 150 versati dal
collettivo portoghese

* incaricare SISA e SIP svizzeri entro il 30 dicembre di predisporre un
prospetto dei costi del congresso.

Al momento l?organizzazione di massima del congresso è la seguente:


Sabato 29 aprile mattina arrivo, sistemazione e registrazione

Ore 15.00 ? 19.00:
apertura del congresso, saluti ? intervento di Davide Rossi ? intervento
di ciascuna delle realtà aderenti che avranno modo di spiegare le lotte
che conducono nel loro paese e le ragioni della loro adesione alla FESAL.

Ore 19.00:
Cena libera (se si desidera cenare insieme è opportuno SEGNALARLO al
massimo prima dell?inizio del congresso al fine di organizzare per tempo)


Domenica 30 aprile

Ore 8.30 ? 10.00: saluto degli invitati

Ore 10.00 12.30: discussione dei documenti, ratifica dello statuto e
approvazione delle scadenza di lotta

Ore 12.30 ? 13.30: pranzo conviviale presso il Palagiovani

Ore 13.30 ? 15.00: conclusione dei lavori


Ricordando che il giorno seguente - primo maggio - siamo invitati a
partecipare alle iniziative promosse dai compagni svizzeri (e che quindi
in ogni caso tutti i delegati posso partecipare sino alla conclusione del
congresso essendo disponibile una giornata e mezza per rientrare), per il
pomeriggio del giorno 30 si stanno ipotizzando una partita di calcio per
inaugurare le magliette FESAL-E già realizzate e possibilmente un concerto
presso il castello di Montebello a Belinzona che introduca con una notte
musicale la festa dei lavoratori.

Per quanto concerne i costi: la notte in camera (il Palagiovani è di fatto
un confortevole albergo) + colazione + pranzo è di euro 50

Per chi dorme con il sacco a pelo + colazione + pranzo, il costo è di euro
20.

SIP e SISA hanno stabilito contatti che permettono di avere garantita la
copertura radiofonica in diretta di tutto il congresso.

Sabato 29 aprile nella mattinata (orario da definire), presso il
Palagiovani di Locarno, si terrà una conferenza stampa di presentazione
del congresso, le realtà interessate a partecipare sono pregate di
comunicarlo e di organizzarsi per essere presenti. Già nei giorni
precedenti ovviamente gli amici svizzeri avranno messo in atto i necessari
contatti con la stampa.

Ricordiamo infine che gli orari dei pasti (8.00, 12.30 e 19.00) potranno
risultare un poco duri agli amici spagnoli, ma vanno purtroppo rispettati
pena il rimaner senza niente sotto i denti (gli svizzeri sono così!).

Si è inoltre stabilita un serie di scadenze precongressuali a cui tutti
sono vivamente pregati di attenersi:

* 15 febbraio ? data ultima per comunicare la partecipazione al congresso:
Le realtà aderenti dovranno far pervenire il NUMERO e il NOME (per la
predisposizione dei pass) dei partecipanti

* Le tre realtà aderenti per l?Italia, l?AltrascuolA Unicobas, Si Può ORSA
Università e FESAL-E Studenti (integrata dai genitori milaniani) così come
le realtà svizzere SISA, SIP, l?Altrascuola dovranno specificare per i
delegati partecipanti chi si ferma a dormire (camera o sacco a pelo) e chi
rientra, data la vicinanza, a casa

* Stiamo procedendo a stilare una lista di organizzazioni e soggetti da
invitare al congresso, laddove le realtà locali abbiano proposte da
avanzare le comunichino al più presto. Onde evitare incomprensioni, prima
di diramare gli inviti procederemo ad un invio della proposta a tutte le
realtà aderenti per verificare che non risultino situazioni incresciose.
Dopo che la lista di invitati risulterà condivisa procederemo all?invio
degli inviti. Per gli invitati come per i delegati varrà l?obbligo di
specificare se restano a dormire o rientrano. Come per i delegati ? salvo
ragionevoli e motivate eccezioni (come ad esempio nel caso auspicato della
presenza di un rappresentate studentesco del liceo autogestito di Oslo) ?
gli invitati dovranno farsi carico delle spese di vitto e alloggio.

* Per la stampa si procederà rispetto a quella svizzera e italiana,
laddove esistano mezzi di informazione (cartacei e on line) che si
desidera vengano raggiunti da SIP e SISA come responsabili organizzativi
del Congresso si prega di segnalare le testate e i riferimenti (telefono e
mail) al più presto. Anche per la stampa si procederà ad un accreditamento
da ritirare con pass e cartellina informativa, come per delegati e
invitati.

* Essendo da sempre le nostre iniziative pubbliche e aperte, il congresso
stesso sarà aperto a quanti vogliano assistere, previa registrazione come
pubblico.

* 15 marzo ? data ultima per far pervenire, attraverso le mail, le
proposte di documenti da discutere al congresso e le ipotesi di modifica
dello statuto. Tutte le proposte che giungeranno saranno accolte alla
discussione, non esiste alcuna forma di selezione preventiva, tuttavia,
poiché occorre un tempo per predisporne copia e se possibile traduzione a
disposizione di tutti i delegati, tassativamente, ripetiamo
tassativamente, i documenti e le proposte devono pervenire entro il 15
marzo, qualunque proposta giunta dopo questa data non verrà accolta, se
non per ragioni di straordinarietà unanimemente condivisi.

Certo l?anno scolastico è lungo e ? insieme alle lotte che ciascuno di noi
conduce sul proprio territorio nazionale (l?AltrascuolA Unicobas e CIB
Unicobas hanno ad esempio indetto uno sciopero nazionale non solo della
scuola, ma intercategoriale, per il 21 ottobre) ? ci sono alcune scadenze
internazionali calendarizzate per i prossimi mesi:

* Cordoba (Spagna) 29 ottobre ? 1 novembre, Foro Iberico dell?Educazione
con manifestazione il 31 ottobre pomeriggio e documento finale 1/11
mattina. Su invito della CGT Ensenanza SIP Svizzera e Unicobas Italia
faranno il possibile per essere presenti.

* Parigi - Incontro della Rete Sindacale Europea Previsto per fine
novembre, sembra rinviato a gennaio/febbraio, ricordiamo che attraverso
l?AltrascuolA Unicobas siamo responsabili del gruppo scuola e università,
si raccomanda quindi agli amici di Parigi di partecipare numerosi.

* Roma ? sabato 14 e domenica 15 gennaio 2006 Riunione del gruppo
promotore del Forum Europeo dell?Educazione, promossa da Unicobas. È
l?occasione per fare il punto dopo il 2° Forum svoltosi a Bergen (maggio
2005) e per decidere dove e come proseguire l?esperienza, essendo in
programma il prossimo incontro dei ministri europei a Londra nel 2007. È
in discussione tra l?altro se svolgere il Forum negli stessi giorni dei
ministri oppure no e nello stesso luogo oppure no.

Nel mese d?aprile Davide Rossi si recherà come concordato con gli studenti
norvegesi ad Oslo per intervenire alla presentazione della FESAL e per
stabilire contatti con il liceo autogestito di Oslo, una delle più
importanti esperienze di pedagogia libertaria europea, funzionate dal
1967.

Sempre ad aprile si svolgerà ad Atene il Social Forum Europeo, sappiamo
bene che il ?gruppetto? che gestisce privatamente il SFE non ci permetterà
nessuna forma di intervento, ma come ha dimostrato Londra 2005 è questa
una occasione importante per incontrare nei corridoi e nelle piazze molti
studenti e persone interessate al nostro progetto, l?AltrascuolA Unicobas
sarà quindi presente per promuovere le nostre ragioni, ben al di là e ben
lontano dai ristretti circoli di dibattito ufficiale.

Ritornando in conclusione al congresso della FESAL, ricordiamo che vuole
essere l?occasione e il momento per lanciare la nostra
mobilitazione/manifestazione presso il parlamento europeo,
orientativamente ipotizzata per ottobre 2006 invitiamo per tanto le realtà
aderenti a iniziare a discuterne a livello locale, valutando la
possibilità di partecipazione e le parole d?ordine sui chiamare
all?impegno, a partire come sempre da una scuola vissuta come strumento di
libertà e dalla richiesta ineludibile dei diritti sindacali a partire da
quelli di sciopero e di assemblea.

Alleghiamo (con altro file) il resoconto delle giornate di Lisbona
prodotto dagli amici portoghesi. Il resoconto sarà a breve su
www.fesal.it, in attesa di attivare www.fesal.eu, come concordato a
febbraio, ricordiamo che il sito fesal.it è di fatto il sito europeo e
porta notizia di tutte le lotte condotte in Europa dai nostri gruppi e
dalle nostre organizzazioni, senza problemi di lingua, anzi sempre
plurilingue, invitiamo quindi caldamente tutti a inviare a
fesalscuola@libero.it le iniziative o i documenti che si chiede vengano
posti sul sito e nel minor tempo possibile procederemo.

Grazie a tutte e tutti, buon lavoro e alla lotta! Viva la FESAL-E!!!


Federazione Europea del Sindacalismo Alternativo - Educazione

http://www.fesal.it/
http://groups.yahoo.com/group/fesale_portugal/

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center