A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Udine: riunione sull'autogestione, 22 marzo ore 14.30

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Mon, 21 Mar 2005 10:18:57 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

AUTOGESTIONE
Ci siamo rotti di chi parla e critica senza fare niente, di tutte le
sterili manifestazioni che non portano mai a nulla, di quelli che si
riempiono la bocca di belle parole non giustificate dai fatti, di quelli
che ci credono dei pericolosi teppisti.
Noi vogliamo vivere le cose e non parlare a vuoto. Vogliamo sperimentare
realmente qualcosa di diverso tramite la pratica e l'interazione sociale.
Oggi le persone hanno dimenticato di avere la capacità di criticare,
hanno dimenticato il piacere che l'uomo trova in un rapporto
egualitario-paritario. Uno dei temi che ci sta più a cuore è
l'autogestione, termine che comunemente è frainteso: spesso si ritiene
che con questo termine s'indichi uno stato di confusione generale, in cui
ognuno fatica di più per ottenere il minimo indispensabile.

Ma è nell'autogestione del sapere che si gettano le fondamenta per la
creazione di un nuovo assetto improntato sulla cancellazione d'ogni
confine sia fisico sia mentale. Coltivando la nostra vera personalità ci
libereremo della nociva influenza di una certa sinistra
pseudo-rivoluzionaria a mezzo servizio. Certi personaggi si atteggiano
parlando di cose che non riusciranno mai a fare e che cercheranno in
tutti i modi di dimenticare, quando dopo il loro diploma andranno a
scaldare sedi universitarie o entreranno nella cosiddetta società civile
magari come manager di una multinazionale.ridicolo spettacolo visto con
molti refusi sessantottini.!

La nostra proposta è la creazione di laboratori autogestiti dove potersi
esprimere liberamente, gratuiti, autofinanziati per il materiale da
utilizzare, dove studenti/insegnanti/protagonisti siamo noi stessi.
Bisogna ritrovare il piacere d'apprendere senza la pressione dei voti
(già troppe volte utilizzati come strumento di minaccia e per incutere
sudditanza psicologica allo studente), del giudizio degli altri o della
famiglia, ma soltanto per volontà personale. Officine del sapere dove non
ci saranno né giudicanti né giudicati, ma soltanto ragazzi che hanno
voglia di riscoprire un rapporto umano fatto di scambi d'opinione che
servono a far crescere la persona che ci sta di fronte e non a
distruggerne l'autostima come spesso succede. Nella scuola d'oggi,
specchio della società in cui viviamo, vige la legge della selezione
naturale: solo i più bravi sopravvivono e vanno avanti.

Insomma le aule scolastiche da luogo dove bisognerebbe insegnare cultura
si sono trasformate in un semplice strumento del capitalismo: si crea la
futura classe dirigente e politica mentre i più deboli andranno ad
ingrossare la classe degli sfruttati e dei precari. Dobbiamo abbattere le
barriere delle divisioni e porci tutti sullo stesso piano: insegnanti e
studenti nella scuola, ma nello stesso tempo in tutti i campi della vita.
La nostra proposta dovrebbe servire proprio a questo: ricreare il clima
d'aiuto reciproco senza interessi che l'uomo a dimenticato.

Noi abbiamo pensato a questi laboratori: canto libero, break-dance,
writing, laboratorio informatico, teatro e filosofia. Queste sono solo
proposte ma se voi avete idee d'aggiungere non c'è che da farsi avanti.
Ognuno di noi potrà sviluppare la propria coscienza e nello stesso tempo
lasciar sprigionare la propria creatività.

Noi gridiamo a gran voce: " Né maestri, né capi né dogmi ".

Invitiamo tutti gli studenti e non alla riunione che si terrà il
22 Marzo alle ore 14.30
presso il Centro Sociale Autogestito di Via Volturno,
vicino a piazzale Cella.

Collettivo MAKHNO - rete nazionale collettivi anarchici/libertari

www.ecologiasociale.org
E-mail: collettivo_makhno@yahoo.it
Telefono: 3335273916, 3338825396


dalla mailing list di Contropotere




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center