A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Irlanda: Workers Solidarity n.79 - Anarchismo in movimento

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Sat, 31 Jan 2004 20:58:40 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: Ufficio Relazioni Internazionali FdCA <internazionale@fdca.it>

ANARCHISMO IN MOVIMENTO
Kieron Barry rivede il 2003,
un anno molto movimentato per
gli anarchici irlandesi

Il 2003 ha visto un salto di qualità nelle attività degli anarchici in
tutto il paese. Un gruppo di anarchici piccolo ma crescente sta
costruendo un'opposizione allo status quo, che si base sulla politica di
libertà ed uguaglianza. Vogliamo, e sappiamo che è possibile, creare
un'alternativa alla politica di inganno, menzogne e affari loschi. La
giustizia non scende dal cielo - dovrà essere conquistato con la lotta,
ora! Ecco perché gli anarchici sono impegnati in una larga gamma di
campagne e sono attivi nelle lotte quotidiane sul territorio e nei luoghi
di lavoro. Sappiamo anche che per costruire una società diversa ci vuole
fantasia e iniziativa ed è per questo che non ci accontentiamo di
semplicemente criticare lo stato attuale delle cose. Infatti, in
quest'ultimo anno abbiamo dimostrato quello che si può fare con la
democrazia dal basso e l'azione diretta.

Per tutto l'anno, gli anarchici si sono dati da fare organizzando
incontri, manifestazioni e azioni dirette contro la guerra. Al centro
dell'attività, c'era l'uso da parte dei militari statunitensi impegnati
nella guerra in Iraq dello scalo aereo di Shannon. E' stato creato un
campo pacifista nella zona, e in seguito allo sfascio di un aereo
militare da parte dei Catholic Workers e Mary Kelly nonché altre
violazioni della sicurezza durante le varie manifestazioni, si sono
ritirati dall'attivià temporaneamente tre delle quattro aziende
occupate nella gestione dei trasferimenti di militari americani. Il
governo ha risposto con l'impiego a Shannon dell'esercito irlandese e
della celere per difendere l'utilizzo di un aeroporto civile in un paese
"neutro" da parte di un esercito straniero. Gli anarchici,
inoltre, sono stati impegnati in una serie di azioni contro la Top Oil,
una società petrolifera irlandese che ha tratto profitto direttamente
dagli accordi con la macchina di guerra amer
icana.

A Dublino, dove il Comune ha cercato di imporre una tassa sui rifiuti
come primo passo nella privatizzazione del servizio di raccolta,
abbiamo risposto ancora una volta con l'azione diretta. Con blocchi
stradali, manifestazioni e picchetti, la gente di diversi quartieri della
città, incluso gli anarchici, hanno resistito contro la decisione del
Comune di non raccogliere i rifiuti da chi non ha pagato la tassa.
Finora, questa resistenza ha impedito al Comune di implementare
pienamente la tassa sui rifiuti.

Come si poteva immaginare, lo Stato ha vittimizzato gli attivisti di
queste campagne e abbiamo pertanto speso molte energie e molto tempo
nella difesa di coloro che sono stati processati. Si è formato un
gruppo, l'Anarchist Prisoner Support ["Sostegno Anarchico ai
Prigionieri"] che offre solidarietà e sostegno a coloro che sono stati
incarcerati per attività politica.

Gli anarchici irlandesi hanno partecipato alle proteste contro il G8 ad
Evian, contro l'UE a Salonicco e contro l'OMC in Messico. Il
maltrattamento dei manifestanti arrestati a Salonicco, e che ha spinto a
cinque di loro di fare uno sciopero della fame, è risultato in una
tempesta di attività a livello internazionale, Irlanda inclusa, con lo
scopo di fare pressioni sulle autorità greche affinché rilasciassero i
prigionieri. La campagna è riuscita e i manifestanti sono stati
scarcerati in attesa di processo. Si è svolta anche una manifestazione
presso l'ambasciata italiana per il secondo anniversario dell'uccisione
di un manifestante anticapitalista a Genova e in solidarietà con i
manfiestanti ad Evian. Gli anarchici hanno partecipato anche all'Irish
Social Forum, che promuove il dibattito sulla globalizzazione.

Ci sono stati tre feste di strada nel 2003, organizzate da Reclaim The
Streets. La risposta della polizia nei confronti della gente che
ballava per strada è stata tranquilla rispetto al 2002 - niente
disordini da parte della polizia, solo una sorveglianza esaggerata. La
festa del Primo Maggio ha avuto un tale successo di ispirare molti
abitanti dei quartieri centrali a lanciare una propria versione del RTS.

A Cork, la CAZ [Cork Autonomous Zone] ha dato uno spazio dove i
radicali di Cork potessero parlare e sparlare. Gli organizzatori della
CAZ stanno attualmente cercando un nuovo locale. A Dublino invece, gli
squatters del Collettivo "Magpie" [Gazza] hanno trasformato una casa
diroccata con fantasia e lavoro sodo in una vera casa con biblioteca e
centro sociale dove ci si può incontrare e organizzare. Verso la fine
dell'anno gli anarchici di Belfast hanno aperto una serie di squat
temporanei.

Il 2003 ha visto anche: attività sindacale e nei luoghi di lavoro,
sostegno per i pompieri in sciopero nel Nord, solidarietà con i
palestinesi e con l'America latina, iniziative contro le
multinazionali, attività antirazzista, ecoattivismo, la difesa del
patrimonio archeologico di Carrickmines, un sacco di cibo gratis grazie a
Food Not Bombs, eventi promosse dalle società anarchiche delle
università dublinesi e della società ecologica dell'università di
Galway, la lotta contro la vendita a privati della penisola dell'Old Head
of Kinsale, la formazione di un nuovo gruppo anarchico - Organise! - e lo
sviluppo dei media alternativi (inclusi Indymedia Ireland e
Anarchomedia). E se tutto questo ti sembra un po' troppo serio, ci sono
stati anche un casino di eventi sociali - concerti, cabaret, film, il
campo estivo anarchico, il picnic anarchico e non dimentichiamo i tre
Grassroots Gatherings a Limerick, Dublin e Galway con la partecipazione
di centinaia di persone ai gruppi di lavoro e di battiti, e fiumi di
birra.

Ma, se vogliamo costruire un vero movimento anticapitalista e
antigerarchica sulle basi del lavoro svolto in quest'ultimo anno, è
necessario che altre personesi uniscano a noi nel 2004. Pertanto,
informatevi sull'anarchismo e aiutaci a costruire un'alternativa al mondo
dominato dall'avidità con i mezzi della solidarietà e dell'azione
diretta.

dal N°79 (gen.04) di Workers Solidarity,
giornale del Workers Solidarity Movement

traduzione a cura dell'Ufficio Relazioni Internazionali FdCA

FEDERAZIONE DEI COMUNISTI ANARCHICI
http://www.fdca.it




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center