A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Rete dei Ferrovieri in Lotta: La misura è colma

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 17 Jun 2004 13:52:46 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Il contratto indecente firmato da FILT - FIT - UILT e sindacatini
satelliti non è ancora sufficiente a placare la fame smodata delle
società del Gruppo FS, in particolare di Trenitalia. Quest'ultima, non
contenta di aver avuto in dono un orario di lavoro che riporta
viaggiante e macchina indietro di almeno 30 anni, aumenti vertiginosi di
produttività a costo zero, precarietà massiccia ed altre amenità
assortite, si accanisce selvaggiamente contro i lavoratori. Da alcuni
mesi è aumentato il ricorso ai provvedimenti disciplinari da parte di
Trenitalia nei confronti di capitreno e macchinisti rei di pretendere il
rispetto di norme contrattuali, dei regolamenti ferroviari, delle norme
di sicurezza.

Inizialmente tali provvedimenti intendevano colpire le avanguardie di
lotta riconosciute nei vari depositi. Sono così fioccate multe
spropositate e giornate di sospensione a raffica, con il proposito di
fiaccare la resistenza dei lavoratori e di isolare chi tra essi
(delegati rsu ed attivisti) aveva manifestato dissenso rispetto al
contratto, ai continui cedimenti sindacali, alla svendita dei diritti
della categoria ed al progressivo scadimento dei livelli del servizio,
anche sotto il profilo della sicurezza.

Ora la Società pensa di poter fare il "salto di qualità".. Con
l'utilizzo discrezionale e politico del regolamento disciplinare,
Trenitalia cerca di creare un clima di terrore tra i lavoratori. I
licenziamenti dei quattro colleghi liguri e piemontesi (che, lo
ricordiamo, non erano impegnati sindacalmente) vanno letti anche come un
avvertimento all'intera categoria.

Vista la mancata reazione da parte di FILT - FIT - UILT, la Società crede
ora di avere carta bianca e per questo si permette anche di
sperimentare provvedimenti "originali" nei confronti dei propri
dipendenti che si ostinano a lavorare con professionalità e senso del
dovere. In uno di questi provvedimenti "originali" è incappato di
recente un capotreno genovese, "degradato" a conduttore per aver
preteso di mettere in sicurezza il suo treno attenendosi alle norme
emanate da RFI e Trenitalia.

In quest'ultimo caso è evidente che all'intento punitivo si associa la
volontà di umiliare il lavoratore (e con lui tutti noi) dal punto di
vista professionale ma anche umano.

Noi della Rete dei Ferrovieri in Lotta pensiamo che la misura sia
colma. Stiamo organizzandoci in tutti gli impianti del Paese per
costruire dal basso l'alternativa, per costruire un movimento dei
ferrovieri che si opponga alla privatizzazione del servizio
ferroviario, che si batta per un contratto dignitoso. Noi appoggiamo
ogni iniziativa seria proposta dai sindacati. Per questo invitiamo tutti
i ferrovieri della Liguria a scioperare in massa dalle 21 del 17 alle 21
del 18 giugno, proclamato dal SULT. Sarà il modo migliore di rispondere
all'arroganza di questa azienda e dei suoi capetti.

Genova, 16 giugno 2004

RETE DEI FERROVIERI IN LOTTA - GENOVA


Dalla mailing list "Sindacalismo conflittuale"
Mittente: "fabrizio acanfora" <pinelli69 -A- libero.it>





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center