A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Africa meridionale: Militante della ZACF arrestato dalla dittatura "bianca" dello Swaziland [en]

Date Thu, 6 Oct 2005 10:45:33 +0200 (CEST)


"MK", un militante che lavora nelle strutture clandestine della ZACF in
Swaziland è tra gli 8 militanti dello SwaYoCo (Congresso Giovanile dello
Swaziland) arrestati dalla polizia sabato scorso (01-10-05) dopo una
manifestazione dello SwaYoCo nella città di Manzini. La manifestazione era
stata indetta per protestare il decreto autocratico del re Sobhuza II nel
1973 che vieta ogni sorta di attività politica a sostegno della democrazia
in questo paese, l'ultimo dittatura "bianca" rimasta nell'Africa. Il
successore di Sobhuza oggi è il re Mswati III che regna su un paese con il
più alta tassa di infezione HIV/AIDS al mondo. Si tratta di un paese dove
prendere acqua da un fiume senza il permesso è un crimine. Il re invece
spende milioni di rand per il suo jet privato, gira per il paese nella sua
Maybach (costata 2 milioni di rand), possiede una serie di palazzi e
abitualmente rapisce ragazze dalle scuole per prenderle come sposa.

Negli ultimi due anni, la ZACF ha stabilito una presenza nello Swaziland
dove si trova come unica organizzazione rivoluzionaria di base che
rivendica il rovescio del re e di quel capitalismo sfruttatore
britannico-sudafricano che sostiene. Lavorando dentro e fuori dello
SwaYoCo, la ZACF è riuscito a portare a larghi settori della gioventù il
messaggio e le idee dell'anarchismo di classe.

Di fronte alla manifestazione dello SwaYoCo sabato scorso, la Royal Swazi
Police ha sparato in alto e nella confusione scatenata dagli spari sono
stati arrestati "MK" e altri sette compagni dello SwaYoCo. Lo scorso mese,
però, la situazione era diverso, quando un veicolo blindato della polizia
che era entrato in una zona sotto il controllo dei compagni è stato
bombardato con sassi e molotov.

"MK" e i suoi sette compagni sono accusati, a quanto pare, di aver
"disturbato la pace", accusa che ovviamente non sarà diretta alla polizia
che ha iniziato la sparatoria. Ieri notte (04/10/05) "MK" ha ricevuto una
visita presso lo "Zakhele Detention Centre" a Manzini; è di ottimo umore
ma è malato e non ha la possibilità di ricevere i medicinali che gli
servono. E' stata fissata la cauzione a 1.500 rand, ma alcune
organizzazioni civiche stanno cercando di abbassare la somma fino a 500
rand, una cifra comunque al di fuori della portata della maggior parte
delle persone in questo paese poverissimo dell'Africa meridionale.


MI & MD,
Segretari internazionali,
Zabalaza Anarchist Communist Federation,
Sud Africa & Swaziland

http://www.zabalaza.net/


ZACF
Postnet Suite 153
Private Bag X42
Braamfontein
2017
South Africa

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio relazioni internazionali


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center