A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Alternativa Libertaria - Sett.03: Guantanamo

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 18 Sep 2003 09:48:03 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: fdca <fdca@fdca.it>

Quello che nonostante tutto ancora funziona nell'imperialismo
del paese pi¨ potente del mondo, Ŕ la tattica del tenere un
occhio al centro lavorando ai margini e restando ai margini,
anche se ora accanto a questo risulta vincente anche l'andare al
centro e operare la conquista militare pi¨ o meno esplicita.

Gli esempi dell'Afghanistan, dove uno stato fantoccio Ŕ
amministrato di fatto da uomini vicini agli interessi delle
compagnie americane sulle vie degli oleodotti, e dell'Irak,
amministrato dagli Stati Uniti invasori militari, sono sotto gli
occhi di tutti.

Quello che occorre non dimenticare Ŕ il cenno di via per questa
complessa azione statunitense all'alba del nuovo millennio,
ovvero l'11 settembre 2001. Zizek ha parlato di scenario da
deserto del reale, dove la realtÓ Ŕ nuda e mostra la sua
deserticitÓ.

Il meccanismo che ha portato a quel deserto del reale Ŕ stato il
meccanismo imperialista del lavorare ai margini: tra i
principali incubatori di Al Quaeda ci sono regimi corrotti che
fanno affari con gli Stati Uniti: l'oligarchia saudita, l'Úlite
militare pakistana.

Il gioco strumentale dell'utilizzo delle ideologie religiose per
convogliare disagi di classe e miseria, in paesi dominati da
classi oligarchiche che sono legate a doppio filo a paesi
potenti all'asse del capitale, Ŕ un vecchio gioco coloniale. Eĺ
per˛ da questo humus che nascono la tragedia delle Twin Towers e
il terrorismo come fronti apparentemente contrapposti.

Sul terrorismo come fronte senza patria ma dislocato ovunque
dalle magnie tentacolari, si spende l'energetico braccio della
potenza militare nord americana, e si costruisce su questo
discorso l'immagine dei liberatori del mondo e dei portatori di
diritto e civiltÓ. Ma come se fosse in un circolo vizioso,
l'altra faccia di questa realtÓ, ha il desertico aspetto di un
luogo per tutti: Guantanamo, base militare americana a Cuba.
Qui, come in altre basi, rigorosamente poste fuori dai confini
nazionali per motivi di sovranitÓ di ordinamento giuridico, si
trovano presunti terroristi, spesso senza nome e senza diritti,
gestiti tra percosse e brutalitÓ e justifiable killings (omicidi
commessi in stato di necessitÓ).

Non si sa quante persone sono detenute dagli Stati Uniti come
conseguenza della guerra al terrorismo, ma il governo ha ammesso
che 3.000 sono incarcerati in Afghanistan, 1.000 negli Stati
Uniti e 625 a Guantanamo, in Camp X-ray.

Questi detenuti non hanno accesso ad avvocati, non ricevono
visite della Croce rossa internazionale, ma soprattutto non sono
considerati prigionieri di guerra degli Stati Uniti, e nel loro
caso non viene applicato il trattamento garantito dalla
Convenzione di Ginevra, in vigore dal 1949.

Nel caso in cui qualche detenuto non collabori, nemmeno sotto
tortura, viene trasferito in altri paesi amici quali la Siria,
l'Egitto, il Marocco, la Nigeria, la Turchia, le Filippine, il
Pakistan, il Sud Africa, la Giordania e Israele.

Nazioni selezionate per la tortura e alcune di loro
somministrano il sodium penthol.

Come in uno specchio e in una circolaritÓ da brivido gli stessi
miliziani terroristi che si trovano a Guantanamo e negli altri
centri di detenzione, sono quelli che hanno seguito il percorso
di addestramento nelle basi in Afghanistan e qualcuno di loro
forse Ŕ arrivato anche alla "fattoria" di Camp Peary luogo
storico di addestramento della CIA, e luogo deputato ad
accogliere i migliori.

Dalle Twin Towers a Guantanamo.

(M.A.)


Alternativa Libertaria
foglio telematico della
Federazione dei Comunisti Anarchici

http://www.fdca.it





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center