A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Pordenone: Presentazione Libro all'ex convento di S. Francesco

Date Mon, 26 Sep 2005 10:42:08 +0200 (CEST)


Sabato 1 ottobre 2005 alle ore 16:30
presso saletta dell'ex convento di S. Francesco - Pordenone
presentazione del libro
"La mia casa è dove sono felice. Storie di emigrati e immigrati"
ed. Kappa Vu
interverrà l'autore Max Mauro(*)
organizza Circolo Libertario "E. Zapata"
www.zapatapn.org + info@zapatapn.org
* * * * * * * * * *
Uliano è emigrato illegalmente in Jugoslavia nel 1947. Ahmed è entrato in
Italia senza un permesso di lavoro nel 1989. Luigi ha creato una fabbrica
in Canada, dove vive da cinquant?anni. Naiaga ha creato una fabbrica in
Friuli, dove vive da quindici anni. Ana vuole diventare cittadina italiana
per poter votare, perché se si vota ci si sente più partecipi della vita
sociale. Vittoria ha vissuto diciassette anni in Germania, ma si è sempre
sentita un?immigrata. Bozidar ha dovuto lasciare la Bosnia per colpa della
guerra e oggi suo figlio parla l?italiano meglio del serbo-croato. Il
bambino di Ines ha imparato prima il tedesco dell?italiano, perché in
Svizzera il figlio di uno stagionale era un clandestino e la famiglia che
lo teneva in incognito era svizzera-tedesca. Storie di emigrazione di
un?epoca lontana alcuni decenni e storie di emigrazione di tempi più
recenti. Gente che è partita lasciando quello che aveva nella speranza di
trovare di meglio in un altro paese, spesso in un continente diverso.
Storie che hanno per punto di incontro - per alcuni di partenza, per altri
di arrivo - il Friuli, la regione più segnata dall?emigrazione nella
storia italiana dell?ultimo secolo e mezzo e una tra quelle dove più
marcata è la presenza di immigrati. Storie umane allo specchio, alla
ricerca di un dialogo senza preconcetti. Un dialogo possibile, per capire
come cambia la società e quali risposte si possono dare a dei quesiti solo
apparentemente nuovi. ?L?attitudine di Max Mauro è, per fortuna, una
attitudine, che credo rarissima, umanamente aperta e disponibile, ma che
conserva sempre una distanza e una forza di interevento autonomi ed
espliciti. Quindi anche se molto vicina all?interlocutore, sintonizzata
sulla sua lunghezza d?onda, capace di ascoltare e registrare tutto, anche
le pieghe e le contraddizioni meno visibili, magari di
commuoversi, ma senza perdere di vista il contesto da cui l?interlocutore
viene e quello (quelli) in cui ha provato ad inserirsi e magari ci è
riuscito. Non ha paura di intromettersi e se lo fa, spesso, lo fa in modo
esplicito, dichiarato, soprattutto utile, nel senso di illuminante. Anche
per l?interlocutore?. (dalla prefazione di Leonardo Zanier) ?Emigrati e
immigrati sono la stessa cosa solo vista da due punti di vista diversi.
Anche il friulano è stato un immigrato. Anche il marocchino è un emigrato.
Entrambi sono emigranti?. (Max Mauro)


(*) Max Mauro è nato a Frauenfeld (Svizzera) nel 1967 da genitori
emigrati. Giornalista free lance, si interessa di immigrazione,
multiculturalità, culture giovanili. Collabora con Diario, Linus, Il Nuovo
FVG, ha scritto anche per Lo Straniero, Carta, Avvenimenti.

Per cinque anni ha coordinato la redazione di Tam Tam, tra i primi
notiziari radiofonici rivolti alle comunità immigrate in Italia.

Nel 2000 ha pubblicato la raccolta di racconti "I bambini terribili"
(Colors Edizioni, Genova); nel 2002 il romanzo autobiografico "Inzirli,
una storia per caso" (Snaitbuchs, Udine), storia di un gruppo punk
anomalo, risultato tra i finalisti del Premio Città di Cuneo; nel 2003 il
libro-inchiesta "Un Friûl difarent: i 90 MhZ di Radio Onde Furlane (Il
Menocchio, Montereale Valcellina - PN).


Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center