A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Francia: lettera di Thyde e Jean-Marc dopo la liberazione (fr,en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Tue, 7 Dec 2004 10:21:15 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Thyde Rosell e Jean-Marc Raynaud, arrestati con l'accusa di fiancheggiare
il terrorismo per aver ospitato presso la scuola libertaria "Bonaventure"
un bambino di tre anni, figlio di due militanti dell'ETA arrestati in
ottobre, dopo 96 ore di interrogatori, minacce e intimidazioni sono stati
liberati. Di seguito una loro lettera di ringraziamento per il sostegno e
la solidareità ricevute.

Ringraziamento
Grazie, grazie, e ancora grazie a voi tutti e tutte. Innumerevoli e di
tutti gli orizzonti. Grazie d'aver dimostrato fiducia nella scuola
libertaria Bonaventure. Grazie di aver dimostrato fiducia a due galeotti
anarchici senza dio né padrone forti delle loro sole convinzioni e di un
altro presente. Grazie per la vostra solidarietà con una lotta che non
avrà mai nulla di evidente perché ha chiaramente fatto la scelta di una
morale universale, la quale relega nel magazzino degli accessori le
diverse facezie dei regolamenti momentanei che costellano la storia degli
uomini, ritmati come sono unicamente dalla legge del più forte. Grazie
per il coraggio di cui avete dato prova, osando semplicemente dire a voce
alta che i bambini dei senza documenti, fossero pure terroristi i loro
genitori, non sono responsabili dei genitori ed hanno il diritto, come
tutti gli altri bambini al mondo, di essere scolarizzati, educati e
amati. Grazie in tutta semplicità di far parte di quella piccola tribù
che gli Israeliani hanno chiamato "i giusti" i quali, al tempo della
seconda guerra mondiale, senza calcoli o secondi fini, hanno fatto la
scelta di accogliere dei piccoli ebrei ed altri che la legge e la polizia
del momento inseguivano senza pietà ed inviavano, nella più perfetta
legalità, là dove tutti sappiamo. Grazie al compagno che si è occupato
della nostra figlia, minorenne, e di esserle stata vicino durante
l'interrogatorio in gendarmeria. Alla compagna che si è occupata della
casa, d'un povero cane impaurito e d'un vecchio gatto notevolmente
disorientato. Grazie ai compagni del gruppo "Nous Autres" della FA, dei
Liberi Pensatori, dell' "Emancipation", dell'ICEM pedagogia Freinet di
Charente marittima, e a voi tutti e tutte che avete saputo esserci quando
era il momento, dire quello che si doveva dire, fare ciò che si doveva
fare. Grazie alle organizzazioni sindacali, associazioni, giornalisti,
siti alternativi e liberi che hanno avuto il coraggio non solo di
prendere posizione ma di informare, di fornire il nostro punto di vista
in modo che le popolazioni potessero essere liberamente informate. Lo
diciamo chiaramente: senza di voi saremmo schiantati. Perché quattro
giorni di sorveglianza a vista, cioè 96 ore, impediti veramente di
dormire, di mangiare, di lavarsi, con insulti, minacce, ricatti (messa
sotto tutela di nostra figlia) e ancora interrogatori incrociati, diurni
e notturni sotto chiave, incita molto presto, anche per poter soltanto
dormire, mangiare o starsene in pace, a confessare di aver rotto il vaso
pregiato. E non l'abbiamo confessato grazie a voi. Perché sapevamo che
eravate là. Per noi, come per la nostra comune lotta per i diritti del
bambino, per una società di libertà, di eguaglianza, di giustizia e di
appoggio reciproco. Non potete sapere quanto tutto ciò sia stato vitale.
Ancora e per sempre grazie a voi.
Abbracci.
05/12/04
Thyde Rosell
Jean-Marc Raynaud

Da: Federazione Anarchica Torinese <fat@inrete.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center