A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Torino: foto del Porco, nostro Dio e candidato, al Pinkarnival

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Mon, 7 Mar 2005 19:17:53 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Foto dal Pinkarnival di Torino: Samba band, il Porco e i suoi seguaci,
inseminatori... Si precisa, a scanso di equivoci, che le foto ritraggono
esclusivamente adulti consenzienti.
Le trovate a quest'indirizzo:
http://italy.indymedia.org/news/2005/03/745773.php
--------------
Il colore dominante è stato il rosa. Il rosa delle Samba band che hanno
aperto la parata, quello sparso in giro tra i partecipanti, quello del
nostro candidato, il Porco, nostro Dio, che ha presentato alla
cittadinanza il suo programma per le elezioni 2005: "Non votare,
grufola!". Durante il percorso sono stati distribuiti volantini e
attacchinati i manifesti elettorali del Porco. Accanto a lui, erano
presenti Don Prodi e San Silvio, quest'ultimo occupato ad "ungere" (olio
di oliva) i presenti. Tra i seguaci del Porco, PorcaMaDonna, e porcelli
assortiti vari. Presenti, per la gioia del ministro Calderoli, anche
numerosi "Finocchi Irregolari" e "Terroristi Internazionali". Numerose le
mega siringhe per l'inseminazione artificiale tanto avversata dai preti
al governo e all'opposizione nel nostro BelPaese.

Di seguito del testo del volantino distribuito per l'occasione dai
seguaci del Porco, Star grufolante ed ammirata da grandi e piccini.

Vi presentiamo il nostro candidato alle elezioni 2005:
Il PORCO, nostro DIO

La destra e la sinistra, votano i preti di un Dio triste, uno che odia la
gente che si ama, uno che vorrebbe vederci sempre in ginocchio, uno che
odia le donne ed i gay. In suo nome sono stati eretti i roghi, in suo
nome sono stati cancellati interi popoli del "nuovo" e del vecchio mondo,
in suo nome viene negata libertà e dignità alle donne, in suo nome il
desiderio diventa un crimine. La sua faccia è la stessa, anche se i suoi
preti portano tonache diverse: cambia solo il nome (Allah, Jahve, Dio)
non la crudeltà sui nostri corpi e sulle nostre menti. Il vescovo di
Roma chiede perdono per le malefatte di ieri, ma tace su quelle di oggi,
prega per la pace in Iraq ma benedice le bombe sulla Serbia, fa proclami
per la vita e condanna a morte per AIDS milioni di giovani africani. La
sua morale puzza di morte, di gerarchia, di repressione.
Nel nostro paese i seguaci di questo Dio triste e feroce sono al governo.
Il governo di San Silvio, l'unto del Signore oggi, il governo di Don
Prodi, forse, domani. Si scannano per una poltrona ma il loro volto è lo
stesso quando si tratta di decidere delle nostre vite, si tratti di
pensioni (tagliate dagli uni e dagli altri), di libertà di circolazione
(i lager per migranti aperti dalla Turco-Napolitano e migliorati dalla
Bossi-Fini), di lavoro (precario e malpagato dal Pacchetto Treu alla
legge Maroni), di libertà di espressione (botte e cariche di piazza per i
dissidenti dagli uni e dagli altri).

Ma il PARTITO UNICO trova la sua perfezione di fronte al trono di Pietro,
dove si inginocchiano tutti, in nome di quelli che qualche anno fa
Massimo D'Alema definì "i valori comuni" a tutti, ossia quelli cristiani.
La laicità è divenuta una bestemmia, una pratica da curare in privato con
ritegno e vergogna, perché la cristianizzazione dello spazio pubblico ha
fatto passi da gigante. La differenza è solo di stile: gridato, volgare,
esplicitamente razzista quello della Casa delle "Libertà", più sommesso,
raffinato, sfumato quello dell'Unione. Ma la sostanza non cambia. E le
nostre "libertà", poche, strappate a fatica, mai pienamente dispiegate
finiscono nella spazzatura. Costoro legiferano sulla nostra pelle dalla
legge sull'aborto a quella sulla procreazione. Ma se la legge sull'aborto
o, meglio, sulla maternità voluta e cosciente, cancellava il divieto, la
colpa, la clandestinità e anche se brutta sanciva un passo in avanti per
tutte le donne, quella sulla procreazione interviene a normare dove solo
gli individui possono decidere, in base alla propria sensibilità, al
proprio desiderio, alla propria capacità di amare un figlio. Ancora una
volta lo Stato si inchina alla Chiesa e le nostre vite vengono regolate
secondo i dettami di una setta di uomini celibi e cattivi, che vorrebbero
il mondo a propria immagine e somiglianza. Noi non ci stiamo, perché
amiamo la vita e la libertà.

Per le elezioni del 2005 presentiamo il nostro candidato:

il PORCO, nostro DIO

Votalo, adoralo!
È un ragazzo festoso, tutto il giorno grufola e sguazza, ciula e non si
pente.

Se vuoi la vita allegra, lascia le tonache di Don Prodi e San Silvio,
vieni con noi a rendere omaggio al nostro candidato.

Federazione Anarchica Torinese - FAI
Corso Palermo 46
La sede è aperta ogni giovedì dalle 21,15 in poi
fat@inrete.it
011 857850; 338 6594361

Da: Federazione Anarchica Torinese <fat@inrete.it>





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center