A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) [...E MO' BASTA!] dal corteo autorganizzato di questa mattina

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Sun, 22 Feb 2004 12:02:42 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: nikkiop@tiscali.it

TREMILA IN PIAZZA CONTRO LA MILITARIZZAZIONE DELLA CITTA'!
...E MO' BASTA!
**14 marzo giornata di mobilitazione**
Stamattina migliaia di giovani
hanno dato vita al corteo autorganizzato
contro la militarizzazione della città
e gli sgomberi delle scuole.
La partecipazione, superiore alla aspettative
(anche per la strana chiusura di molti istituti
come vacanza-premio, proprio per oggi),
era di circa tremila compagni
(stima, al solito, non esagerata:
del resto, il corteo autorganizzato del 18 dicembre
è stata una delle poche occasioni di piazza
nella quale il comunicato diffuso
indicava una cifra inferiore a quella dichiarata
dalle forze dell'ordine).

Fra gli altri, presenti giovani dagli istituti
De Cillis - Caravillani - Enriquez (ostia)
- Socrate - Cavour - CineTV
- Plinio - Righi - Majorana - Tasso -
Primo Levi - Virgilio - Pascal - Mariani -
Ripetta - Visconti - Democrito (casal balocco) -
Cicerone (Frascati),
diverse decine di universitari e molti "pischelli"
da altre situazioni (quartieri, lavoro, ecc).

Il corteo ha comunicato con la città,
procedendo lento - scandendo slogan -
affiggendo manifesti e adesivi - megafonando
- volantinando - usando fumogeni.

In particolare, ci si è soffermati
a Piazza S. Maria Maggiore e lungo via Carlo Alberto .
Infatti, il corteo è arrivato a Piazza Vittorio,
per comunicare con un quartiere popolare della nostra metropoli
- per collegarsi alle lotte degli immigrati -
per ribadire l'antifascismo di questa città.
E infatti forti e ripetuti sono stati gli slogan antifascisti,
anche in risposta alla infame occupazione fascista di CasaPound
alla quale la piazza ha lanciato una prima risposta chiara:
"casa pound non deve esistere" ha urlato la manifestazione.

L'ingresso in piazza Vittorio,
con gli slogan
"eroina e fascisti e polizia
/ dai nostri quartieri e dalle nostre scuole vi cacceremo via"
e "se ci sono tanti disoccupati
/ la colpa è dei padroni e non degli immigrati"
è stato significativo.

Così come, dopo una rapida assemblea in piazza,
lo è stata la occupazione di tutto il corteo della metro per defluire:
all'interno della metro sono state fatte scritte,
oscurata telecamere, ovviamente non pagato il biglietto,
megafonato, affisso manifesti fino ad occupare due treni interi della
metro
e proseguendo la controinformazioni nelle varie stazioni di arrivo (in
particolare a Termini, dove si è proseguito il megafonaggio).

Alcuni degli slogan lungo il percorso sono stati:
"sgomberi e denunce non ci fermeranno / okkupazioni tutto l'anno"
/ "contro la repressione non si tace / nessuna giustizia nessuna pace"
"il 25 aprile non è una ricorrenza / ora e sempre resistenza"
"carlo/davide è vivo e lotta insieme a noi / le nostre idee non moriranno
mai"
"cosa vogliamo? Vogliamo tutto / il capitalismo deve essere distrutto".


Vari interventi ai diversi megafoni lungo il percorso,
a proposito degli sgomberi --dei processi-- dei vari episodi di
repressione all'interno di una manifestazione con vari striscioni di
collettivi delle scuole.

Nell'assemblea finale
si è ribadito come quella di oggi fosse
un momento di riappropriazione e di comunicazione
perché siamo stanchi, stanchi di sgomberi e processi,
stanchi della mancanza di spazi,
stanchi di una città invibile e militarizza.
Dopo la risposta già data ai vari attacchi repressivi
(a partire dalla giornata del 17 ottobre)
dai percorsi autorganizzati nelle scuole e oltre le scuole,
è emersa la volontà di una campagna di mobilitazione più ampia.
La misura è colma. E mo' basta!

Invitiamo tutti i compagni a sostenere e diffondere
iniziative contro la repressione in tutte le situazioni (quartieri,
facoltà, scuole),
anche a proposito di quanto sta accadendo nelle scuole
e in generale a propostito della militarizzazione della città
- oltre che all'attacco che stanno subendo
tutti coloro che lottano in queste settimane.

14 MARZO GIORNATA DI MOBILITAZIONE
Lunedì 23 Febbraio assemblea autorganizzata

**comitato autorganizzato x la manifestazione del 21.02.2004
nikkiop@tiscalinet.it
spot audio e adesivi:
http://italy.indymedia.org/news/2004/02/484718.php

manifesti:
http://italy.indymedia.org/news/2004/02/484849.php

comunicato e volantino:
http://italy.indymedia.org/news/2004/02/485514.php


***************
Link sulle mobilitazioni degli scorsi mesi:

http://www.italy.indymedia.org/news/2003/10/403349.php

http://italy.indymedia.org/archives/archive_week_redirect.php?category_id=14&day=28&month=9&year=2003

http://italy.indymedia.org/features/roma/1180
*************


AUTORGANIZZAZIONE DAPPERTUTTO!




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center