A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Alternativa Libertaria - aprile 2005: Resistenza e Lotta di classe

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Sat, 23 Apr 2005 15:29:06 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

La Resistenza non Ŕ stata solo quella del '43-45, ma la lunga lotta a
fascismo e nazismo che ha coinvolto milioni di persone. Fascismo e
nazismo avevano rappresentato la "controrivoluzione preventiva", come
disse Luigi Fabbri giÓ nel 1922, per arginare i movimenti delle masse
contro la struttura capitalistica alla quale nel dopoguerra avevano dato
una bellla spallata, in quella lunga battaglia che giÓ allora gli
anarchici chiamarono "guerra di classe". I regimi pi¨ autoritari sono
sempre al servizio di forze economiche che vogliono far la guerra alle
lotte emancipatrici dei lavoratori, sono una variabile del dominio
capitalistico. Questo avevano capito profondamente quanti, uniti nella
lotta, hanno fatto la Resistenza.

I comunisti anarchici non dimenticano quanti hanno lottato contro le
terribili dittature fascista e nazista. In questi giorni di celebrazioni
del 60░ della Liberazione, rivendichiamo i combattenti e i morti, uomini
e donne animati da spirito libertario che hanno fatto la Resistenza
armati e non armati, per la reale Liberazione dell'Italia e dell'Europa
dal nazifascismo. La Liberazione dell'Italia Ŕ stata opera del popolo che
si Ŕ ribellato al dominio nazifascista, frenato poi nella sua volontÓ di
andare fino in fondo e realizzare un completo cambiamento della societÓ
dalle forze occupanti, dalle forze politiche loro alleate e dalle scelte
"democratiche" e di compromesso del Partito Comunista.

Oggi mentre ricordiamo le lotte del secolo scorso contro le forze
reazionarie, di cui la Resistenza Ŕ stata una parte importante, dobbiamo
assistere alla ripresa delle formazioni nazifasciste che nascondono
dietro il doppiopetto la volontÓ di lottare contro chi si richiama nelle
sue azioni ai valori della Resistenza di lungo periodo, e arrivano fino
alla rivendicazione della "parificazione" fra partigiani e repubblichini.
I morti non parlano pi¨, ma noi possiamo parlare per loro e dire
chiaramente che questo disegno non passerÓ.

Lo sappiano anche tutte quelle forze che continuano a dirsi di sinistra,
ma hanno permesso con le loro aperture ai fascisti di riaprire le sedi.
In questi giorni un sindaco, a Pontedera, ha chiuso la sede di Forza
Nuova per motivi di ordine pubblico, la presenza della forze fasciste non
era ammissibile, ha sostenuto, anche se Ŕ stato loro permesso di
costituirsi in regolare partito.

Oggi come ieri per battere i disegni reazionari Ŕ necessario:

* riprendere la lotta anticapitalista e internazionalista, per l'unitÓ
dei lavoratori, italiani ed immigrati, per la rivendicazione delle
libertÓ individuali in tutti i campi, il rispetto delle persone di ogni
condizione sociale, civile e di ogni provenienza;

* lottare uniti contro la presenza delle forze che si richiamano
all'ideologia fascista, fino alla loro definitiva sconfitta;

* riprendere una opposizione di classe, che non accetti alcun compromesso
e rivendichi, praticandoli, i valori di opposizione al sistema
capitalistico per i quali uomini e donne si sono sacrificati fino alla
morte;

* riannodare i fili della Resistenza significa in pratica lotta di
classe, per la realizzazione di un mondo di persone libere ed uguali.

Il 25 aprile 1945 uomini e donne che sfilavano nelle cittÓ liberate
avevano negli occhi le brutture dei regimi fascista e nazista per la cui
disfatta avevano duramente combattuto; ma nel cuore avevano la speranza
di un mondo totalmente diverso, dove la libertÓ economica e il rispetto
dei diritti di tutti fossero le basi della nuova societÓ.

E la loro lotta, e la nostra, continua.

=========
Alternativa Libertaria - aprile 2005
Foglio telematico della Federazione dei Comunisti Anarchici

Scaricabile in formato PDF a:
http://www.fdca.it


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center