A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comitato contro lo scippo del TFR

Date Fri, 1 Jul 2005 11:08:42 +0200 (CEST)


E' attivo il sito del comitato contro lo scippo del TFR/TFS
http://www.controloscippodeltfr.org
Saluti
officina@controloscippodeltfr.org
* * * * * * * *
Non giocare con la tua pensione in borsa

Entro settembre il governo vorrebbe approvare la legge che regolamenterà
il versamento nei fondi pensione dei TFR e dei TFS (dei dipendenti
pubblici assunti dal 2000 in poi), e con gennaio 2006 vorrebbe far partire
il meccanismo del silenzio assenso (il lavoratore che non manifesterà per
iscritto il proprio rifiuto entro sei mesi vedrà automaticamente versato
il proprio futuro TFR/TFS in un fondo pensione).

Versare il TFR/TFS in un fondo pensione significa affidare la propria
pensione alla speculazione finanziaria, ai rischi del gioco in borsa, dove
qualunque investimento è sempre rischioso.

Anche chi sostiene che i fondi pensione non investiranno su titoli
rischiosi e si limiteranno ad acquistare obbligazioni, si "dimentica" di
ricordarti che anche le obbligazioni possono crollare: Cirio e Parmalat
erano obbligazioni.

E sostengono questa BUFALA dei fondi "sicuri" non solo, ovviamente, i
gestori dei fondi, ma anche Cgil-Cisl-UiI, che sono,già impegnate a
piazzare i loro fondi pensione tra i lavoratori.

Rifiutarsi di aderire ai fondi pensione significa non correre il rischio
di fare la stessa fine dei lavoratori statunitensi della scuola, della
Enron, della United Airlines, ecc., che hanno visto i loro fondi azzerati,
hanno perso la pensione e ricevono solo un piccolissimo sussidio statale.

Ma questi crolli non avvengono solo negli USA, anche i fondi pensione
italiani hanno già i loro problemi!

Quello dei dipendenti CoMIT è stato chiuso e azzerato e chi era già in
pensione non avrà più alcuna pensione integrativa (con un accordo
sottoscritto tra Banca Intesa, proprietaria di Comit, e Cgil-Cisl-Uil).
Quello dei dipendenti di DEUTSCHE BANK ha acquistato titoli speculativi
delle Cayman Islands (noto paradiso fiscale), quote di "hedge funds"
(fondi ad altissimo rischio) e quote di prodotti finanziari emessi della
stessa Deutsche Bank o dalle sue controllate, nonostante il CoVIP
(l'organismo di vigilanza dei fondi pensione) sostenga che in Italia
nessun fondo pensione aziendale acquisti titoli della propria azienda,
come avverrebbe invece... solo negli USA!

IN questi due fondi, guarda un po', negli organismi di direzione siedono
anche i rappresentanti di Cgil-Cisl-Uil (che dicono di farlo per
salvaguardare i soldi dei lavoratori) e sono stati tecnicamente diretti
dagli esperti di due delle banche più importanti nella costruzione e
collocazione di fondi e prodotti finanziari!

Dopo una vita di lavoro sempre più precario, se non vuoi anche una
vecchiaia con una pensione precarizzata, NON VERSARE IL TUO TFR/TFS NEI
FONDI PENSIONE.

Occorre organizzarsi in tutti i posti di lavoro e nel territorio, da
subito, per dare vita a una mobilitazione di massa contro il versamento
dei TFR/TFS nei fondi pensione. Per riuscirci abbiamoiniziato a costruire
un COMITATO CONTRO LO SCIPPO DEL TFR, aperto a tutti (senza alcuna
discriminazione di tesseramento sindacale) e costituito a partire
direttamente dai posti di lavoro.

Un comitato per organizzare la battaglia nei posti di lavoro, che non si
limita a rigettare la pratica del "silenzio assenso", ma che vuole
organizzare assemblee e l'approvazione di mozioni contro il versamento del
TFR/TFS nei fondi pensione, interventi nel territorio e nel sociale,
fornire materiale di propaganda e documentazione a tutti coloro che non
vogliono una pensione precarizzata.

Un comitato e una campagna unitari e aperti, senza alcuna preclusione:

* Per organizzare il rifiuto del versamento dei TFR/TFS nei fondi pensione
e il silenzio-assenso previsto dal prossimo settembre

* Per ridare la piena disponibilità del TFR/TFS a tutti i lavoratori
giovani e precarizzati che ne sono stati privati

* Per il ristabilimento delle pensioni pubbliche e il sistema di calcolo
retributivo

* Per abrogare le varie controriforme pensionistiche Amato, Dini, Prodi,
Berlusconi che fino ad oggi hanno aumentato l'età pensionabile e ridotto
le pensioni, affidandone i destini ai mercati finanziari con i fondi
pensione

* Per dare vita a una mobilitazione contro il furto dei TFR/TFS, che
partendo da questa battaglia, possa anche divenire uno strumento per
continuare una lotta comune contro la sempre maggior precarizzazzione dei
lavori e della vita, a cominciare dall'abrogazione del "Pacchetto Treu" e
della "Legge 30" che ne sono i principali responsabili.


Da: "officina" <officina@controloscippodeltfr.org>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center