A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Bologna: volantino iniziative antimilitariste

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Tue, 2 Nov 2004 12:23:43 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

4 novembre 2004: contro tutte le guerre e gli eserciti.
Per l’immediato ritiro delle truppe dall’Iraq e da qualsiasi altro angolo
della terra!
---
Le guerre e gli eserciti sono strumenti nelle mani delle cricche
dominanti per accrescere il loro potere esercitando violenza e
sopraffazione ai danni di altri gruppi sociali. Poco importa se sono
all’interno o all’esterno di quelli che loro stessi hanno dichiarato
essere i confini nazionali. Per i potenti della terra la guerra ed il
militarismo sono sempre necessità vitali. Attraverso di essa cercano di
allargare ed approfondire la loro sfera di dominio ed aumentano nel
contempo le loro ricchezze. Prima con la costruzione e la fornitura delle
attrezzature per i massacri e le demolizioni, poi con l’assistenza ai
superstiti e la ricostruzione. Ciò che fa più piacere alle cricche del
potere è che, con la guerra, riescono a farsi riconoscere l’epiteto di
condottiero, di salvatore della patria, di paladino della libertà e del
bene comune contro il nemico. Tutto ciò affinché i sottomessi e gli
sfruttati accettino autorità e privilegi, senza pensare a diritti e
libertà negate. Quando poi, di cattivi, di nemici, non se ne trova di
disponibili, neanche a cercarli ed a provocarli, le cricche dominanti non
esitano ad inventarli ed a costruirli. Sono quindi sempre le stesse mani
lorde di sangue del potere che provocano il panico tra i poveretti e gli
indifesi con gesti di aggressione o di cieco terrore, per poi
costringerci ad indossare le loro divise per spedirci ancora a
massacrare ed a farci massacrare. Noi anarchici queste divise le abbiamo
da tempo rifiutate ed abbiamo rigettato l’idea stessa di confine
nazionale, abbiamo sradicato da noi stessi l’idea di poter esercitare il
dominio o di condiscendere ad essere dominati, di poter imporre culture o
religioni piuttosto che di subirne l’imposizione, di accondiscendere a
riversare su qualsiasi abitante della terra violenza o sopraffazione, o
anche solo a giustificare chi lo faccia.

Le armi, quando non le abbiamo rigettate o distrutte, le abbiamo rivolte
contro chi ha progettato ed ordinato la violenza ed il genocidio. E’
proprio per questo che gli anarchici ed i sovversivi sono i primi nemici
che gli eserciti e le polizie di tutto il mondo devono annientare per
salvaguardare l’esistenza stessa del dominio e dello sfruttamento, uniche
reali cause di ogni guerra.

Solo la distruzione del potere e la costruzione della società anarchica
potranno realizzare un mondo senza guerre.

Lottiamo quindi per l’internazionalismo, la libertà e la giustizia
sociale!


L’assemblea degli Anarchici riuniti al Cassero di Porta S.Stefano il 28
ottobre 2004


Stampato a cura del Centro Stampa Gino Fabbri,
per il Gruppo di Studio e Propaganda Antimilitarista Maria e Libero dal
Fosco CIRCOLO ANARCHICO DI STUDI SOCIALI C. BERNERI Cassero di porta s.
stefano n.1, Bologna
per contatti: laquestionesociale@libero.it


APPUNTAMENTI ANTIMILITARISTI dal 4 novembre.


Giovedì 4 novembre, ore 21,
Cassero di porta S.Stefano 1: assemblea per la preparazione delle
iniziative contro la guerra.

Sabato 6 novembre, ore 15,
Piazza 8 agosto (Piazzola): presidio e volantinaggio contro tutte le
guerre e gli eserciti e per il ritiro delle truppe dall’Iraq e da
qualsiasi altro territorio del Mondo.

Martedì 9, ore 21,
Cassero di porta S. Stefano 1: conferenza dibattito con la partecipazione
di Achille Ludovisi "La potenza e la nocività del militarismo, i suoi
costi e le sue strategie di annientamento dell’intera Umanità".

Venerdì 12 novembre,
Scuola dei Calegheri / Campo S. Tomà, a Venezia alle ore 15: convegno
"Sotto il segno della Nato", e intervento teatrale "La guerra spigata ai
poveri", di E. Flaiano.

Sabato 13, ore 11,30
appuntamento in stazione per recarsi alla manifestazione antimilitarista
ed antiautoritaria a Mestre, proposta dal Coordinamento Anarchico Veneto,
dalla Assemblea Antimilitarista ed Antiautoritaria e dalla Federazione
Anarchica Italiana.
1) contro lo stato di guerra e le sue conseguenze repressive e
discriminanti nei confronti dei "nemici interni": immigrati, lavoratori
non sottomessi, oppositori sociali,
2) contro la Nato, gli eserciti ed ogni apparato militare sia questo
nazionale, europeo od atlantico,
3) contro l’occupazione militare della società e del territorio dai
Balcani all’Afghanistan, dall’Iraq all’Italia,
4) per lo sviluppo dell’insubordinazione sociale contro l’economia di
guerra che taglia le spese sociali ed i salari per finanziare gli
armamenti (solo la portaerei Cavour costa 3 miliardi di euro) e le
imprese interventiste del governo italiano,
5) per lo sciopero generale per fermare la guerra degli stati e del
capitale, 6) per l’alleanza internazionale tra gli sfruttati.
Concentramento per il corteo alle ore14,30, pressi i Giardini di via
Piave (di fronte alla stazione di Mestre).



Dalla mailing list di Contropotere





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center