A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) campagna boicottaggio coca-cola

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Fri, 5 Sep 2003 11:10:15 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: Meletta <meletta@aconet.it>

COMUNICATO STAMPA

LO SPONSOR DI QUESTO CONCERTO E' IL MANDANDE DEGLI ASSASSINI DEI
SINDACALISTI IN COLOMBIA

H╔CTOR DANIEL USECHE BERON - AVELINO ACHICANOY ERAZ - JOS╔ ELEAZAR MANCO
DAVID - LUIS ENRIQUE GIRALDO ARANGO - LUIS ENRIQUE GËMEZ GRANADOS -
ISIDRO SEGUNDO GIL GIL - GUILLERMO GËMEZ MAIGUAL - ADOLFO DE JES┌S
M┌NERA LËPEZ - OSCAR DAR═O SOTO POLO:

Sono i Nomi dei sindacalisti della Coca Cola colombiana uccisi dal 1986
ad oggi. Il Sindacato SINALTRAINAL ha inoltre subito numerosi attentati,
sequestri, intimidazioni, molti dei lavoratori sindacalizzati costretti
a dare le dimissioni dal sindacato e dalle imprese Cola Colombiane

Il 10 settembre si svolgerÓ a Roma a Pza San Giovanni un concerto
promosso dalle Multinazionali COCA COLA E MTV.

La Coca Cola Ŕ accusata di essere la mandante delle politiche repressive
contro il Sindacato, Ŕ accusata di crimini di Lesa UmanitÓ.

Per questo il sindacato ha depositato presso la corte federale di ATLANTA
- MIAMI - USA una denuncia per processare la multinazionale americana e
le sue imprese imbottigliatrici colombiane che si sono servite dei
Gruppi paramilitari per reprimere le lotte sindacali.

I giudici della Corte Federale di Miami hanno ritenuto sufficienti le
prove fornite dal sindacato. Coca Cola sarÓ quindi processata, ma non
desiste dalla sua politica intimidatoria. Proprio il 22 Agosto un
dirigente sindacale del SINALTRAINAL - Juan Carlos Galvis - tra i primi a
sottoscrivere la denuncia negli Stati Uniti ha subito un attentato ad
opera di paramilitari.

IL 22 Luglio del 2003 Ŕ iniziata la campagna di boicottaggio della COCA
COLA e dei sui prodotti come forma di pressione al fine di difendere la
Vita e la libertÓ dei sindacalisti colombiani che come tutti gli
oppositori sono sottoposti ad una incessante campagna di sterminio e
repressione.

Autori di questa campagna il Governo del Presidente Uribe, le sue forze
di sicurezza, i gruppi paramilitari aiutati da consiglieri militari USA.

Il Concerto della Coca Cola a Roma Ŕ quindi un insulto alla dignitÓ dei
popoli, alle loro lotte in difesa dei diritti e della sovranitÓ nazionale
minacciata dalla politica delle multinazionali.

Saremo quindi a Pza San Giovanni per ricordare alle persone che
assisteranno al concerto che non ci si pu˛ far imbonire dalle pubblicitÓ
miliardarie e patinate e che dietro al Marchio pi¨ importante del Mondo,
esistono terrore e sopprusi.

MERCOLEDI' 10 SETTEMBRE - ORE 19,00 - Pza san Giovanni - Roma

Appuntamento presso la Statua di San Francesco

LO SPONSOR DI QUESTO CONCERTO E' IL MANDATE DEGLI ASSASSINI
BOICOTTA COCA COLA

SOLIDARIETA' CON IL POPOLO COLOMBIANO

CHIEDIAMO ANCHE AL COMUNE DI ROMA CHE NELLE INIZIATIVE PROMOSSE (Ad
esempio ENZIMI - rassegna musicale che si svolgerÓ dal 11 sett. al 20)
VENGANO RIMOSSI TUTTI I PRODOTTI DEL MARCHIO SOTTO BOICOTTAGGIO

Roma 02/09/03

Convocano :
Rete Boicottaggio COCA COLA
Comitato Carlos Fonseca Roma
Centro sociale occupato autogestito Ex Snia
Centro sociale occupato Ricomincio dal Faro
Confederazione COBAS
Centro sociale La Torre
Coordinamento Cambia Lo Sponsor
CONFEDERAZIONE COBAS

A tutti i/le militanti a tutte le federazioni

Il giorno 22 Luglio 2003 Ŕ iniziata la campagna di boicottaggio della
Coca Cola promossa dal sindacato Colombiano SINALTRAINAL - sindacato
delle industrie alimentari che organizza i lavoratori di coca cola e
NestlŔ in quel paese latino americano.

Coca Cola Ŕ accusata di crimini di lesa umanitÓ contro i lavoratori e il
sindacato per essere la mandante di politiche repressive che hanno
portato dal 1986 ad oggi ad assassini, torture sparizioni, licenziamenti
forzati, arresti ingiustificati, dirigenti sindacali costretti in esilio
altri a fuggire dalle proprie comunitÓ

Questa repressione colpisce anche tutte le organizzazioni sindacali e
sociali colombiane, persino quelle dei diritti umani o cattoliche. Solo
per rimanere al tema sindacale la Colombia Ŕ uno dei paesi con il
maggior numero di sindacalisti uccisi al mondo. Fino ad oggi e per i
primi mesi del 2003 sono 50

Per queste accusa nel 2002 il sindacato ha presentato presso la corte
federale di Miami una denuncia contro la multinazionale, vista la totale
impunitÓ in cui sono commessi i crimini in Colombia. La denuncia si basa
su una vecchia legge del congresso americano targata 1789 - e denominata
ACTA in base alla quale la giustizia americana permetteva di processare
cittadini statunitensi che avessero commesso crimini all'estero.

Nel Marzo 2003 Un giudice della corte federale di Miami ha ritenuto
sufficienti le prove fornite da parte del Sinaltrainal e quindi ha dato
il Via al procedimento penale. Il processo si FarÓ.

A fianco delle iniziative giudiziarie il SINDACATO ha lanciato la
campagna di boicottaggio nei confronti della Multinazionale con lo scopo
di salvare la vitÓ ai propri militanti, ma anche provare a combattere
con le pressioni internazionali la Totale impunitÓ nella quale versano i
crimini contro le org. Sociali del Paese.

Operazione difficile se si pensa che solo negli ultimi 15 giorni
differenti operazioni di polizia in differenti regioni colombiane hanno
portato a centinaia di arresti (operai, segretarie, dirigenti sindacali,
professori contadini ecc.) tutti accusati di ribellione e terrorismo.

Come Confederazione e grazie alle relazioni del Comitato Carlos Fonseca
di Roma abbiamo aderito alla campagna che nei primi mesi di settembre Ŕ
entrata nel vivo grazie anche alla nascita della Rete di Boicottaggio
Coca Cola alla quale stanno aderendo diverse realtÓ (dai centri sociali
alle associazioni del consumo critico Come il COCS - coord cambia lo
sponsor, il Coord lombardo NORD-SUD del mondo, e tanti/singoli).

- Sui siti internet
www.sinaltrainal.org
www.tmcrew.org/killamulti/cocacola
http:\\italy.indymedia.org

- .. ╚ possibile attingere a tutti i materiali,

Come partecipare :

1 - promuovere la campagna in ogni realtÓ, assemblee, incontri e social
forum
2 - Promuovere la raccolta di firme attraverso i moduli scaricabili dai
siti
3 - Promuovere iniziative presso le istituzioni e le scuole (comuni,
provincie, municipi ecc) affinchŔ ritirino la coca cola dai distributori
automatici
4 - Chiedere alle mense di lavoro di non vendere coca cola
5 - Chiedere ai centro sociali, ai circoli, alle associazioni con cui si
Ŕ in contatto di non vendere coca cola e DOCUMENTARE QUESTE EVENTUALI
ADESIONI COMUNICANDOCELO
6 - scrivere articoli sui propri giornalini di categoria

A bologna, Milano, in toscana oltreche roma si sono giÓ costituite le
strutture embrionali di questa rete.

Per la confederazione potete contattare ALESSANDRO PULLARA - 333.4432950

COBAS TELECOM




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center