A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato NEFAC di fine anno: Solidarietà con le lotte contro il neoliberismo (en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 8 Jan 2004 15:47:26 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: Ufficio Relazioni Internazionali FdCA <internazionale@fdca.it>

SOLIDARIETA' CON LE LOTTE CONTRO IL NEOLIBERISMO

Alla fine del 2003 si è sparsa la notizia che un giudice federale
americano ha invalidato l'arresto di massa di 150 persone effettuato
durante la storica "battaglia di Seattle" del 1999 e le proteste contro
il meeting del WTO.
Il giudice distrettuale Marsha Pechman ha stabilito che in quella
occasione la polizia aveva violato il mandato costituzionale in cui si
recita che gli arresti si possono effettuare solo quando si ritiene
probabile che un crimine possa essere commesso. Questa notizia, come pure
la possibilità che il popolo di Seattle potrebbe essere soggetto di una
richiesta di risarcimento per danni in una causa intentata dagli stessi
arrestati, non hanno colto di sorpresa nessuno.

Gli abusi di polizia avvenuti durante le proteste contro il WTO, il
successivo rovesciamento delle accuse, ed infine l'enorme mole
finanziaria per i crimini commessi dallo Stato scaricata direttamente
sulle spalle di una comunità già colpita, fanno tutti parte del
medesimo modello che si è ripresentato in 4 anni di proteste contro il
neoliberismo in tutti gli USA. Le tracce di questo modello sono
rinvenibili, di mobilitazione in mobilitazione, da Los Angeles a New
York, fino giù alla costa est di Miami, dove nel novembre 2003 i
manifestanti contro il Free Trade Agreement of America (FTAA), in
particolare persone di colore, donne, compagni omosessuali e
transgender, hanno visto violati i fondamentali diritti di parola e di
dovuto processo, sono stati brutalizzati, messi in isolamento, fatti
oggetto di ingiurie fisiche e sessuali nel sistema carcerario dopo essere
stati illecitamente imprigionati. Per questa ragione, la North Eastern
Federation of Anarcho-Communists (NEFAC) esprime la sua
incessante solidarietà con i compagni in lotta.

Al pari delle politiche portate aventi dal WTO, il FTAA è il tentativo di
riorganizzare il commercio capitalistico nell'emisfero occidentale per
gli interessi del business a maggioranza USA. La NEFAC rivendica
orgogliosamente di aver partecipato alle manifestazioni di migliaia di
studenti, pensionati, lavoratori che hanno protestato contro il FTAA.
Queste manifestazioni hanno contribuito a far fallire i negoziati di
Miami, così come era successo a Cancun e così via fino a risalire a
Seattle. Ma non possiamo non essere furenti, sebbene affatto sorpresi, di
fronte all'estensione della repressione che lo Stato ha scatenato contro
i dimostranti.

Sono stati spesi migliaia di dollari per impiegare 8000 poliziotti
militarizzati al comando del famigerato John Timoney, che nel 1988 guidò
brutalmente le cariche di polizia contro homeless, squatters, attivisti
per il diritto alla casa e migliaia di sostenitori della Tent City in
Tompkins Square Park. Timoney ha poi rinverdito la sua fama di repressore
nel 2000 quando era alla polizia di Filadelfia e guidò le cariche contro
le manifestazioni per contestare la Convention nazionale repubblicana.
Nella Miami affidata a Timoney, le manifestazioni ed i raduni pacifici
sono stati caricati da poliziotti armati di manganelli, fucili a scarica
elettrica, spray di pepe e pistole a ripetizione con proiettili di gomma.
Moltissimi i feriti, attaccati anche da
provocatori in borghese sparsi all'interno dei cortei. Molti hanno
riferito di essere stati minacciati alla testa da poliziotti con
pistole cariche. La FBI ha ammesso di aver spiato gli organizzatori delle
proteste. Sono stati centinaia gli arresti, nonostante si sia trattato di
una delle manifestazioni più non-violente svoltesi negli USA.

Questo è il volto dello Stato. Questa E' la democrazia capitalista.
Quando l'elite dominante avverte che le limitate procedure democratiche e
la propaganda ipocrita non sono più sufficienti a mantenere il
controllo, ecco che tira fuori i manganelli e le armi. E' stato così che
hanno caricato le manifestazioni non-violente per i diritti civili
organizzate da Dr. King ed altri. E' stato così che hanno colpito gli
studenti che protestavano contro la guerra, come nel caso di Kent
State. E' lo stesso modo con cui hanno sempre colpito i lavoratori in
sciopero, fino dagli anni '30.

La NEFAC rilancia e sostiene le richieste del Comitato di Difesa di
Miami. Tutti gli attivisti passibili di sanzioni e di azione legale hanno
bisogno di raccogliere denaro allo scopo di organizzare la difesa per far
cadere tutte le accuse. Si dovrebbe riunire una commissione di indagine,
indipendente e composta solo da personale civile, col potere di far
testimoniare i poliziotti e di portare cambiamenti nella
politica dipartimentale. Occorre indagare sulle accuse di abuso e di
cattiva condotta, chiamando a rispondere per le loro azioni tutti i
funzionari di polizia. John Timoney dovrebbe essere allontanato dalla
polizia di Miami ed esonerato da simili incarichi. Le ordinanze locali di
Miami su "Parade and Assembly" ed i Patriot Acts dello Stato della
Florida e dello Stato federale devono essere abrogati. John Ashcroft se
ne deve andare!

La lotta per la giustizia globale non si fermerà. Essa è solo un
aspetto della lotta di classe. Per cui addio al 2003 e benvenuti nel
2004. Dal 26 al 29 luglio a Boston e dal 29 agosto al 4 settembre a New
York, i Democratici ed i Repubblicani terranno le loro conventions
nazionali proprio in 2 aree in cui la NEFAC è organizzata. Queste
colonne del capitalismo ci hanno afflitto con le guerre, un'economia in
rovina, un sistema sociale insensibile, un pianeta inquinato. Mettono in
pericolo il futuro nostro e dei nostri figli. Noi continueremo a lottare,
con maggiore forza ed intensità, e intendiamo vincere a
Boston, a New York ed ancora oltre.

General Secretariat
Northeastern Federation of Anarcho-Communists

1 gennaio 2004


traduzione Ufficio Relazioni Internazionali FdCA
internazionale@fdca.it
http://www.fdca.it






*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center