A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Alternativa Libertaria, dec.04: Memoria corta (en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 8 Dec 2004 11:32:12 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Tra gli obiettivi che costituiscono la piattaforma rivendicativa sulla
quale è stata indetta la mobilitazione antirazzista del 4 dicembre, la
parte principale è rappresentata dalla richiesta di abrogazione della
legge Bossi-Fini. A patto che non si torni alla precedente
Turco-Napolitano e alla “cultura” che l'ha ispirata... Infatti, se
l’attuale governo di centrodestra ha peggiorato le condizioni di milioni
di migranti con l’introduzioni di norme che riducono le loro garanzie
sociali, l’impianto legislativo rimane quello approvato dal precedente
governo di centro-sinistra che si inserisce in quel processo di
fortificazione delle frontiere europe e della nascita nella cultura
politica dominante, durante il percorso europeo da Scengen ad Amsterdam,
dell’idea che l'immigrazione irregolare e clandestina rappresenti una
minaccia all’ordine pubblico e alla sicurezza dei cittadini.

Il 27 marzo 1998 la legge Turco-Napolitano entra in vigore con l’intento
di superare la precedente legge sull’immigrazione (legge Martelli) ed
adeguare la legislazione italiana alle linee guida dettate dall’accordo
di Schengen. Il 31 marzo termina infatti il periodo di transizione per
l’ingresso dell’Italia nell’area Schengen.

Perno della legge 40 è la regolamentazione dei flussi migratori
d’ingresso sulla base delle richieste del marcato del lavoro. Le quote
massime degli immigrati che possono entrare in Italia vengono stabilite,
una volta l’anno, attraverso un decreto emanato dal presidente del
consiglio. Per quanto riguarda la clandestinita la normativa
Turco-Napolitano non è morbida: è previsto l’arresto dai due ai sei mesi
e l’espulsione con accompagnamento per chi è entrato in Italia più volte
abusivamente. Vengono inoltre istituiti i famigerati Centri di Permanenza
Temporanei dove trattenere gli stranieri in attea di espulsione.

La legge Bossi-Fini, mantiene lo schema della Turco-Napolitano, pur
apportando numerose modifiche e restrizioni. La novità pricipale della
legge è il contratto di soggiorno per lavoro che lega mani e piedi dei
lavoratori migranti ai propri padroni.

Con il contratto di lavoro il diritto di esistere per i migranti è
esclusivamente nel lavoro. Il confine tra regolarità e irregolarità è
così sottile che la perdita del lavoro per il migrante si traduce
automaticamente in clandestinità.

Le altre misure sono essenzialmente restrizioni della legge
Turco-Napolitano e riguardano:

* Carta di soggiorno: gli immigrati regolari possono richiederla dopo 6
anni di residenza (5 anni nella legge Turco-Napolitano).

* Ricongiungimento familiare: è limitato ai coniugi, ai figli minori e ai
genitori di figlio unico (fino ai parenti di terzo grado nella legge
Turco-Napolitano).

* Sponsor: col nuovo disegno di legge singoli cittadini non possono dare
la prestazione di garanzia, ma solo enti e associazioni private.

* Espulsione: è sempre esecutiva cioè immediata, tranne per gli stranieri
la cui identità non è accertata, che sono detenuti nei Centri di
Detenzione Temporanea fino a 60 giorni su richiesta del Questore (30
giorni nella legge Turco-Napolitano). Gli espulsi che rientrano in Italia
irregolarmente possono essere arrestati per un periodo da 6 a 12 mesi (da
2 a 6 mesi nella legge Turco-Napolitano) e poi sono di nuovo espulsi; se
non lasciano il paese o rientrano illegalmente possono essere condannati
da 1 a 4 anni di carcere.

* Ricorso: gli irregolari possono ricorrere contro i provvedimenti solo
dall’estero.

* Diritto di asilo: ulteriori limitazioni sono previste per lo status di
rifugiato politico, rendendo questa possibilità sempre più remota ed
inaccessibile...

* Contributi versati: chi lascia l'Italia definitivamente non ha diritto
alla liquidazione dei contributi versati.

L’opposizione alla legge razzista di Bossi e Fini non può farci
dimenticare le responsabilità del centro-sinistra che ha avvallato
politiche discriminatorie e sicuritarie nell’ottica di una gestione dei
flussi migratori al fine di una generale precarizzazione e
flessibilizzazione del mercato del lavoro.

Pertanto, il nostro rifiuto è rivolto ad ogni legislazione speciale che
ha come obiettivo la divisione dei lavoratori in cittadini di serie A e
serie B.

Alterlinus

----------------------

Alternativa Libertaria - Dicembre 2004
foglio telematico della FdCA

FEDERAZIONE DEI COMUNISTI ANARCHICI
htp://www.fdca.it

Da: FdCA <fdca@fdca.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center