A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Torino: Comunicato della FA Torinese sul corteo del 28 luglio

Date Tue, 2 Aug 2005 11:06:04 +0200 (CEST)


La Torino che resiste al fascismo che avanza, al clima di guerra, alle
leggi speciali, alla criminalizzazione dell'opposizione sociale, agli
sgomberi dei posti liberati, alla devastazione del territorio, alle leggi
razziste, ad un modello di città ancora targato Fiat si è data
appuntamento ieri sera davanti al Fenix sgomberato. Eravamo in tanti a
gridare che l'antifascismo non si arresta, che gli antifascisti
incarcerati il 20 luglio li vogliamo liberi e subito.
Un corteo comunicativo in cui si sono ritrovate le molte anime in cui si
articola l'opposizione sociale sotto la Mole, la dimostrazione che chi
crede che Torino sia ormai pacificata, chiusa nella rassegnazione, piegata
di fronte ad un presente fatto di precarietà, ingiustizia e repressione ha
fatto i conti senza il movimento. Ha fatto i conti senza gli uomini e le
donne che vogliono una città diversa e la stanno costruendo.

Il momento è difficile. Siamo in guerra: in nostro nome truppe tricolori
occupano il territorio iracheno e quello afgano, contribuendo attivamente
ad un bagno di sangue senza fine, che non risponde alla follia
integralista, alla barbarie kamikaze, ma la alimenta quotidianamente,
cancellando qualsiasi prospettiva di libertà e giustizia. Il terrorismo di
stato che bombarda, opprime ed uccide in Iraq e Afganistan, qui, sul
fronte della guerra sociale, ruba a ciascuno di noi le esili libertà e
tutele di cui godiamo. Le leggi speciali di Pisanu non fermeranno nessun
kamikaze ma sono rivolte contro noi tutti, contro quelli che alzano la
testa e rifiutano un ordine sociale ingiusto.

Nella Torino preolimpica il governo della città, in concorrenza con i
(post) fascisti per una medaglia alle olimpiadi della repressione, ha
trovato una magistratura come sempre disponibile, un Tatangelo che da mesi
sta avocando a se tutti i processi "politici" in città, che ha tirato
fuori accuse al limite del ridicolo pur di cacciare in galera un po' di
anarchici e comunisti, pur di sgomberare un posto che esibiva uno
striscione in cui si ricordava che "lo stato uccide". Dopo il corteo del 2
luglio, ieri sera è stata un'importante occasione per dimostrare a
Chiamparino, Pisanu e soci che la pacificazione olimpica non passerà, che
la repressione non ferma la volontà di chi lotta per un riprendersi in
mano il proprio presente e per dare l'assalto al proprio futuro.

I poteri forti in questa città sono avvertiti: non bastano le botte, le
cariche, le denunce, la criminalizzazione, il carcere a fermare chi vuole
una società di liberi ed eguali. Libertà per gli antifascisti, libertà per
tutti.

Federazione Anarchica Torinese - FAI
Corso Palermo 46

Per info:
fat@inrete.it
011 857850
338 6594361

Da: Federazione Anarchica Torinese <fat@inrete.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it


A-Infos Information Center