A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Brasile: Posizione di Luta Libertaria sul documento "La Rivoluzione Sociale in Brasile" della UNIPA (RJ) (pt)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Sat, 24 Jul 2004 09:21:01 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Non è un segreto per nessuno che LUTA LIBERTÁRIA mantiene relazioni con
l’UNIPA (ex-FAI/RJ). Intanto, siamo gruppi distinti ed
indipendenti, LUTA LIBERTARIA non fa parte di una stessa organizzazione
con l’UNIPA. Per questo, abbiamo sempre opinioni differenti sugli
aspetti dell’anarchismo e della lotta, manifestandolo direttamente e
francamente all’UNIPA. Ciò nonostante, alcune persone dell’ambiente
libertario ritengono che esista un’identità totale con le nostre idee e i
nostri progetti. Recentemente abbiamo saputo del mutamento di nome della
FAI (Federação Anarquista Insurreição) in UNIPA ed abbiamo
conosciuto il documento dal titolo “La Rivoluzione Sociale in Brasile”
via internet. Proprio conoscendo i rapporti che abbiamo con l’UNIPA molti
compagni che hanno letto il documento hanno chiesto la nostra opinione, e
la concordanza o no con le posizioni espresse nel testo. Poiché il
documento è lungo ed il nostro gruppo ne ha conoscenza da poco tempo,
solo ora siamo riusciti a discuterlo. Sulla base del
dibattito collettivo realizzato attraverso LUTA LIBERTARIA rendiamo
pubbliche le nostre posizioni affinché non ci siano dubbi sull’opinione
del nostro gruppo circa questo documento dell’UNIPA. Il testo che segue è
già stato da noi inviato alla stessa UNIPA.

Ecco la nostra posizione:

Noi di Luta Libertaria concordiamo con il bakuninismo. Si tratta di una
delle referenze teoriche più importanti per noi. Tuttavia, discordiamo
anche con talune proposizioni di Bakunin de non assumiamo la totalità
delle sue proposte, sia per discordanze specifiche, sia perché
consideriamo taluni suoi passagi superati in rapporto alla situazione
attuale. Le nostre posizioni sul bakuninismo sono molto chiare ed
espresse nella conclusione del libro ”BAKUNIN, Socialismo e Liberdade”,
pubblicato dall’Editorial Luta Libertaria.

Il nostro progetto –in costruzione - come affermiamo nel nostro
documento di discussione pubblica, incorpora molto del bakuninismo, ma
incorpora anche molti altri riferimenti libertari, di autori classici, di
movimenti storici e di oggi. Consideriamo pertanto estremamente limitata
la prospettiva dell’UNIPA basata esclusivamente sul
bakuninismo. Sul punto “L’Anarchismo e sua vera storia” verte una delle
nostre principali divergenze col documento. Noi di LL non abbiamo la
preoccupazione di mantenere la fedeltà a questo o a quel pensatore, a
questa o quella corrente. Ciò non significa che siamo privi di
riferimenti chiari e precisi, al contrario. La nostra preoccupazione è
stata quella di integrare coerentemente e teoricamente tutto quello che è
stato prodotto e praticato in un senso rivoluzionario
dall’anarchismo. D’altra parte abbiamo criticato e scartato tutto quel
che consideriamo oltrepassato o inutile nell’ottica rivoluzionaria.
Questa posizione ci fa incorporare o rigettare aspetti di Bakunin,
Malatesta, Proudhon, Makhno, dell’anarco-sindacalismo, dell’anarchismo
espropriatore, e vari altri contributi. Ciascuno con data misura e
intensità. Da un altro lato, alcune manifestazioni libertarie sono per
noi totalmente o quasi totalmente inutili da punto di vista di chi
desidera la rivoluzione. Ciò nonostante, non tralasciamo di riconoscere
che esiste di fatto, storicamente, una diversità di correnti anarchiche
dei tipi più vari, comprese quelle che non cercano il cammino della
rivoluzione sociale. Molte di loro non suscitano in noi alcun interesse e
non abbiamo motivo di rivendicarle; può darsi che servano da
riferimento per altri, per altre pratiche, ma non per pratiche
rivoluzionarie. Nonostante questo, non neghiamo che siano anarchici.
Possono essere anarchici, seppure di un anarchismo che non serva per i
nostri propositi. La posizione dell’UNIPA nell’identificare
l’Anarchismo con Bakunin è per noi sbagliata. E lo diciamo con la
maggiore tranquillità poiché pochi gruppi hanno realizzato un lavoro di
diffusione del bakuninismo - soprattutto della parte “maledetta” ed
omessa del bakuninismo, che fino ad oggi incomoda molta gente, come Luta
Libertaria. Discordiamo dalla classificazione fatta dall’UNIPA di
correnti e pensatori anarchici come revisonisti, liquidazionisti,
eclettici, etc. Anche discordando in grado maggiore o minore con gli
autori ed i movimenti citati, valorizziamo Malatesta, Kropotkin,
Cafiero, gli Anarco-Sindacalisti spagnoli e la FAI, per esempio.
Ironicamente proprio la FAU (Federación Anarquista Uruguaya) citata come
esempio di continuità del bakuninismo dall’UNIPA, rivendica
aspetti dell’anarcosindacalismo, di Kropotkin ed al fianco di Bakunin ha
come principale riferimento Malatesta. Comprendiamo che esistono
differenti correnti dentro l’anarchismo. Correnti che si sono formate se
in differenti epoche e contesti storici, ma hanno prodotto
sdoppiamenti, hanno generato interpretazioni e prodotto azioni che fanno
parte della storia dell’anarchismo, e sulle cui pratiche ed
elaborazioni concordiamo o no. Dal canto nostro riconosciamo che
l’anarchismo possiede storicamente differenti linee di pensiero come già
detto, negarlo vuol dire falsificare la
storia, pratica che abbiamo condannato in alcuni dei nostri avversari.

Riconoscere che queste diverse linee sono esistite, e che concretamente
ancora esistono non significa concordare con i loro contenuti e Luta
Libertaria sempre ha reso pubbliche le sue divergenze con gli altri
anarchici in modo abbastanza chiaro. Peraltro, riconoscere le
differenze è il primo passo per stabilire un dialogo, arrivare anche ad
accordi che siano puntuali e procedere verso l’unione vera.

Il documento a nostro modo di vedere ha anche dei meriti, introduce
discussioni sul programma che sono necessarie. Intanto, la forma che
caratterizza tutto il documento, trattando questioni che per noi
avrebbero un carattere solo introduttivo, perché chiuse e ben definite,
impedisce qualsiasi avanzamento nelle discussioni. Di tutti i problemi
del documento il più grave sta nel tono settario che lo permea
dall’inizio alla fine. Immaginare che le definizioni teoriche ivi
contenute siano indiscutibili, che le proposte strategiche possano essere
il programma della rivoluzione brasiliana è qualcosa che invece di aprire
la discussione con l’ambiente libertario, la impedisce, è qualcosa che
invece di aggregare divide e isola. Quando LUTA LIBERTÁRIA modestamente
passò dall’essere un collettivo editoriale per diventare un gruppo
anarchico organizzato, abbiamo lanciato un documento
“Socialismo e Libertà, un progetto in costruzione”, nel quale abbiamo
messo bene in chiaro il carattere aperto del documento stesso, una fase
di costruzione di un progetto libertario, che esigerà partecipazione e
coordinamento da parte di altri gruppi ed organizzazioni libertarie.
Consideriamo il nostro documento insufficiente, non un programma
concluso. Allo stesso modo il FAO fu pensato come uno spazio che
agglutinasse, invece di dividere. Per tutto questo lamentiamo le
posizioni espresse dall’UNIPA, riteniamo che esse non contribuiscano
all’avanzamento dell’anarchismo organizzato in Brasile e speriamo
sinceramente che l’UNIPA riveda le sue posizioni.

LUTA LIBERTÁRIA, gruppo anarchico organizzato

Luglio 2004

Traduzione a cura dell'Ufficio Relazioni Internazionali FdCA


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>






*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center