A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Quincinetto e Torino: foto dell'iniziativa antiTAV del 16 aprile

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 21 Apr 2005 11:38:51 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Iniziative di informazione contro la TAV, l'alta velocità ferroviaria, in
Val Susa si sono svolte nel pomeriggio di sabato 16 a Quincinetto, Torino
e Milano: foto a quest'indirizzo:
http://italy.indymedia.org/news/2005/04/777231.php
*****
Nel pomeriggio di sabato 16 a Quincinetto si è svolta un'iniziativa di
controinformazione sull'Alta velocità in Val di Susa. La scelta di
Quincinetto, piccolo paese di montagna in provincia di Torino poco prima
dell'imbocco della Val d'Aosta, è dovuta alla presenza in paese della
Cogeis, ditta consociata della CMC di Ravenna che ha vinto l'appalto per
la costruzione a Venaus di un tunnel di servizio di nove km collegato
alle due "canne" principali di 52 chilometri. Le due gallerie, traforando
la montagna da Venaus a S. Jean de Maurienne, sono destinate a produrre
danni ambientali considerevoli (taglio delle falde, estrazione di
materiali pericolosi quali l'uranio e l'amianto, etc.). Si tratta, lo
dicono con "orgoglio" le stesse ditte che hanno vinto l'appalto per conto
del General Contractor LTF (Lyon Turin Ferroviarie), di realizzare una
linea di "pianura" (con pendenza non superiore al 12%) in montagna (la
montagna in questione è l'Ambin, 3.500 metri di altezza).

La ditta che guida la cordata vincitrice l'appalto è la CMC di Ravenna,
una cooperativa rossa, che in materia di TAV ha una lunga esperienza:
suoi i lavori che hanno devastato il Mugello e per i quali è sotto
processo. Oltre alla CMC ci sono ditte di Roma e Milano (Geotecna),
Faenza (Bentini Costruzioni), Quincinetto (TO) (Cogeis).

A Quincinetto il sindaco ha fatto sgomberare dalle auto la piazza sulla
quale si affaccia la sede della Cogeis. Sull'ordinanza si leggeva che ciò
era dovuto ad un presidio di protesta organizzato da gruppi
"Anarchici/no-global". Oggi pomeriggio la piazza "Armonia e concordia" si
presentava come un fortilizio presidiato da carabinieri e chiuso da
camionette. L'assurda militarizzazione della piazza era notata anche
dagli abitanti che chiedevano curiosi informazioni sulle ragioni della
nostra presenza e si stupivano per un tale spiegamento di forze. Appeso
in centro alla piazza uno striscione e la bandiera contro la TAV, mentre
un gruppo manteneva il presidio, in buona parte abbiamo lasciato la
piazza desertificata ai tutori del disordine statale e ci siamo sparsi
per le vie del paese volantinando ed affiggendo manifesti. A pomeriggio
inoltrato, dopo aver diffuso per la città la nostra protesta, abbiamo
appeso lo striscione inizialmente posto in centro alla piazza sulla
cancellata di ingresso della Cogeis. Sullo striscione era scritto "No
TAV, No Tunnel di Venaus! Cogeis criminali". Nonostante l'allarmismo ad
arte provocato dall'ordinanza del sindaco, l'iniziativa, cui hanno preso
parte anche rappresentanti del Comitato anti Tav di Pianezza, è
pienamente riuscita. Un primo passo perché possa prendere avvio una
campagna di boicottaggio delle ditte impegnate in un progetto di
distruzione ambientale, che, se attuato, potrebbe trasformare in un
deserto una delle più belle valli alpine, già duramente provate da due
statali, da una linea ferroviaria internazionale e da una mostruosa
autostrada.

A Milano i compagni della FAI milanese, al presidio di solidarietà con i
prigionieri di via Corelli in sciopero della fame, hanno distribuito un
volantino contro la TAV e di informazione su un'altra delle ditte che
prenderanno parte ai lavori a Venaus, la Geotecna, che ha sede a Milano.

A conclusione della giornata nella centralissima galleria S. Federico di
Torino, affollata dal consueto via vai del sabato pomeriggio, uno
striscione con la scritta "L.T.F: criminali. No Tav" firmato FAI è stato
fissato alle colonne antistanti l'ingresso della sede di "Lyon Turin
Ferroviare", il general contractor cui è affidata la costruzione della
tratta centrale della TAV tra Torino e Lione. Volantini sono stati
lasciati sul posto.

Si tratta di piccoli segnali di solidarietà verso la gente della Val Susa
impegnata da oltre un decennio nella lotta contro un progetto di
devastazione ambientale di proporzioni enormi. Nelle prossime settimane e
mesi questa lotta entrerà in una fase cruciale: in val Susa la
popolazione è decisa a bloccare questo progetto di morte, perché vuole
continuare a vivere nel proprio territorio senza dover pagare dazio ad
una modernità che corre sempre più forte sui binari della distruzione
irreversibile di beni che non hanno prezzo come l'aria, l'acqua, le
montagne.

Allarghiamo la lotta, boicottiamo le ditte impegnate nella distruzione
della Val Susa! I valsusini non sono soli: la loro lotta è anche la
nostra lotta per un ambiente più vivibile per una civiltà fondata sulle
persone e non sul profitto, sulla qualità della vita e non sulla
velocità.

Per info:
Federazione Anarchica Torinese
Corso Palermo 46 - tutti i giovedì alle 21
fat@inrete.it
338 6594361

Da: Federazione Anarchica Torinese <fat@inrete.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center