A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Lotte contro l'accordo decentrato al Comune di Roma

Date Mon, 10 Oct 2005 17:51:30 +0200 (CEST)


Comunicato sindacale radio/stampa del 7 Ottobre 2005
COMUNE DI ROMA: CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO,
UN?ALTRA BEFFA ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI DI
SCUOLE E NIDI. Educatrici e insegnanti in rivolta.
IL 21 OTTOBRE SCIOPERO PER L?INTERA GIORNATA CON
MANIFESTAZIONE A ROMA, PIAZZA ESEDRA ORE 9.30.
Un altro accordo ?scandaloso?, firmato da CGIL, CISL,
UIL, DICCAP, con l?Amministrazione capitolina sulle
spalle delle educatrici dei nido e di insegnanti della
scuola dell?infanzia. La ratifica finale di tale
accordo avverrà con il consueto beneplacito
dell?assemblea delle 180 RSU elette del Comune di Roma
lunedì 10 Ottobre 2005, durante la ?discussione? per
l?approvazione del Contratto Collettivo Decentrato
Integrativo (CCDI).

Un Contratto integrativo che contiene alcune
modifiche su organizzazione del lavoro, carico reale
di lavoro e ?compensi incentivanti?. Il settore
scolastico educativo ha avuto il ?privilegio? di
essere organizzato nel prossimo futuro e se il
contratto decentrato passerà nonostante l?opposizione
del personale scolastico, con un meccanismo inserito
negli artt. 158 (per gli asili nido) e 159 (per la
scuola dell?Infanzia), con l?ulteriore aggravante
dell?art. 160 sull?esternalizzazione dei ?rami
d?azienda?.

In sintesi, questo meccanismo inserito in questi
articoli prevede sfalsamenti di orari durante l?arco
della giornata lavorativa, secondo una tabella e una
griglia di articolazioni che ricorda, come dicono le
educatrici del Comune, ?una tabella degli orari dei
treni?.

A questa modifica di orari si aggiungono gli altri
effetti, il rarissimo invio di personale
educativo/scolastico supplente, che avverrà solo al
verificarsi di alcune condizioni (discrezionali) e con
l?utilizzo di personale ?precario? part time (part
time al 50 e al 75% del tempo pieno, su organici che
non prevedono il servizio dimezzato all?utenza!), una
vera vergogna che peggiora la condizione già precaria
nel settore.

Queste modifiche spacciate per innovazioni sono
compensate con un incentivo di Euro 20 a settimana, ma
solo se si è sempre presenti, in media 4 Euro al
giorno ma con un carico di lavoro più gravoso.

La finalità dell?esistenza e del futuro assetto posto
negli articoli 158 e 159 della preintesa del CCDI del
Comune di Roma, è nel gettare le basi per qualsiasi
accordo successivo e un lavoro che preveda sempre più
turnazioni, con possibilità di apertura dei servizi e
in orari non ?canonicamente scolastici?, con il
rischio di non veder rispettati nemmeno i tempi di
vita di bambine/i all?interno dell?attività educativa,
oltre a quelli del personale interessato.

Non sono nostre fantasie, ma idee che già ?girano?
come ?pie intenzioni? dei solerti amministratori
capitolini.

Tutto questo solo per spiegare quali saranno i disagi
per lavoratrici e lavoratori, con un nuovo sistema che
costituisce un risparmio economico per
l?amministrazione e una innovazione che avrà anche i
suoi effetti negativi sull?utenza. I bambini e le
bambine non sono ?pacchi postali da custodire?, le
educatrici e le insegnanti non sono diventate ?postini
o custodi?.

Si sono raccolte complessivamente quasi un migliaio
di firme e con prese di posizione contrarie a questi
articoli del CCDI, da parte di operatori e operatrici
di nidi e scuole, che le RSU e le OO.SS. oltre che lo
stesso Sindaco di Roma, dovranno pur tenere in debito
conto.

Per una disamina più approfondita di queste ricadute
negative di tali ?innovazioni? il Coordinamento
Operatori/trici di Asilo Nido (CODAN -.USI) preparerà
un dossier, anche per quanto riguarda gli effetti di
stress psicologico per i piccoli utenti a causa di
queste ?innovazioni?, sulle famiglie e a carico delle
lavoratrici in un settore di fatto usurante.

Segr. prov. USI AIT ? Unione Sindacale Italiana
06/70451981

RSU USI AIT EE.LL. ? Comune di Roma
Daniela Eginni t. cell. 347 9359054



USI AIT ? UNIONE SINDACALE ITALIANA ENTI LOCALI
Segr. prov. le e RSU USI AIT EE.LL. COMUNE DI ROMA
ROMA - VIA ISIDE 12 ? 00184 - TEL. 06/70451981 ? FAX
06/77201444


Da: USI AIT <usiaitl@yahoo.com>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center