A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Gradisca, 15 gennaio: Testo del volantino del Coordinamento Libertario contro i CPT

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 23 Dec 2004 15:49:15 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

La calata del 1 dicembre della commissione ministeriale, guidata dal
sottosegretario Anna Maria D'Ascenzio è stata effettuata per
neutralizzare l'esposto alla Magistratura con il quale si sollevavano
violazioni di carattere ambientale su amianto e Decreto 471 riguardante,
quest'ultimo, la necessità della preventiva caratterizzazione e bonifica
dei siti potenzialmente inquinati, prima di ogni ipotesi di
riconversione. La visita della commissione ministeriale si è rivelata una
esibizione di arroganza che non solo non ha convinto nessuno degli
oppositori al CPT ma ha provocato effetti negativi anche nel centrodestra
provinciale.

Perfino Forza Italia, per salvare la faccia, ha dovuto dissociarsi dalle
imposizioni del suo Ministro e, paradossalmente, premere sulla Provincia
(di centrosinistra) per agire contro il Cpt. Infatti è previsto lo
svolgimento di un Consiglio Provinciale a Gradisca per esprimere il No
unanime di tutti i partiti, al Cpt.

Ma mentre la politica dei partiti erige un muro di carta contro questa
scelta scellerata, il Ministro Pisanu, in tutta tranquillità e SENZA
CONCESSIONE EDILIZIA, ha costruito un muro di cemento armato con
ringhiera, alto più di 4 metri, per far capire quali siano le sue
"pacifiche" e "democratiche" intenzioni.

Altro che Cpt a 5 stelle!! Perché mai quello di Gradisca dovrebbe essere
diverso dagli altri lager?

Bene, allora considerato che la concessione edilizia è una prerogativa
delle Amministrazioni Comunali, la palla passa al Sindaco Tommasini, il
quale PUO' ORDINARE LA DEMOLIZIONE DI QUEL MURO E LA SOSPENSIONE DI TUTTI
I LAVORI PER ABUSIVISMO EDILIZIO.

E LA "SECRETAZIONE"?

E' giunto il momento di prendere il toro per le corna!

Siamo qui per scaldare di nuovo il ferro che si stava raffreddando e
batterlo finché è caldo. Dov'è il coraggio di questi politici? A noi pare
che abbiano la coda di paglia e continuino in una opposizione formale
fatta solo di parole alle quali non seguono i fatti. Ebbene chiediamo che
il Consiglio Provinciale che si svolgerà a Gradisca dia la unanime
solidarietà e copertura politica al Sindaco Tommasini per ordinare il
FERMO DEI CANTIERI!! Alla faccia della "secretazione" (peraltro in ambito
che non è più militare) che è del tutto illegale oltre che ovviamente
ingiustificata. Vediamo un attimo il perché di questa trovata romana. La
secretazione serve, oltreché a bypassare allegramente tutte le normative
sugli appalti e quelle ambientali e a impedire i controlli nella gestione
successiva, anche a creare un gravissimo percorso di fascistizzazione
istituzionale attraverso il quale, con motivazioni arbitrarie, si
intendono abituare le popolazioni e le amministrazioni locali ad
accettare la logica delle imposizioni dall'alto; metodologia che verrà
sempre più usata in futuro. Si noti che la Prefettura non ha voluto
cedere su nulla e anche la Perizia degli Enti tecnici (ASL, Provincia.. )
è stata effettuata solo a seguito della presenza in sito di entità
militari. Ma da dove nasce questo divieto di accesso ai civili se il sito
non è più militare?

Ed allora è su questo che bisogna rispondere e quindi anche la Regione e
i parlamentari eletti localmente (di centrosinistra) devono far valere le
prerogative Comunali sulle concessioni edilizie. Questa strada permette
di agire con forza e senza esitazioni. La questione delle mancate
concessioni edilizie assieme alla inevitabile caratterizzazione
ambientale prevista dal Decreto 471(nella fattispecie con la conseguente
altrettanto inevitabile messa in sicurezza delle cisterne dei
combustibili), forniscono materiale sufficiente per dare via al braccio
di ferro contro Pisanu.

NEWS NEWS NEWS NEWS

Il 13 dicembre 2004 è iniziato il processo per i "fatti del Regina Pacis"
di Lecce. I gestori del CPT e il responsabile Don Cesare Lo Deserto sono
accusati di percosse e violenze ai danni di 17 maghrebini "ospiti" del
CPT salentino e abuso di mezzi di correzione. Il tribunale ha accolto la
costituzione di parte civile di tutti i ragazzi magrebini che avrebbero
subito le violenze, nonchè dell'ASGI (Associazione Studi Giuridici
sull'Immigrazione).

http://triburibelli.org/sito/modules/MyAnnonces/index.php?pa=viewannonc
es&lid=11278


Prevenzione della tortura: chiuso il centro per immigrati di Agrigento.
Si è conclusa la quarta visita periodica in Italia del Comitato di
prevenzione della tortura del Consiglio d'Europa. La delegazione si è
occupata soprattutto dei centri di permanenza temporanea per gli
immigrati clandestini in Sicilia e dell'aumento del ricorso al
trattamento sanitario obbligatorio. Sono state anche verificate le
condizioni dei detenuti, da quelli soggetti al fermo di polizia alle a
quelli sottoposti a regimi di alta sicurezza. Il comitato si è occupato
anche del sovraffollamento delle carceri e dei detenuti sottoposti al
41bis. Nel corso della visita, in seguito alle osservazioni formulate da
alcuni componenti della delegazione, è stato chiuso in via definitiva,
quello che una nota del Consiglio d'Europa definisce «centro di
detenzione per stranieri di Agrigento». Il centro siciliano, infatti, era
da tempo al centro di polemiche per le condizioni di vita degli
immigrati.
Notizia tratta dalla Rivista on line Diritto e Giustizia del 10/12/2004


Volantino a cura del Coordinamento Libertario contro i CPT

Parteciperemo con un nostro spezzone autonomo alla manifestazione-corteo
di Gradisca Sabato 15 gennaio e invitiamo tutti a partecipare!

Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center