A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) FA Torino: appello per il corteo del 2 luglio

Date Sun, 26 Jun 2005 10:30:45 +0200 (CEST)


Difendere la libertà ovunque!
In un città come Torino dove:
· la notte fra l'11 e il 12 giugno quattro macchine a fari spenti si
fermano nei pressi della casa occupata Barrocchio, dove tutti dormono,
forzano la porta ed entrano nel cortile: il rumore sveglia gli abitanti.
Due accorrono e vengono immediatamente accoltellati. Uno di loro verrà
operato d'urgenza perché la lama fascista gli perfora l'intestino. Per un
pelo non ci scappa il morto.
· Sabato 18 giugno. Un migliaio di antifascisti si ritrovano in piazza
Madama Cristina per denunciare le aggressioni e per segnalare il clima
omertoso che accompagna le imprese dei nuovi fascisti. Il presidio, vista
la buona partecipazione, si trasforma in corteo e raggiunge via Po. Qui
viene bloccato dagli agenti che non vogliono farlo passare da piazza
Castello: il salotto buono della città non deve sentire che lo squadrismo
è tornato a Torino. Partono le cariche, la caccia all'uomo sotto i
portici, la via viene invasa dai lacrimogeni. Due manifestanti vengono
arrestati: entrambi si sono fermati per aiutare altri caduti a terra
quando vengono fermati e gettati sul cellulare.
· 21 giugno. Il giudice davanti cui sono trascinati Massimiliano e Silvio,
i due anarchici arrestati durante le cariche del 18, decide che vengano
rinviati a giudizio per "resistenza e lesioni": evidentemente prendere
manganellate in questo paese è una colpa. E, fatto inaudito, vengono
trattenuti in carcere invece di essere liberati come in genere avviene per
questo genere di accuse: una decisione politica maturata nel clima da
caccia alle streghe che i poteri forti hanno voluto imporre in città.

È necessario non chinare la testa

Sabato 2 luglio alle 15
da Piazza XVIII dicembre - Porta Susa di fronte alla lapide che ricorda i
martiri dell'eccidio fascista del 18 dicembre 1922, tra i quali Pietro
Ferrero, anarchico, segretario della FIOM.

partirà un corteo

che si concluderà nei pressi della lapide che ricorda il partigiano
anarchico Ilio Baroni caduto in combattimento il 26 aprile 1945

L'antifascismo libertario ha radici antiche a Torino e non si farà piegare

Per la liberazione di Massimiliano e Silvio
Per la libertà di manifestare
Perché l'antifascismo non si arresta

Vogliamo raccontare alla città quello che è accaduto, vogliamo rivendicare
la libertà di farlo. L'antifascismo è scritto nella storia di Torino, che,
in vent'anni di resistenza alla dittatura, ha pagato un durissimo prezzo
di sangue il proprio amore per la libertà e la giustizia.

Facciamo appello a tutti coloro che si riconoscono in queste idee ed in
questi valori affinché partecipino ed aderiscano alla manifestazione del 2
luglio.

Federazione Anarchica Torinese - FAI
Corso Palermo 46 Torino

Per informazioni e adesioni:
fat@inrete.it
011 857850
338 6594361

Da: Federazione Anarchica Torinese - FAI <fat@inrete.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center