A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Turchia: Obiettore di coscienza gay - 4 anni di galera. 9 dicembre 2005: Giornata internazionale di lotta

Date Mon, 5 Dec 2005 19:34:27 +0100 (CET)


Care amiche e amici,
Vi scriviamo per chiedere il vostro appoggio per Mehmet Tarhan, un
anarchico gay obiettore di coscienza ?totale? che in Turchia è stato
condannato a quattro anni. Nella prigione militare è stato picchiato e
torturato da guardie e detenuti omofobici.
Speriamo che vi possiate unire a noi e ad altre organizzazioni a livello
internazionale mobilitandovi per il 9 dicembre 2005. Fino ad ora ci sono
eventi programmati in Turchia, Inghilterra, Finlandia, Francia, Germania,
Italia (Venezia), Polonia, Scozia, Serbia e Stati Uniti, e vanno dal
volantinaggio ai picchetti di ambasciate e uffici turistici turchi ai
blitz di email/fax (vedere volantino). Sarebbe splendido se poteste
organizzare una protesta lo stesso giorno, grande o piccola che sia.

Siamo donne lesbiche e bisessuali e uomini gay ed etero attivi nello
Sciopero Globale delle Donne, e da maggio abbiamo organizzato una campagna
in appoggio a Mehmet Tarhan con la sua famiglia e i suoi sostenitori in
Turchia. Mehmet tornerà sotto processo davanti a un tribunale militare il
15 dicembre. Aiutiamolo a uscire di prigione e a vincere la causa!

Per maggiori informazioni visitate il sito web: www.refusingtokill.net,
dove domani sabato 3 dicembre sarà pubblicata la versione PDF del
volantino (che garantiamo migliore del messaggio in appendice), nel caso
lo vogliate usare.

Saremmo liete/i di discutere con voi altri dettagli. Potete raggiungerci
(in inglese o italiano) al numero del Crossroads Women?s Centre di Londra
indicato sopra, oppure, per quelli che parlano solo italiano tel. 00 44
780 378 9699.

Speriamo di sentirvi presto,


Didi Rossi (Wages Due Lesbians)
Giorgio Riva (Payday)

wages due lesbians/Payday
PO Box 287
London NW6 5QU
England
Tel 0207 482 2496
Fax 020 7209 4761

wages due lesbians wdl@crossroadswomen.net http://www.allwomencount.net
Payday payday@paydaynet.org http://www.refusingtokill.net

Wages Due Lesbians (Lesbiche per il Salario Dovuto) è una rete
internazionale multirazziale che conduce una campagna per i diritti
economici, legali e umani delle donne lesbiche/bisessuali.

Payday è una rete internazionale multirazziale di uomini, gay ed etero,
che lavora con il Global Women?s Strike (Sciopero Globale delle Donne).


**********************

Mehmet Tarhan libero!

Obiettore di coscienza gay in carcere in Turchia
9 dicembre 2005: Giornata internazionale di lotta

Mehmet Tarhan è un anarchico gay, obiettore di coscienza "totale" - contro
tutte le guerre e qualsiasi alternativa al servizio militare. E' stato
condannato a quattro ani da un tribunale militare per "insubordinazione".

La Turchia non riconosce l'obiezione di coscienza e non fornisce
alternative al servizio militare.

Per i militari turchi l'omosessualità è una "malattia". Chi fa domanda di
esenzione per omosessualità deve sottoporsi a una visita anale e spesso
fornire un video di un rapporto sessuale.

E' l'equivalente del famigerato "test di verginità" che la polizia e
l'esercito turco usano da anni per stuprare e aggredire sessualmente le
donne, in particolare le donne curde.

Mehmet ha rifiutato l'etichetta di "malato" perché è gay e ha rivendicato
il suo diritto all'obiezione di coscienza. La Corte Militare d'Appello ha
annullato la sentenza di prima istanza, lo ha minacciato di stupro
giudiziario e ha ordinato un nuovo processo il 15 dicembre.

**********************

Proteste internazionali: Wages Due Lesbians e Payday organizzano un
picchetto davanti alle Turkish Airlines a Londra e una manifestazione
d'informazione in centro a Filadelfia ? Altre proteste annunciate finora
in Turchia (Istanbul, Ankara, Smirne, Sivas) ? Finlandia (Helsinki) -
Francia (Parigi) - Germania (Francoforte, Berlino, Mainz, Münster) -
Italia (Venezia) - Olanda (l?Aia) - Polonia (Varsavia) - Serbia (Belgrado)
- Stati Uniti (New York), Scozia (Glasgow) ...

Vedi il sito web di Payday www.refusingtokill.net

**********************

In prigione da aprile, Mehmet Tarhan è stato aggredito e torturato da
detenuti e guardie. E' stato messo in isolamento perché rifiuta la
disciplina della prigione militare. E' entrato due volte in sciopero della
fame (per 28 e 34 giorni) esigendo che i suoi aggressori vengano puniti.
Potete scrivergli a: 5. Piyade Egitim Tugayi, Askeri Cezaevi, Temeltepe ?
Sivas, Turchia.

**********************

Esigiamo:

+ La fine della tortura mentale e fisica di Mehmet Tarhan, la sua
immediata liberazione e il suo congedo immediato dall'esercito;
+ Il riconoscimento dei diritti degli obiettori di coscienza da parte
della Turchia;
+ L'abolizione della definizione dei militari turchi dell'omosessualità
come malattia, che richiede una visita anale e "prove" visive.

Blitz di email & fax:

Dovunque siate il 9 dicembre, fate sapere alle autorità turche che Mehmet
non è solo.
Mandate queste rivendicazioni per email o fax a:
Primo Ministro Recep Tayyip Erdogan
fax: +90 312 417 0476
rte@akparti.org.tr

e all'ambasciata turca di Roma:
fax: 06 488 24 25 turchia@turchia.it
e mandate in cc a payday@paydaynet.org

************************

Sì al diritto all?obiezione di coscienza, no al diritto di uccidere

Il caso di Mehmet Tarhan è un segnale per il movimento internazionale
contro la guerra e per il diritto all?obiezione di coscienza. Come molta
gente di base, Mehmet non ne vuole sapere dell"eguaglianza" propugnata da
alcune/i nel movimento delle lesbiche e dei gay: il diritto a fare il
militare, cioè il diritto a uccidere e a fare la guerra.

?Se danno ai gay il ?diritto? di fare il militare, non andrò certo in giro
a dire ai gay ?hei, andiamo a fare il militare?. Non devono farlo. E gli
eterosessuali non devono farlo neanche loro?.

Mehmet Tarhan


Da: "payday" <payday@paydaynet.org>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center