A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Africa meridionale: Aggiornamento sulle attività della Zabalaza Anarchist Communist Federation (en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 7 Jul 2004 14:52:34 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Cari/e compagni/e, ecco un breve aggiornamento sulle nostre lotte
nell'Africa meridionale e sul ruolo della Zabalaza Anarchist Communist
Federation (ZACF).

a) i movimenti sociali del Sud Africa
La ZACF fa parte del Forum contro le privatizzazioni (APF),
un'organizzazione militante operaia che ha la sua base nella regione di
Gauteng, una zona che comprende anche le città di Johannesburg e
Pretoria. A sua volta, l'APF fa parte dell'Indaba dei movimenti sociali
(SMI) che raggruppa circa 200.000 persone nei principali centri urbani
(Gauteng, Greater Durban e Greater Cape Town) e nelle aree rurali. Due
collettivi membri della ZACF fanno parte dell'APF: il Bikisha Media
Collective (BMC) che lavora nella produzione di analisi anarchiche sulla
situazione delle classi oppresse in Africa, e il Black Action Group
(BAG), un collettivo antagonista che lavora nella favela di
Soweto e gestisce una biblioteca popolare e un orto popolare (il
Progetto Popolare Phambili Motsoaledi - PMCP). Un altro collettivo
antagonista della ZACF, lo Zabalaza Action Group (ZAG), lavora in prima
linea nelle lotte popolari di Umlazi, Durban. Le questioni più urgenti
della classe operaia attualmente riguardano l'iperdisoccupazione (persi 1
millione di posti di lavoro dall'arrivo della "democrazia" nel 1994), i
tagli nell'erogazione dell'acqua e della luce, e gli sfratti. Ieri, la
ZACF ha tenuto un laboratorio sull'anarchismo nei pressi del ghetto
operaio di Kwamasiza a Sebokeng, una favela al sud di Johannesburg. Il
laboratorio ha visto anche la partecipazione del Comitato per la Crisi
della Classe Operaia (WCCC), un'organizzazione che ha lottato per molti
anni contro l'apartheid. Si è deciso di creare un "Soviet per la Difesa
di Kwamasiza" per proteggere i residenti dagli sfratti armati da parte
dei padroni che sono in programma per mercoledì 7 luglio. E' stato bello
sentir gridare "Viva l'anarchismo!" da una settantina di persone (un buon
numero qui per gli anarchici, che troviamo molto
incoraggiante!). Il passo successivo sarà di insegnargli a cantare
"Ce-ce-shi, sono anarchico/a!".

b) la situazione nella regione
Il paese confinante, lo Swaziland, è l'unica monarchia assoluta
dell'Africa e mantiene una facciata "democratica" tramite un sistema
monopartitico dal nome "tinkundla". Non esiste un partito comunista nello
Swaziland; infatti, la sinistra è pressoché inesistente qui, fatta
eccezione per un minuscolo raggruppamento trozkista, e perciò le
prospettive per l'anarchismo sono da considerarsi ottime. Opere
anarchiche, quali "Fra contadini" di Errico Malatesta, godono di
un'ottimo successo tra i militanti del Congresso Giovanile dello
Swaziland (Swayoco) con cui lavoriamo. Manteniamo contatti regolari con
lo Swayoco tramite il nostro Gruppo di lavoro ZACF per lo Swaziland.
Recentemente abbiamo inviato nella Repubblica Democratica del Congo un
buon numero di giornali anarchici francofoni (ad es. "Le Combat
Syndicaliste" della CNT) tramite un compagno attivista nelle lotte
antimilitariste. Lo scorso anno ho fatto visita lì, e questa settimana
andrò in Ruanda, in cerca di contatti; porterò con me dei giornali
anarchici.

c) il carcere
Il collettivo dell'Anarchist Black Cross (ABC) è membro della ZACF e ha
dei contatti fissi con una rete di circa 29090 prigionieri politici che
scontano le loro pene nel sistema dei gulag sudafricani. I materiali
anarchici e dell'ABC sono molto richiesti tra gli inquilini delle ali di
massima sicurezza! Alcuni di questi carcerati vengono dal Mozambico e
intendono far ritorno nel loro paese dopo la scarcerazione e
stabilire dei gruppi anarchici lì. Neanche il Mozambico ha un partito
comunista sebbene si parli di 200.000 comunisti tra le file del Frelimo
(partito di governo). Dal momento che il Frelimo ha del tutto
abbandonato il marxismo-leninismo a favore del neoliberismo, sembra che i
veri comunisti rimasti all'interno del partito si trovino male e esistono
delle vere possibilità per lo sviluppo dell'anarchismo. A tal proposito,
potrebbero essere di aiuto i nostri compagni brasiliani: abbiamo bisogno
di giornali anarchici in lingua portoghese da spedire in Mozambico.
Servono specialmente degli opuscoli (per esempio, l'ABC dell'Anarchismo,
la Piattaforma Organizzativa ecc...)

Zabalaza Anarchist Communist Federation
http://www.zabalaza.net


Traduzione a cura dell'Ufficio Relazioni Internazionali FdCA
internazionale@fdca.it
http://www.fdca.it


glossario di termini zulu:

zabalaza = lotta
bikisha = sciopero
phambili = avanti

Da: FdCA <fdca@fdca.it>






*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center