A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Palermo: Comunicato congiunto FAS-FdCA-FAI sull'aggressione squadrista a Palermo il 3 giugno

Date Tue, 7 Jun 2005 14:15:31 +0200 (CEST)


LA PESTE
---
L'aggressione fascista che si è consumata venerdi sera a Palermo
nell'affollatissima via Candelai ai danni di due giovani di origini
africane non è un fatto da minimizzare in alcun modo.
Se venti fascisti armati di tutto punto decidono di irrompere in una
strada piena di gente per compiere una spedizione punitiva, vuol dire che
questi squadristi non temono nulla e possono contare su un'agibilità
consolidata. Forse qualcuno si sarà stupito che una cosa del genere sia
accaduta a Palermo, città dai mille colori che una certa retorica ipocrita
e buonista dipinge come il solito cro giuolo in cui tolleranza e secolare
predisposizione
all'accoglienza sono garanzia di convivenza pacifica e solidale.

Niente di più falso.

Palermo, oltre a essersi trasformata in una città violenta e feroce, è una
città in cui il pregiudizio per il diverso si accompagna all'insofferenza
per chi, provenendo dalle aree più povere del Sud del mondo, cerca e trova
qui - nel Sud dell'Italia - un'esistenza migliore.

La Palermo laica, antirazzista e internazionalista ha costruito negli
ultimi anni percorsi di emancipazione sociale e politica che - seppur
importanti - non sono riusciti a immunizzare il tessuto sociale di questa
città dal virus dell'intolleranza e della xenofobia.

In queste crepe, i manovali e gli scopini dei poteri forti trovano la
possibilità di esprimere la loro miseria con la violenza e l'arroganza che
li contraddistingue.

E ci pare significativo che mentre per strada agiscono i picchiatori e per
il 25 aprile compaiono le svastiche al Giardino Inglese e al quartiere
Matteotti, il questore di Palermo si concentri nella sua crociata per la
legalità che ha nella persecuzione dei lavavetri immigrati e nei
rastrellamenti al campo Rom i suoi obiettivi strategici.

"Ve ne dovete andare!" sbraitano i fascisti mentre picchiano gli immigrati.

"Ve ne dovete andare!" sbraitano le istituzioni con le loro leggi, le loro
frontiere, le loro disposizioni, le loro dichiarazioni, le loro sanzioni
contro gli immigrati.

A questa peste bruna rispondiamo con la fermezza di sempre, rinnovando
quell'impegno antirazzista e antifascista che deve tornare a farsi azione
costante tra la gente, con gli immigrati e non solo.

E' il modo migliore per esprimere il nostro disprezzo più profondo per lo
squadrismo nazifascista e per tutti i cani da guardia del Potere.


Nucleo "Giustizia e Libertà" della Federazione Anarchica Siciliana
Federazione dei Comunisti Anarchici - Sezione di Palermo
Federazione Anarchica Italiana - Palermo

07/06/2005


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici - Sezione di Palermo
<fdcapalermo@fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center