A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Reddito Ŕ libertÓ

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 8 Jan 2004 10:52:41 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: "laquestionesociale@libero.it" <laquestionesociale@libero.it>

╚ un fatto evidente che affrontiamo con pi¨ difficoltÓ che in passato Ú
il vorticoso aumento dei prezzi. Il mito liberista secondo il quale il
mercato dovrebbe, ogni tanto, produrre benefici anche per i lavoratori
(che loro chiamano cittadini) viene per l'ennesima volta smentito.
Inoltre, padronato e governo, per far fronte ai prezzi internazionali
(questa Ú la motivazione che accampano), comprimono i salari e attaccano
la previdenza pubblica. La sostanza Ú che il salario viene nuovamente e
pesantemente eroso. Questo Ú chiaro a chiunque.
Meno chiaro, appare, il modo per fronteggiare questa situazione. Si
stanno sviluppando, per˛, interessanti iniziative di lotta al carovita e
di rivendicazioni salariali. La lotta degli auto-ferro-tranvieri, degli
aeroportuali, le autoriduzioni nei supermercati, segnalano la ripresa di
una iniziativa autonoma della classe lavoratrice che salutiamo con
interesse e soddisfazione ed alla quale partecipiamo direttamente in
quanto lavoratori libertari. E' a partire dalla radicalizzazione di
queste lotte che potremo, tutti insieme, rompere il dispotismo del
governo e del padronato e dare una soluzione, per quanto momentanea, a
questa situazione. Gli anarchici sono per l'espropriazione generalizzata
delle ricchezza accumulata dai padroni, per l'abolizione della proprietÓ
privata che permette a grassatori e speculatori di arricchirsi alle
spalle della popolazione, per l'abbattimento del governo che, con la
polizia e l' esercito, difende gli interessi dei proprietari. Fino a
quando i lavoratori non avranno realizzato questo programma dovranno
confrontarsi, quotidianamente, con l'insufficienza del salario di fronte
al caro vita. Non Ú solo questo governo di speculatori, preti e fascisti
che attacca il salario; anche i precedenti governi (che se non avevano al
loro interno i fascisti avevano comunque preti e speculatori) hanno fatto
lo stesso: nel periodo 1992-2000, per bocca degli stessi sindacati
collaborazionisti che avevano contribuito a tutto questo, il reddito dei
lavoratori Ú stato eroso del 30% e le pensioni sono state tagliate del
15%. Non possiamo quindi sperare che il problema del carovita possa
essere risolto delegando alla politica le rivendicazione che si levano da
ogni angolo. Dobbiamo essere capaci di prendere il nostro destino nelle
nostre mani e di intraprendere le necessarie lotte per invertire il
processo in atto che sta producendo sempre maggiore miseria. Una miseria
che serve, poi, a finanziare le avventure imperialiste delle guerre, a
finanziare i privilegi degli arroganti (come lo stipendio di parlamentari
e consiglieri nazionali, regionali, provinciali e comunali).

Estendiamo le autoriduzioni nei supermercati

Organizziamo una vasta ondata di scioperi per l'aumento dei salari e
delle pensioni minime


Commissione "La Questione Sociale" della Federazione Anarchica Italiana
laquestionesociale@libero.it




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center