A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Denuncia dell'USI-AIT sulle provocazioni poliziesche del 13 novembre a Mestre

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Mon, 15 Nov 2004 11:03:11 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

La Segreteria dell'USI-AIT denuncia il clima di intimidazione e le
provocazioni poliziesche che hanno caratterizzato la manifestazione
antimilitarista contro la guerra e contro il vertice della NATO svolta a
Mestre il 13 novembre. Manifestazione a cui l'USI-AIT ha aderito
partecipandovi con suoi militanti provenienti da varie regioni.
La città di Mestre (come quella di Venezia) e le principali stazioni
italiane da cui partivano manifestanti sono state militarizzate.
Il corteo è stato imprigionato per tutto il tempo, in tutti quattro i
lati, da un numero enorme di poliziotti in assetto antiguerriglia che si
sono abbandontati a ogni tipo di provocazione contro i manifestanti
(spinte continue, manganellate, cani aizzati contro i compagni,
insulti,ecc.).

Tra l'altro vi è stata anche una carica a freddo contro il corteo e
alcuni compagni sono stati colpiti.

Allucinante anche il clima in cui si sono svolti gli interventi finali
(tra i quali quello del Segretario dell'USI-AIT), in una piazza
completamente circondata da poliziotti armati e con un elicottero della
polizia che volteggiava proprio sopra il furgone accanto al quale i
compagni parlavano.

Le provocazioni sono continuate anche dopo la conclusione della
manifestazione. I compagni che si dirigevano alla stazione si sono visti
sbarrata la strada dai poliziotti armati che hanno nuovamente fatto
azioni di intimidazione e insultato chi chiedeva spiegazioni.

Una pagina che ben riflette l'attuale situazione italiana dove è sempre
più difficile potersi esprimere liberamente e dove quotidianamente sono
fatte a pezzi le più elementari libertà.

L'USI-AIT, che ha partecipato coi suoi compagni al servizio d'ordine in
difesa della manifestazione (resosi necessario per fronteggiare le
continue provocazioni della polizia) applaude all'operato di tutti i
promotori e i manifestanti che, grazie alla loro responsabilità e alla
loro compattezza, hanno permesso di poter concludere l'iniziativa
arginando le continue provocazioni. Nonostante abbiano cercato di
impedirlo anche a Mestre, e in coincidenza col vertice NATO di Venezia,
le realtà libertarie e antimilitariste sono riuscite a portare in piazza
la vera voce dell'opposizione alla guerra e a ogni militarismo.


La Segreteria USI-AIT
(Careri Gianfranco)

Dal forum di Lotta di Classe
http://www.lottadiclasse.it




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center