A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Argentina: Informativa sulla situazione attuale dall'Organisacion Socialista Libertaria (ca,en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Fri, 2 Jul 2004 14:53:44 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

L’ORGANIZACIÓN SOCIALISTA LIBERTARIA argentina alle organizzazioni
sorelle del movimento libertario internazionale. Cari compagni e
compagne salute! Inviano un caloroso e fraterno abbraccio i fratelli e le
sorelle anarchici latinoamericani. Quest’informativa presenta
l’organizzazione ed il suo stato attuale in modo semplice. Con un
forte abbraccio libertario, evviva coloro che lottano!
ORGANIZACIÓN SOCIALISTA LIBERTARIA (Argentina)
Periodico EN LA CALLE organo di diffusione dell’anarchismo organizzato
Sud America - Giugno 2004.

*****

Informativa

1 - Situazione politica nella regione
2 - La proposta della OSL argentina e lo stato attuale del suo sviluppo 3
- I fronti della OSL
a)Fronte piquetero
b)Fronte sindacale
c)Fronte anarco-femminista
d)Fronte dei diritti umani
e)Fronte culturale


1 - Situazione politica nella regione

Il neoliberalismo in Latinoamerica si è sviluppato generando il caos
nella società, rompendo i legami sociali i legami sociali per ottenere
individui timorosi ed isolati, alienati culturalmente e docile al
supersfruttamento.

La massa dei lavoratori e delle lavoratrici disoccupati in Argentina è,
come la povertà, figlia diretta dell’applicazione di trenta anni di
"ricette" neoliberali degli organismi finanziari internazionali e delle
politiche di dominio imperialista degli Stati Uniti.

L’applicazione della politica neoliberale richiede un immenso e
criminale apparato di disciplina sociale che in Argentina si sostiene
sulla base dell’ iper repressione (dittatura militare 1976-1983), la
superinflazione (governo di Raúl Alfonsín 1989) e la
superdisoccupazione (governi di Carlos Menem e Fernando de la Rúa
1995-2001).

L’applicazione di queste politiche in Argentina si è manifestata
correlata nei differenti paese del cono sud con dittature militari in
Brasile, Uruguay, Cile, Paraguay, Bolivia, Perú durante gli anni ´70; con
governi di "transizione democrática" negli anni ´80 che prepararono il
terreno per i governi del c.d. "capitalismo selvaggio" negli anni ´90.

Per questo dobbiamo parlare dell’applicazione di politiche continentali
supervisionate dal Pentágono.

Il 2000 presenta un esaurimento di questo processo e un’accumulazione di
attori sociali che lo fronteggiano. Il caso più rappresentativo è la
ribellione popolare in Argentina del 19 e 20 de dicembre 2001.

Il programma di governo di Néstor Kirchner deve evitare che si ripetano
le circostanze che fecero sì che durante il 2002 lavorassero insieme
assemblearisti, disoccupati organizzati, collettivi sui diritti umani,
contadini, fabbriche recuperate dai rispettivi lavoratori e
lavoratrici, sindacati classisti.
Mas la crisi aperta nel 2001 non si è chiusa. In un anno invece di
aumentare il è aumentata la povertà in Argentina. Il sistema politico
cerca di riconvertirsi, di assicurare il dominio di classe, i
meccanismi di rappresentanza/dominio e le istituzioni messe in
questione.

Ma nella strada le organizzazioni popolari dimostrano la propria
consistenza di massa e combattività nel chiamare il popolo alla lotta.

Noi militanti dell’OSL lavoriamo in modo coordinato nel seno delle
organizzazioni popolari dando impulso a una pratica e ad una visione
libertaria del cambiamento sociale.


2 - La proposta dell’OSL argentina e lo stato attuale del suo sviluppo

Prodotto della lotta di classe, strumento per la militanza politica,
sociale e popolare, classista e rivoluzionaria l’OSL argentina è un
vincolo fra tutti e tutte coloro che sono fedeli alla corrente
socialista e libertaria del movimento operaio e popolare, espressione di
una volontà collettiva.

L’intervento degli anarchici nelle lotte popolari si è svolto
chiaramente ed evidentemente in tutto questo processo di costituzione di
organizzazioni sociali in Argentina.

La costruzione dell’identità di una pratica libertaria deve
necessariamente rifarsi ad esperienze di riferimento. L’OSL ha lavorato
nella ricostruzione della storia dell’anarchismo nel quadro della
storia delle lotte sociali argentine oltre gli anni´30 e la FORA,
arrivando agli anni ‘70 con l’esperienza della Resistencia Libertaria.
L’OSL lavora nello sviluppo di un’organizzazione in tutto il territorio
dell’Argentina.


3 - I fronti di lavoro della militanza dell’OSL

a) Il movimento piquetero, introduzione

I Movimenti di Lavoratori Disoccupati costituiscono un dato emergente di
rilievo emergente delle lotte della classe operaia e delle masse
sfruttate argentine dall’ultima dittatura militare fino ai nostri
giorni.

Come ogni creazione operaia il riconoscimento è stato guadagnato
mediante una lotta senza tregua contro il neoliberalismo e lo Stato,
indipendente dalla Chiesa, dai partiti borghesi e dalla burocrazia dei
sindacati integrati nello Stato.

Così i lavoratori e le lavoratrici disoccupati argentini hanno dato vita
al "movimento piquetero".

Il movimento piquetero nasce nella lotta contro la disoccupazione
strutturale generata durante le presidenze di Carlos Menem.

Il movimento piquetero è stato il grande protagonista delle lotte
popolari che si sono succedute nel paese negli ultimi anni.

Lo strumento fondamentale di lotta dei disoccupati in Argentina è il
blocco stradale, l’interruzione della libera circolazione delle
ricchezze.

Il quadro storico ed il momento particolare

La ribellione popolare del 19 e 20 e dicembre 2001 in Argentina si
inquadra nella crisi di legittimità delle istituzioni politiche
latinoamericane. In particolare del regime democratico nato dalla
dittatura degli anni ‘76-'83 che partorì una democrazia che legittimò la
violenta concentrazione della ricchezza prodotta dalle dittature a
beneficio della borghesia.
Nell’ambito dell’attacco alle condizioni di vita e di lavoro della
popolazione il movimento piquetero cominciò a realizzare conquiste ed a
mostrare un percorso.

Così, il movimento piquetero riprende la tradizione storica della
classe operaia argentina: si collega con i picchetti operai del
principio del secolo, della Settimana Rossa del 1909, della Settimana
Tragica del 1919 e della Patagonia Ribelle, e con le grandi
manifestazioni popolari della fine degli anni '60 e degli inizi degli
anni '70.

Nel seno di questo movimento si svolge un’acuta lotta politica, di
tendenze, programmi e partiti.

Perché il Movimento dei Lavoratori Disoccupati Aníbal Verón.
In virtù del fatto di considerarlo l’ambito più favorevole per la
costruzione sociale in relazione ai nostri criteri fondanti ed accordi
basilari, e per aver partecipato alla costituzione dell’esperienza quasi
dal suo inizio abbiamo dedicato forza militante al lavoro sociale dentro
al Movimento dei Lavoratori Disoccupati Aníbal Verón.

Il Movimento Aníbal Verón si è andato differenziando dalle altre
esperienze piquetere perché le sue proposte vanno al di là del semplice
blocco stradale e si inseriscono nel profondo dei problemi dei barrios
creando cooperazione e solidarietà fra i lavoratori disoccupati che lì
vivono.

La Verón si estende territorialmente nella grande Buenos Aires e nella
città di Buenos Aires vera e propria. Mantiene mense popolari, orti
comunitari, panetterie artigianali, guardaroba comunitari, biblioteche
popolari, fucine, attività di autocostruzione di abitazioni,
cooperative per la produzione di alimentari, produzione di merci per la
pulizia, calzoleria e una diversità di microimprese comunitarie.

Le compagne ed i compagni che lavorano in questi progetti ottengono
assistenza sociale per un importo equivalente a 50 euro al mese.

Organizzazione interna coordinamento

Le idee di indipendenza della classe, il rifiuto della democrazia
rappresentativa in favore della democrazia diretta, l’uso dell’azione
diretta di massa, le assemblee di quartiere e le assemblee generali come
organi massimi di decisione sono i criteri su cui poggia la
costruzione sociale dei militanti dell’OSL (A).

In compito dei militanti e delle militanti anarchici nel seno dei
nostri MTD (Città e provincia di Buenos Aires) consiste nel denunciare il
vero carattere della disoccupazione, diffondere e generalizzare le
esperienze di organizzazione e lotta dei disoccupati e del movimento
operaio intorno alla lotta per il lavoro e potenziare gli aspetti
anticapitalisti in funzione del progetto rivoluzionario socialista e
libertario.

b) Sindacale

Principi che guidano la nostra azione: Classismo, unità di classe, azione
diretta, indipendenza dallo Stato, dalla padronale e dai partiti
politici, democrazia operaia.

Inserimento sindacale: Sindacato dei messi della città e della
provincia d Buenos Aires. Docenti della provincia di Buenos Aires, lista
del sindacato nella città di Avellaneda. Se presenta alle
elezioni sindacali e nel 2003 fu sul punto di vincere nel distretto in
alleanza con altre forze di sinistra e indipendenti.

Partecipazione ai conflitti ed agli scioperi dei bidelli del 2003 e 2004
nel distretto di Esteban Echeverría (EN LA CALLE maggio 2003).
Partecipazione ai conflitti e scioperi dei docenti della provincia di
Entre Ríos (EN LA CALLE giugno 2004).

c) Donna: L’anarcofemminismo nasce in Argentina

Noi donne lavoratrici subiamo due tipi di oppressione. L’oppressione
sociale generalizzata del popolo e quelle del sessismo: oppressione e
discriminazione a causa del nostro sesso.

Il fatto che noi donne ci organizziamo in quanto femministe, anarchiche e
classiste implica l’indipendenza e la libertà nell’eguaglianza di
condizioni per uomini e donne.

Quest’organizzazione implica che noi donne decidiamo per noi stesse e che
ci facciamo carico delle nostre problematiche, individualmente negli
affari personali, ed insieme alle altre donne in quelli che
esulano da quest’ambito. La lotta contro la dominazione deve avvenire in
un senso individuale e collettivo, per farla finita con gli
atteggiamenti proprietari e di controllo sulle donne, come pure con le
leggi repressive.

Pertanto le nostre compagne si sono date il duplice compito di: creare lo
strumento specifico, il collettivo di lavoro femminista e di
lavorare per portare la prospettiva di genere in tutti gli spazi di
inserimento dell’organizzazione.

Per questo si rende necessario uno spazio di scambio organico e
permanente di esperienze, materiali e prodotti ideologici e di
esperienze di lotta concrete tenendo conto del fatto della specificità
che nel nostro territorio necessita di uno sviluppo, di costruire il suo
radicamento e di gettare bene le radici creando la sua propria storia.

d) Diritti Umani

Creazione di collettivi di lotta di fronte alla repressione nella
provincia di Buenos Aires ed Entre Ríos. Creazione del Coordinamento del
Sud di fronte alla repressione in unità con CORREPI.

Lavoro di fronte alla repressione nella prospettiva dei barrios, della
prevenzione e della creazione dell’organizzazione popolare. Partendo
dalle necessità concrete di fare fronte al grilletto facile (esecuzioni
poliziesche) a partire dalla pratica concreta di resistenza che
permetta di creare la forza necessaria per vincere la repressione e
battere ogni politica di disciplina e dominazione sociale.

e) Cultural

RICERCA - LIBRO. A partire dal nostro contatto e dal nostro lavoro con ex
militanti dell’organizzazione anarchica Resistencia Libertaria ci siamo
dati il compito di ricostruirne la storia, sconosciuta negli ambienti
militanti e dimenticata dagli stessi anarchici.

Edizioni di libri: Partecipazione al collettivo editoriale Utopía
libertaria, di rilevanza nazionale. Lavoro per un’edizione della
Piattaforma di Organizzazione del gruppo Delo Truda, con i dibattiti che
ha generato e nel contesto storico che le diede origine. Lavori inediti
che saranno pubblicati per la prima volta in Argentina.

Collezione di documenti: Edizione dell’Invasione ad Haití, la faccia
sporca delle ragioni umanitarie. Un documento che appare nel momento in
cui il governo argentino ha approvato l’invio di truppe ad Haití.
Denuncia delle condizioni in cui il capitalismo imperialista ha
devastato il piccolo paese centroamericano.

Video: Diffusione di Rotas Cadenas, nobile uguaglianza. Lavoro di
studenti dell’Università Nazionale di La Matanza su testimonianze
militanti dell’OSL.

Ciclo di conferenze: L’anarchismo nella storia delle lotte sociali
argentine. Già abbiamo all’attivo dieci conferenze ed incontri pubblici
su questa tematica centrata sul carattere classista dell’anarchismo ed
i suoi strumenti di inserimento sociale.

Compagni, speriamo con questo breve panorama di aver fornito taluni
elementi in merito all’attualità dell’organizzazione, e restiamo a
disposizione per qualsiasi richiesta.


OSL (Argentina)

OSL <libertaria@infovia.com.ar>

Traduzione a cura dell'Ufficio Relazioni Internazionali - FdCA
http://www.fdca.it

Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>







*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center