A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato FdCA: 4 Dicembre - Roma Città Aperta

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 1 Dec 2004 22:00:47 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Mercificazione sfrenata dei lavoratori e delle lavoratrici, sospensione e
negazione delle libertà individuali e civili, etnicizzazione della
società: sulla pelle dei migranti si gioca la battaglia più pesante da
parte dello stato e dell’economia liberista, che ha in palio la vita e i
diritti di tutti noi. Il liberismo vuole manodopera a basso costo e usa
e getta, nel settore della produzione, ne ha bisogno nel settore dei
servizi per rendere possibile lo smantellamento del welfare e
l’abbattimento dei costi sociali.
Lo stato si presta all’opera con legislazioni sempre più repressive e
insensate, che hanno l’evidente scopo di rendere i lavoratori e le
lavoratrici che giungono in italia sempre più legati mani e piedi, in una
moderna schiavitù, al datore di lavoro, condizionando al volere del
mercato il loro stesso diritto di esistere.

In tutto ciò non c’è più spazio nemmeno per l’apparenza formale del
diritto borghese: via il diritto d’asilo, via i diritti inviolabili della
persona, inapplicabile il diritto alla rappresentanza in qualunque forma.
E, per fare questo, si usa la propaganda più becera e razzista, che
fomenta la guerra tra poveri e da sfogo alle insicurezze sociali, e si
pretende di dividere e classificare secondo l’appartenenza religiosa e
comunitaria, vera o presunta, in nome dell’abbigliamento, del colore
della pelle, della provenienza geografica, e in base a quella modulare e
ritagliare i diritti su misura.

Così lager e deportazioni forzate, riduzione in schiavitù e servitù della
gleba sono uscite dalla storia per entrare nella cronaca, una cronaca che
le giustifica e le presenta come inevitabili, ai danni di una consistente
parte della popolazione che vive e risiede nel nostro paese.

Ma un altro soggetto si aggira per l’europa: clandestini e precari,
dissidenti e richiedenti asilo, operai e lavoratori italiani e stranieri
riconoscono la necessità di una lotta comune, contro le frontiere, libere
per le merci ma impenetrabili per le persone, contro gli infami accordi
per i rimpatri forzati e per impedire gli sbarchi, contro le legislazioni
assassine che permettono i naufragi e ingrassano i trafficanti di uomini
e donne.

Perché sappiamo che i CPT aprono la strada alle caserme alla Bolzaneto,
perché la frammentazione del mercato del lavoro ci rende tutti merce,
perché in una società etnicizzata preti con la tonaca di qualunque colore
pretenderanno di negoziare tra loro a nome nostro e lo faranno contro di
noi.

La riaffermazione dei diritti fondamentali per tutti è parte costitutiva
della lotta libertaria, perchè i libertari e gli anarchici sanno che dove
limitate la libertà di qualcuno sono già perse le libertà per tutti.

In piazza il 4 dicembre scendono uomini e donne che condividono le
strade, le fabbriche, le case e le lotte. E che un giorno le
erediteranno. Ci saremo anche noi.


Federazione dei Comunisti Anarchici
dicembre 2004

http://www.fdca.it

Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center