A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Documento conclusivo IV Assemblea del Sindacalismo Alternativo e di Base (en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Mon, 29 Nov 2004 19:11:26 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

La IV Assemblea del Sindacalismo Alternativo e di Base tenuta a Milano
il 26-27-28 Novembre 2004 a cui hanno partecipato Cib Unicobas, Cgt, Cnt,
Cub, Emancipation, G10 Solidaire, Orsa, Pt, PAME, SISA, Usi, presenti lac,
Sac, Sindcobas, dopo un lungo e partecipato dibattito rimarca i seguenti
punti:
1) La globalizzazione liberista ha rotto i confini nazionali degli
assetti produttivi e finanziari, uniformato ed esteso le logiche dello
sfruttamento e velocizzato lo smantellamento del sistema di garanzie
sociali. Essa rappresenta una ulteriore fase espansiva del capitalismo
caratterizzata dall'allargamento dello sfruttamento dei lavoratori, dal
saccheggio delle risorse energetiche ed ambientali, dall'allargamento
delle distanze tra paesi ricchi e poveri, dalla concentrazione delle
ricchezze in poche mani. In altri termini, l'attuale processo di
globalizzazione rappresenta una vera e propria dichiarazione di guerra
dei ricchi contro i lavoratori, pensionati e poveri per il potere e la
ricchezza. La precarietà è il Iato "civile" della guerra permanente che
viene scatenata dal liberismo contro i popoli e contro i loro diritti.
La guerra vera e propria è il nostro avversario principale, ma subito
dopo di essa, viene l'altro pilastro del liberismo: la precarizzazione
del lavoro.

2) La lotta alla precarietà lavorativa e sociale che va coniugata con la
lotta per i diritti sociali, al lavoro e al reddito è un terreno su cui la
CES non ha iniziativa essendo legati alle politiche concertative con
governo e padroni, rappresenta invece un terreno concreto su cui i
sindacati di base possono assumere un ruolo concreto, al di la della loro
forza attuale. Si ritiene inoltre necessario che il sindacalismo di base
europeo assuma la giornata del 10 maggio, storica giornata di lotta e di
festa dei lavoratori di tutto il mondo, quale giornata comune di
mobilitazione con la precarietà lavorativa e sociale, impegnandosi a
produrre iniziative come, per es. in Italia il MayDay.

3) E' in corso un attacco ai diritti di tutte/i senza precedenti nel
nostro continente, ma anche a livello mondiale. L'attacco ai diritti ci
collega al Trattato Costituzionale Europeo, che è stato firmato a Roma il
29 ottobre e che dovrà essere ratificato in tutti i 25 paesi europei, con
referendum o con approvazione parlamentare. Già a Barcellona abbiamo
approvato un documento che respingeva l'Europa dei padroni e delle banche
e chiedeva un'altra Europa, di pace, democratica e sociale. Il trattato
firmato non contiene in alcun modo i Diritti presenti nella Carta Europea
dei Diritti Sociali, i cui contenuti sono in via di elaborazione nel
movimento sociale europeo e nemmeno quelli dei lavoratori compresi quelli
relativi alle libertà sindacali (diritto di sciopero e democrazia
sindacale oggi sono ad un punto molto basso). Delibera di attivare
nell'ultima settimana di gennaio una campagna di informazione ed assemblee
in tutti i paesi europei sul trattato costuzionale europeo, contro il
quale l'assemblea si conferma radicalmente contraria.
Invita le organizzazioni alla partecipazione a tutte le manifestazioni
nazionali ed internazionali contro il Trattato Costituzionale Europeo e
per i diritti sociali. Alcune organizzazioni sottolineano l'importanza
della partecipazione alle manifestazione del 19 marzo a Bruxelles e del
G8 in Scozia ed invitano ad aderire all'Appello dei sindacalisti per un
altra Europa.

4) Delibera di rafforzare il lavoro a livello settoriale in modo da
produrre analisi e mobilitazioni comuni così come avviene nel settore del
trasporto ferroviario e come comincia ad avvenire nella scuola, nelle
poste, sui temi delle donne.

5) L'Assemblea decide di riconvocarsi per la V assemblea che si terrà
alla fine del 2005 che si auspica, come sempre, allargata ad ulteriori
nuove organizzazioni interessate al nostro processo.

6) Viene insediato un gruppo di lavoro composto da rappresentanti di tutte
le organizzazioni, per proseguire la discussione fatta a Milano e per
preparare l'Assemblea del prossimo anno il gruppo di lavoro si riunirà
almeno una volta all'anno.

Milano 28 novembre 2004

Da: "Unione Sindacale Italiana" <info@usiait.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center