A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) USI-AIT: Comunicato sulla lotta sindacale

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Tue, 3 Feb 2004 10:32:21 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

DALLA LOTTA DEGLI AUTOFERROTRANVIERI ESTENDIAMO L'AZIONE DIRETTA E LA
RIVOLTA SINDACALE E SOCIALE A TUTTO IL PAESE

Questa Segreteria dell'USI-AIT da alcuni mesi ha lanciato una parola
d'ordine che ha subito fatto saltare sulla sedia politici e
sindacalisti. Abbiamo detto che è arrivato il momento di generalizzare
una "rivolta sindacale e sociale", ormai necessaria come arma di
autodifesa e poi di riscossa popolare contro un potere politico ( e
abbiamo sempre detto che si tratta di un unico potere, sia con la
faccia del centrodestra che con quella del centrosinistra) e contro un
padronato che non ha più limiti ne regole per favorire i propri
profitti e che sta portando un terribile attacco alle condizioni di vita
delle classi più deboli e più sfruttate.

La lotta degli autoferrotranvieri, che spazza via i limiti di una falsa
legalità liberticida (limitazione del diritto di sciopero) e del
controllo delle burocrazie sindacali (CGIL, CISL, UIL) sui lavoratori, và
vista proprio in questa prospettiva di rivolta sindacale (e di
riappropriazione delle forme proprie dell'azione diretta) dando forti
indicazioni a tutte le altre categorie per GENERALIZZARE UNA LOTTA, CHE
SE ESTESA DIVENTERA' VINCENTE E CAPACE DI CAMBIARE LA REALTA' SOCIALE DI
QUESTO PAESE.

Parliamoci chiaro. Il problema imposto dagli autoferrotranvieri va ben
oltre il problema delle 81,00 o delle 106,00 euro di aumento nella busta
paga. ne una cifra ne l'altra infatti ci compensano degli enormi danni
subiti dall'aumento spaventoso del costo della vita in questo paese. Il
problema è altro, cerchiamo di affrontarlo:

AZIONE DIRETTA: i lavoratori autoferrotranvieri hanno dimostrato che
l'unico modo (potenzialmente vincente) per difendere i propri interessi è
impostare la lotta in modo autonomo ed autogestito ricorrendo a forme
radicali (e a volte illegali rispetto alla legalità dei padroni) di
scontro di classe.
Lo sciopero selvaggio, i blocchi e le mille forme usate per impedire il
trasporto fanno parte di queste forme di Azione Diretta

RIFIUTO DELLA RAPPRESENTATIVITA' E DEL CONTROLLO CONFEDERALE
Come sempre i dirigenti confederali stipulano contratti-truffa e
svendono gli interessi reali dei lavoratori in cambio della loro
rappresentatività e del loro monopolio sul movimento . L'aver mandato al
diavolo CGIL, CISL e UIL e i loro vergognosi accordi è un segnale preciso
lanciato dagli autoferrotranvieri che continuano la lotta
(contro le controparti ma ora anche contro i confederali). Un segnale che
va fatto proprio da tutti i lavoratori del paese.

NO AD OGNI LIMITAZIONE DEL DIRITTO DI SCIOPERO
In un Italia dove ormai era quasi impossibile scioperare (per le norme
liberticide che regolano questo diritto in pratica negato) la lotta degli
autoferrotranvieri ha tracciato una nuova via. Riappropriamoci di questo
diritto per cui hanno duramente lottato generazioni di
lavoratori. Siano i lavoratori, e solo i lavoratori riuniti nelle loro
assemblee, a darsi le regole per condurre le loro lotte.
Un segnale preciso anche contro chi, in questi mesi, intendeva
restringere ancor più le limitazioni dei diritti sindacali. colpendo
principalmente il sindacalismo di base e la sua possibilità di indire
scioperi generali in tutte le categorie.
Il diritto di sciopero non è vero che non si tocca. Si tocca eccome
buttando a mare ogni regolamentazione e riprendendoci quello che
governi (di destra e di sinistra) e padroni ci hanno tolto. Nessuna
limitazione deve essere imposta al diritto di sciopero. Solo i
lavoratori autonomamente possono decidere se e come si deve e si può
scioperare.

ALZARE IL LIVELLO DELLE RICHIESTE SINDACALI
Negli anni settanta una canzone di lotta operaia ci ricordava che se il
padrone offre 10 noi dobbiamo chiedere 100 e se il padrone chiede 100 noi
dobbiamo chiedere mille.
Controparti e confederali (entrambi poi controparti) tentano di tutto per
abbassare, con i loro accordi, le richieste e dare ai lavoratori solo
briciole (per poi sbandierare questi accordi come vittorie). Gli
autoferrotranvieri hanno risposto no proseguendo la lotta. Ogni
cedimento è una sconfitta, la difesa ad oltranza della piattaforma
rivendicativa è la sola strada per portare a casa qualcosa di concreto e
uno spiraglio di libertà.

La lotta degli autoferrotranvieri insegna come TUTTI I LAVORATORI
debbano muoversi in futuro per difendere i loro interessi, ribellandosi
alle regole che padroni, governi e sindacati istitiuzionali vogliono
imporre al mondo del lavoro, regole volute per perpetuare il loro
dominio e accrescere i loro profitti.

La Solidarietà non è e non deve essere vuota retorica. La Solidarietà
reale alla lotta degli autoferrotranvieri passa quindi attraverso la
GENERALIZZAZIONE IN OGNI CATEGORIA DELL'AZIONE DIRETTA E DEL RIFIUTO
DELLA LIMITAZIONE DELLO SCIOPERO E DEGLI ALTRI DIRITTI SINDACALI. Allo
stesso tempo chiediamo FORTI AUMENTI SALARIALI per tutti i
lavoratori collegando queste rivendicazioini alla lotta di tutte quelle
fascie sociali che lavoro non hanno o lo hanno nelle mille forme di
precariato e di sfruttamento diffuso che oggi il capitale (con
l'appoggio di governi e confederali) impone a sempre più estese masse
giovanili e non.

Se la legalità è quella di chi ci sfrutta e ci reprime allora possiamo
affermare che noi guardiamo con simpatia a una diffusa illegalità
sociale e che oggi è l'AZIONE DIRETTA QUELLA CHE PAGA perchè ci
permette di riappropiarci della nostra vita, della nostra vera lotta e
della nostra dignità.

Segreteria USI-AIT
(Careri Gianfranco)
usi-ait@ecn.org

da http://www.ecn.org/usi-ait/




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center