A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Israele-Palestina: A Bil'in, la lotta prosegue [en]

Date Wed, 8 Jun 2005 11:37:44 +0200 (CEST)


Veverdì, 03 giugno 2005
Bil'in è un piccolo villaggio di pochi centinaia di famiglie per un totale
di 1700 abitanti palestinesi. Ma in questi ultimi tre mesi la gente ha
sviluppato legami stretti con gli israeliani degli Anarchici Contro il
Muro e sono molto perseveranti nella loro lotta quotidiana contro il
recinto. Alcuni di noi addirittura dormiamo di notte al villaggio per
aiutare a prevenire le vessazioni notturne dell'esercito israeliano. E
oggi, come ogni altro venerdì, abbiamo manifestato insieme. Circa 500
abitanti del villaggio, tra cui uno spezzone di donne e ragazze, qualche
internazionale e circa 100 militanti di Anarchici Contro il Muro e della
coalizione estesa contro il recinto. E oggi, a causa della forte presenza
israeliana, le forze dello Stato erano un po' meno violente.

Prima, non hanno cercato di bloccare il nostro arrivo a Bil'in, a parte il
fermo di una (su nove) minibus, trattenuto per un controllo. I 10
occupanti del minibus hanno dovuto trovare un altro mezzo.

Quando la manifestazione ha raggiunto un punto a 150 metri dal percorso
del recinto, il nostro progresso è stato bloccato fisicamente. Ma si sono
astenuti dal dichiarare illegale la manifestazione o produrre il solito
ordine di zona militare chiusa.

Così, i palestinesi hanno iniziato lì il lungo rito delle preghiere di
venerdì, mentre noi israeliani abbiamo aspettato sotto l'ombra degli
ulivi. Le forze dello Stato hanno cercato di intimorirci e hanno arrestato
due compagni che si sono rifiutati di indietreggiare di un metro. Finito
il rito della preghiera, i palestinesi hanno annunciato la fine della
manifestazione e la maggior parte di loro hanno fatto ritorno al
villaggio. Gli altri, insieme agli israeliani, sono rimasti cercando di
decidere se rimanerci, ritirarci o avanzare.

Il permesso di fermarci lì e svolgere il rito della preghiera era il
prodotto di un "accordo", ma appena finito il rito la pressione esercitato
dalle forze dello Stato perché ci ritirassimo non è stato così pacifico.
Non lo era neanche lo scontro tra esercito e lo sciabàb - i giovanissimi
che lanciavano sassi una volta terminata la manifestazione.

Il risultato - qualche ferito, un po' di lacrimogeni lanciati e la
ritirata delle forze dello Stato che avevano capito che stavando
semplicemente perdendo faccia e tempo.

Croncache della manifestazione sono state trasmesse nei siti web dei
principale giornali e sul canale radio principale.


traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
http://www.ainfos.ca/05/jun/ainfos00046.html

Per altri informazioni sull'attività di Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>



_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center