A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Torino: vietata la piazza? Ci riprendiamo la città!

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 26 May 2004 10:31:00 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Il 2 giugno, festa della Repubblica, che lo Stato italiano da ormai due
anni ha ripreso a celebrare con sfilate di assassini in divisa, in piazza
Castello a Torino - dichiarata per l'occasione zona demilitarizzata -
avrebbe dovuto tenersi l'inaugurazione del "Monumento al disertore", come
momento della campagna "Coprire le vergogne del militarismo". Ma per la
Questura di Torino questo era inammissibile: la manifestazione andava
vietata o, almeno, nascosta. Giovedì scorso, sebbene la comunicazione in
questura non fosse ancora stata fatta, un solerte funzionario ci ha
contattati telefonicamente, annunciando che piazza Castello era vietata
agli antimilitaristi. Dopo la guerra preventiva arriva anche il divieto
preventivo! Convocati sabato in questura i compagni si vedevano proporre
una piazzetta un po' "riparata" in alternativa sia a piazza Castello, sia
ad ogni altra piazza del centro in cui vi fosse passaggio di gente. Un
paio di giorni dopo anche questa proposta è parsa eccessiva e la proposta
è stata ritirata la mattina, ripresa il pomeriggio e nuovamente ritirata
il giorno dopo. Mentre era in corso il gioco delle tre carte con le
piazze e piazzette torinesi, abbiamo inviato la comunicazione che il 2
giugno avremmo manifestato in piazza Castello. La questura ha a sua volta
annunciato la diffida ufficiale.

In un'assemblea svoltasi martedì sera abbiamo deciso che il due giugno
non solo piazza Castello ma l'intera città sarà dichiarata zona
demilitarizzata e che il monumento al disertore verrà inaugurato. Dove e
quando ci parrà più opportuno.

Le nostre città sono piene di monumenti che ricordano assassini in
divisa, gente che si è guadagnata una statua per aver ucciso, bombardato,
sgozzato, torturato, violentato. Queste sono le macerie sulle quali è
edificata la "civiltà".
Cancelliamo queste vergogne dalla nostra storia, dalla nostra memoria,
dal nostro futuro. Ogni 2 giugno ci vorrebbero plaudenti davanti alle
loro parate di morte, di fronte a chi chiama l'omicidio onore e le
frontiere che separano l'umanità patria. Ma noi non ci stiamo: abbiamo
disertato la loro guerra, stracciato le loro bandiere, sputato sulla loro
retorica da caserma. Sappiamo che gli eserciti sono criminali con o
senza il mandato dell'ONU: si muore in Iraq come in Kosovo. Abbiamo
scelto di essere uomini e donne di parte.
La parte degli oppressi, degli sfruttati, dei senzapatria, dei senza
religione. La parte di chi crede che non c'è pace senza giustizia.

Federazione Anarchica Torinese - FAI
Corso Palermo 46 - la sede è aperta ogni giovedì dalle 21,15; mail
fat@inrete.it: tel. 011 857850; 338 6594361

Da: fat@inrete.it




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center