A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Repressione: Appello per Mohamed Aouadi

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 1 Dec 2004 10:18:14 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Mohamed Aouadi “per fortuna” è ancora chiuso nel CPT di
Caltanisetta, si sta cercando di far entrare l’avvocato Annaloro
in modo che possa presentare ricorso contro l’espulsione.
Tempi tristi quelli in cui dobbiamo allietarci che qualcuno sia ancora
rinchiuso….
Mohamed in quanto mussulmano praticante è un oppositore del regime
tunisino e se sarà espulso, in Tunisia, rischia la morte sotto tortura.
Era stato arrestato nella primavera del 2001 per violazione delle leggi
sull’immigrazione ma dopo l’11 settembre il suo arresto e quello dei suoi
coimputati è stato gonfiato a dismisura da tutti i media nazionali e
internazionali e il loro processo, e successivamente a quello di Benattia
Nabil e dei suoi coimputati, sono diventati il trampolino di lancio del PM
Dambruoso.

Un bravo cacciatore di terroristi islamici a detta di Bush che per questo
gli a consegnato in mano il premio come miglior magistrato dell’anno e da
lì la promozione alla corte europea.

Poco importa se da questi processi farsa, in cui si è riuscito a
dimostrare solamente una banale contraffazione di documenti falsi,
sono uscite pesanti condanne, alcune addirittura a cinque anni
e appena finito di scontare la pena in Italia loro rischiano la morte in
Tunisia... per la brillante carriera di Dambruoso val pur la pena di
sacrificare la vita di qualcuno.

Sugli stessi atti italiani poi (grazie ai famosi e craxiani rapporti
italia-tunisia) molti di questi “fastidiosi mussulmani” hanno ricevuto una
condanna a vent’anni dal tribunale militare tunisino e così il primo dei
coimputati di Mohamed che è stato espulso dall’Italia è scomparso.

Non è stato l’unico di questi tempi a sparire dalla democratica Italia e,
quando va bene, dopo qualche anno di torture in qualche bunker
riapparire nelle galere del nord africa tra l’indifferenza generale. Ma
non tutti ritornano.

Ora Mohamed Aouadi rischia questo... non permettiamolo!

Assemblea contro la repressione e le deportazioni di tutti gli oppressi-
Sassari

Per contatti:
controrepressioneedeportazioni@hotmail.com

Da: libert@tiscali.it




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

INFO: http://ainfos.ca/org http://ainfos.ca/org/faq-it.html
AIUTO: a-infos-org@ainfos.ca
ABBONARSI: invia una mail a lists@ainfos.ca contenente nel
corpo del messaggio "subscribe (o unsubscribe) nomelista vostro@email".

Le opzioni per tutte le liste a http://www.ainfos.ca/options.html


A-Infos Information Center