A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato FdCA: Nessuna tregua alle leggi razziste! Chiudiamo i lager di stato!

Date Tue, 25 Oct 2005 19:23:20 +0200 (CEST)


NESSUNA TREGUA ALLE LEGGI RAZZISTE!!
CHIUDIAMO I LAGER DI STATO!!
La recente inchiesta del settimanale ?L?Espresso? ha riaffermato una
verità inconfutabile: i Centri di Permanenza Temporanea (Cpt) sono dei
veri e propri Lager!
Dal 1998, grazie al governo di centro-sinistra prima con la legge
Turco-Napolitano, e poi al governo di centro-destra con la legge
Bossi-Fini, si è diffuso in Italia un diritto speciale che sanziona una
violazione amministrativa (la presenza irregolare sul territorio o
l?ingresso clandestino) con una forma di detenzione e limitazione della
libertà personale. I Cpt rappresentano così, ai margini delle nostre città
o alle nostre frontiere, luoghi di sospensione dei più elementari diritti
umani e della persone.

E data l?arbitrarietà della gestione e il clima di impunità che la
circonda, innumerevoli sono state le denunce pubbliche sulla brutalità
delle violenze praticate quotidianamente da polizia, carabinieri ed enti
gestori e sulle condizioni disumane che devono subire i migranti reclusi
dentro le mura dei Cpt.

I Cpt sono per chi è sopravvissuto a stento alle traversate organizzate
dalle organizzazioni criminali che prosperano sulle nostre leggi
repressive che impediscono qualunque ingresso regolare; per chi non ha
avuto le forze di scomparire appena entrato sul territorio nazionale, i
più deboli e disperati; per chi è stato salvato per essere rispedito
senza pietà nell?inferno da cui ha cercato di sfuggire, o in inferni
costruiti apposta sulle sponde del nordafrica. Ma sono anche per chi è già
sul territorio nazionale, che lavora magari in nero ed è in attesa di un
permesso di soggiorno che non arriva o che è scaduto, che è senza diritti
perché formalmente non esiste.

I Cpt sono l?incubo dei lavoratori migranti regolari che vedono il
permesso di soggiorno legato al contratto di lavoro e pertanto sanno di
non poter difendere i propri diritti.

Contemporaneamente la propaganda governativa cavalca e crea insicurezza
sociale con la facile equazione clandestino = criminale e terrorista.

La clandestinità forzata è insomma un fondamentale tassello della politica
repressiva che mira a rendere tutti più insicuri e
ricattabili.

La politica della clandestinità permette alla malavita organizzata
traffici lucrosi e mano d?opera disperata e pronta a tutto; al capitale di
disporre di una massa di forza lavoro a ridottissime tutele; ai governi di
creare allarme e perseguire politiche di repressione e di controllo
sociale.

Le vittime di questa politica scellerata siamo tutti noi, migranti e
nativi, colpiti nella dignità e nei diritti fondamentali alla libertà, al
lavoro, alle garanzie sociali.

I Centri di Permanenza Temporanea presenti sul territorio nazionale sono
ormai circa una ventina. E le prossime aperture dei Cpt di Bari e Gradisca
rientrano nei piani del ministro Pisanu che sta perseguendo il fine di
istituire un Cpt in ogni regione.

Ma se questi sono gli obiettivi del governo di centro-destra, non possiamo
fare a meno di denunciare il tentativo del centro-sinistra di far passare
l?idea che queste strutture non sono eliminabili, e che vanno
?umanizzate?.

I Cpt non vanno aperti, e vanno chiusi dove sono aperti; va garantito il
diritto all?accoglienza di chi arriva nel nostro paese garantendo
contemporaneamente il rispetto di tutti gli altri diritti fondamentali,
primo fra tutti quello alla libera circolazione.

La Federazione dei Comunisti Anarchici aderisce alla mobilitazione
nazionale del 22 ottobre contro i Cpt, per l?abrogazione della legge
Bossi-Fini e la fine di ogni legislazione speciale sull?immigrazione.
Raccoglie l?invito del Coordinamento Libertario contro i Cpt per la
costruzione di uno spezzone libertario nell?ambito della manifestazione di
Gradisca di Isonzo.

Per una società senza frontiere e senza classi, di liberi ed uguali.


FEDERAZIONE DEI COMUNISTI ANARCHICI

21 ottobre 2005


http://www.fdca.it

Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center