A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Umanità Nova n.9: SignorNI

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 17 Mar 2004 14:49:48 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Quattro militari (o cinque, secondo le versioni), piloti di elicotteri,
impegnati nell'invasione dell'Iraq sono stati segnalati all'autorità
giudiziaria perché si sono rifiutati di compiere il loro dovere
accampando la ragione della scarsa sicurezza dei loro mezzi. La notizia
ha conquistato la prima pagina di qualche quotidiano ed è stata ripresa -
anche se in tono minore - da tutti i media. Il caso risale ad un paio di
mesi orsono ma, evidentemente, la vicinanza temporale con la strage di
Nassiriya aveva sconsigliato di renderla pubblica proprio mentre tutti i
politici erano in piena frenesia patriottarda.
L'avvenimento, minimizzato dalle forze armate e dai rappresentanti del
governo, ha dato modo agli pseudo-oppositori parlamentari di esibirsi in
uno dei classici numeri della retorica militarista, quello del
lamento sulle carenze tecniche dell'esercito che, storicamente, ha
accompagnato tutte le imprese guerresche nostrane e che ha - di solito -
come unico risultato l'approvazione di un ennesimo aumento delle spese
militari. Ma forse quel rifiuto è anche un segnale, per quanto debole,
del disagio e delle difficoltà che l'esercito invasore sta affrontando,
qualcosa che contrasta in modo stridente con la retorica militarista e
con quanto viene propagandato tramite l'asfissiante e continua
apparizione in tutte le trasmissioni televisive dei "nostri ragazzi
impegnati in una missione di pace".

Intanto il governo sta approntando una riforma del Codice militare che
aumenterà le competenze dei tribunali militari e allargherà i confini
della sua applicazione anche al di fuori dello "stato di guerra", in
ossequio alla dottrina statunitense della "guerra infinita".

L'unica opposizione possibile all'imbarbarimento resta ancora una volta
solo l'azione e la propaganda antimilitarista anarchica.

Pepsy


da Umanità Nova, numero 9 del 14 marzo 2004, Anno 84
http://www.ecn.org/uenne





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center