A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Iniziativa Libertaria - Pordenone: La miseria del razzismo e la solidarietà genuina

Date Tue, 12 Jul 2005 11:34:59 +0200 (CEST)


E? proprio vero, è nei momenti peggiori, quelli più drammatici, che le
persone si dimostrano per quello che sono realmente. E in questi giorni,
il presidente provinciale Elio De Anna ce ne ha dato un esempio
manifestando tutto il suo ?bagaglio d?odio? contro gli immigrati da
un?emittente televisiva locale, solita a veicolare simili ?nobili?
contenuti.
Certo, è successo poco dopo il drammatico evento delle bombe a Londra,
dove ancora una volta il terrorismo (l?altra faccia della guerra) ha
ucciso decine e decine di lavoratori e studenti, colpendo nel mucchio,
proprio come i bombardamenti degli Stati nelle innumerevoli ?guerre
umanitarie? sparse nel mondo. Certo, è successo mentre i Tg facevano la
conta dei morti e dei feriti, eppure non cambia nulla, anzi. E lo dice lo
stesso De Anna quando il giorno dopo ribadisce quanto detto e rivendica
massima lucidità e ragionevolezza nelle sue esternazioni.

E noi gli crediamo e non facciamo neppure fatica, semmai facciamo fatica a
credergli tutte le altre volte (a lui come alla stragrande maggioranda dei
politicanti) quando con la faccia da ?istituzione? parla di democrazia,
diritti, libertà ecc..

Elio De Anna è un razzista, ma di vecchio stampo. Non ha neppure bisogno
di sdoganare razzismi raffinati alla De Benoist come quello
differenzialista. No, a lui va bene quello organicista, quello che si basa
sulla pelle, sulla razza perché ?se io prendo il sole mi abbronzo, ma non
divento nero?, ci illumina dagli schermi di telePN, per poi continuare:
?Ebbene, basta tolleranza si impacchettino e si rispediscano a casa?. E
per Dio, quanta franchezza, che ?politico di razza??

Che razza di politico diremmo noi.

Mussolini quando si apprestò a occupare parte della Jugoslavia, in un
solenne discorso ebbe a dire: ?Di fronte ad una razza inferiore e barbara
come la slava, non si deve seguire la politica che dà lo zuccherino, ma
quella del bastone.?? ?io credo che si possano sacrificare 500.000 slavi
barbari a 50.000 italiani?.

Passati 85 anni, sinceri patrioti come De Anna (ma è in buona compagnia),
preoccupati per l?italianità o l?europeismo, chiedono di finirla con ?la
politica che dà lo zuccherino? perché il ?buonismo ha portato al lassismo?
e ?perché siamo stati tolleranti, troppo tolleranti?.

Bossi tre anni fa proponeva di sparare coi cannoni della marina sulle
carrette dei disperati che affollano il mediterraneo. Dal 1992 ad oggi, di
disperati ne sono morti 681 e altre centinaia sono i dispersi accertati,
senza parlare di quelle imbarcazioni di cui non si è mai avuta notizia.
Certo, con la "saggia" politica leghista si sarebbe potuto fare molto di
più. Anche perché De Anna dice cose che ?dicono tanti? e ancora, incalza
Enzo Bortolotti il sindaco leghista di Azzano Decimo, ?le dicono la gran
parte? persuaso che ?oramai sta prendendo corpo una coscienza comune che
va in quella direzione?. Quella di ?impacchettarli e di rispedirli a casa?
per carità, mica quella di prenderli a cannonate in mare?

E ci tiene a ribardirla, il presidente De Anna, la differenza fra loro (?)
e la Lega perché lui parla a tutti, mica solo al popolo padano,
tranquilizzandoci che il suo ?non è stato un discorso razzista?. Per
carità non sia mai! E' come quella celebre battuta: ?Non sono io ad essere
razzista, è lui che è negro?.

Il fatto che poi possa essere un pensiero diffuso, la cosa incredibile è
che per qualcuno è ?segno di maturazione? e non di preoccupazione.

Complimenti, non ve ne fosse stato bisogno questa è l?ennesima
dimostrazione di quanto poco gli uomini imparino dai loro sbagli o peggio
dalle loro tragedie.

Come anarchici non possiamo che solidarizzare con le vittime delle bombe
londinesi e i loro cari; con i migranti, tutti indistintamente, che
cercano pace, lavoro, dignità; con le vittime dei bombardamenti in Iraq,
in Cecenia, in Afganistan e di tanti luoghi a noi sconosciuti, dove fuori
dai riflettori dei media e al riparo dalle nostre coscienze muoiono
migliaia di disperati, così diversi e così inspiegabilmente più scuri di
noi.


Iniziativa Libertaria - Pordenone


Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center