A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trke_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato della Rete Antirazzista Siciliana sulle deportazioni di massa

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 20 Oct 2004 11:18:57 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

DEPORTAZIONI DI MASSA
A Lampedusa, nei giorni scorsi, accaduto il peggio. Il governo italiano
ha pianificato, organizzato e messo in atto una serie di deportazioni di
massa per "svuotare" rapidamente il Centro di Permanenza Temporanea
dell'isola. Centinaia e centinaia di immigrati sono stati letteralmente
deportati in Libia, con pratiche e metodi che ricordano i periodi pi bui
della storia europea. Siamo tornati ad una situazione in cui lo Stato
dichiara guerra a chi diverso, indesiderabile, indifeso.

Nel silenzio assordante di TV e giornali - troppo abituati a riportare le
veline delle questure o le ipocrite dichiarazioni del ministro Pisanu -
si consumato un dramma collettivo con sistematiche e prolungate
violazioni dei diritti umani e civili. Alcune/i attiviste/i della Rete
Antirazzista Siciliana si sono personalmente recate/i a Lampedusa per
vedere da vicino l'orrore e comunicarlo all'esterno. Il Centro di
Permanenza Temporanea (CPT) di Lampedusa un lager a tutti gli effetti:
gli immigrati vengono ammassati in gran numero all'interno di inospitali
container. Dormono per terra, nella sporcizia, senza suppellettili di
nessun tipo. Le condizioni igieniche dei cortili esterni sono
allucinanti: cataste di spazzatura, odore e puzza nauseabondi, bagni
senza porte, escrementi e urine ovunque.

Gli immigrati vengono tenuti in condizioni subumane, e anche dal punto di
vista giuridico non viene rispettata nessuna delle procedure obbligatorie
per chi arriva nel nostro Paese. A nessuno viene chiesto se intende
inoltrare domanda di asilo politico, a nessuno viene fornita assistenza
medica o legale. Le delegazioni di militanti e parlamentari che hanno
fatto ingresso nel CPT hanno appurato che fra i trattenuti vi sono anche
minorenni, e un minorenne non pu - per legge - stare rinchiuso l.

Le deportazioni sono avvenute in modo agghiacciante: gruppi di
trenta/quaranta uomini messi faccia al muro, ammanettati con lacci di
plastica, lasciati in attesa sotto il sole cocente, senza che nessuno li
informasse sul loro destino. Infine, quattro e pi aerei cargo militari
C-130 sui quali le persone vengono condotte sotto la vigile scorta di
carabinieri, polizia e personale dell'associazione "Misericordia" di
Palermo.

La Misericordia di Palermo gestisce il lager di Lampedusa: responsabili e
operatori di questa associazione sono in tutto e per tutto esecutori e
complici di questo scempio. Nel CPT di Lampedusa non c' n accoglienza
n assistenza. La Misericordia di Palermo collabora attivamente nelle
procedure di imbarco e deportazione di centinaia di esseri umani. E' una
vergogna che va' denunciata a chiare lettere: non tollerabile che certi
soggetti continuino a spacciarsi per operatori di volontariato che fanno
del bene al prossimo. Tutti i Centri di detenzione per immigrati sono dei
lager, poich rispondono all'esigenza di trattenere e imprigionare
cittadini di altri paesi che non hanno i documenti in regola. E a
Lampedusa abbiamo visto con i nostri occhi cose che non possono essere
taciute. Gli accordi che il governo italiano ha stipulato col governo
libico servono a questo: in cambio di soldi, armi e addestramento della
polizia libica, Gheddafi si preoccuper di accogliere "adeguatamente" gli
immigrati che arrivano in Italia. E' per questo che la gente viene
deportata in Libia, ed cos che gli affari tra potenti vengono
stipulati sulla pelle di chi non ha nessuna voce.

CONTINUEREMO A DENUNCIARE QUESTI CRIMINI FINO A QUANDO TUTTO QUESTO NON
AVRA' FINE!

LIBERTA' PER TUTTI I MIGRANTI!

Rete Antirazzista Siciliana


Da: FdCA Palermo <fdcapalermo@fdca.it>





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center