A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) UmanitÓ Nova n.38: La rivolta di Scanzano

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Fri, 28 Nov 2003 11:38:06 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Scanzano: tra speculazioni e resistenza popolare

Non appena la notizia della scelta di Scanzano Jonico come
"sito unico nazionale per lo stoccaggio delle scorie
nucleari" si Ŕ diffusa, la popolazione Ŕ scesa in strada
compatta facendo blocchi stradali, presidiando il terreno
dove sarÓ costruito il sito, occupando il Comune e svolgendo
assemblee permanenti.

Quella che sembrava una protesta spontanea, emotiva che si
immaginava dissolversi in poco tempo Ŕ diventata protesta di
massa, radicale che ha giustamente coinvolto come controparti
le istituzioni locali, provinciali e regionali. A questo
punto la strategia delle forze politiche locali cambia al
punto che i responsabili della decisione cercano di
legittimarsi come paladini degli interessi della popolazione,
la cui protesta si cerca di incanalare su binari
istituzionali. Ma la gente non molla e, nonostante le manovre
politiche continua ad esprimere momenti di lotta radicale
utilizzando ogni occasione, anche quelle istituzionali come i
consigli comunali, provinciali e regionali per contestare
duramente i politici. La lotta si sta estendendo anche ai
comuni limitrofi sia in Basilicata che nelle vicinissime
Puglia e Calabria. Non si pu˛ escludere che presto si
verifichi una stretta repressiva: a Metaponto lunedý 18
durante una manifestazione di un migliaio di persone la
polizia in assetto antisommossa si stava accingendo a
caricare e solo la rapida discesa in piazza di altre duemila
persone ha indotto le forze del disordine a desistere dai
propri propositi.

In questo contesto sta maturando l'ipotesi di una
manifestazione nazionale per il 13 dicembre. I compagni della
zona stanno organizzando uno spezzone anarchico per quella
data e fanno appello a tutte le realtÓ meridionali perchÚ vi
prendano parte.

Liberamente tratto da una corrispondenza scritta e orale di
Vitaliano di Palagiano


Da "UmanitÓ Nova" n. 38 del 23 novembre 200
http://www.ecn.org/uenne/




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center