A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Pordenone: Piazza Risorgimento - nessuna tolleranza con i xenofobi!

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Mon, 11 Apr 2005 14:50:42 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Un fatto di cronaca avvenuto alcuni giorni fa in piazza Risorgimento, che
ha visto coinvolti due giovani migranti, oggi da luogo a becere
strumentalizzazioni, dietro le quali si celano atteggiamenti xenofobi ed
escludenti.
Senza prima chiarire il movente, si fa passare una lite come un problema
di ordine pubblico, evocando addirittura il Far West e l’incubo delle
faide mafiose, per chiedere poi a gran voce interventi radicali al fine
di garantire "ordine e sicurezza".
Mi chiedo, come mai quando a provocare una lite fuori da un bar sono gli
italiani, oppure i militari americani (che in quanto a risse ne sanno
qualcosa), nessuno si preoccupa di invocare l’intervento delle
istituzioni, di organizzare ronde o di installare telecamere? E’ evidente
la malafede! Con la riproposizione di uno schema menicheo, nel pensiero
di questi paladini dell’ordine esiste una concezione del mondo che divide
le persone in "buone" o "cattive" e in cittadini di serie A e serie B.

Infatti, tra i principali promotori di questa campagna sull’"emergenza
criminalità" troviamo in prima fila due formazioni politiche (AN e Lega
Nord) che sono anche le promotrici di una modifica di legge
sull’immigrazione che si è ispirata all’idea che lo straniero sia un
potenziale delinquente. Una legge che discrimina gli individui sulla base
delle differenze culturali o del colore della pelle, recentemente
bocciata dalla Consulta per incostituzionalità.

L’intento è quello di creare una "giustificazione" a livello mediatico
per inseguire modelli di "tolleranza zero", con una strategia di
controllo totale (vedi videosorveglianza), facile e pronta per tutti, che
andrà a limitare le libertà più essenziali in nome di una "emergenza" ben
costruita.

Di qui, l’individuazione di un "nemico comune" attraverso il quale
alimentare una "guerra tra poveri": oggi contro gli immigrati e i
"giovani fannulloni", domani contro chi sciopera o lotta per affermare i
propri diritti. L’importante è mantenere inalterato lo stato delle cose!

Per questo, è più facile indirizzare verso i soggetti più deboli
l’origine del malessere sociale, determinato da un’aggravarsi della
situazione economica, l’unica vera causa della nostra precarietà e
insicurezza, per scongiurare il rischio di trovarsi la gente in piazza;
magari a lottare uniti per il superamento di un modello sociale
gerarchico fondato sullo sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

Lino Roveredo
(Iniziativa Libertaria)

Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center