A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Forum Sociale Libertario: Articolo di "Le Monde" [MEDIA]

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Tue, 18 Nov 2003 19:05:34 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Si sono dati appuntamento altrove, per non perdersi nella
folla. Gli anarchici dovevano partire dalla Place des Fêtes
(19e arrondissement) poco dope le 12,30 sabato 15 novembre,
per arrivare alla Place de la République e sfilare dietro il
corteo altermondialista. Sebbene loro stessi riconoscano
volontieri di aver approfittato della dinamica creata dal
Forum Sociale Europeo - al quale molti hanno partecipato - i
libertari di tutti i tipi hanno scelto apposta di isolarsi.

Prima del corteo pubblico, composto di circa 6000, gli
anarchici hanno organizzato un loro forum - il Forum Sociale
Libertario che si è svolto tra l'11 e il 16 novembre a
Saint-Ouen e a Ivry-sur-Seine a Parigi. Il discriminante, a
volte sottile e difficile da circoscrivere, sarebbe che "Il
Forum Sociale Europeo lavora per una ricomposizione di una
nuova socialdemocrazia, mentre noi portiamo un progetto
alternativo e rivoluzionario", come spiega Wally Rosell
(Fédération anarchiste). "Loro vogliono ordinare la società
perché i poveri siano meno poveri. Noi vogliamo l'uguaglianza
sociale nel contesto di una società autogestito e
federalista", ha aggiunto.

L'assenza di un progetto chiaramente identificato dalla parte
del FSE li conduce tuttvia a aggiustare la mira. I "militanti
di base" sono risparmiati, gli "animatori" del FSE essendo i
vero bersaglio, aggiudicati colpevoli di occuparsi
segretamente solo dei loro futuri carrieri elettorali. "noi
non abbiamo niente a che fare con questo tipo di strategia di
potere o di gruppo di pressione", assicura Chantal,
dell'Organisation Communiste Libertaire (OCL), dopo un
riunione che si è svolto venerdì sera a Saint-Ouen. Nella
stessa vena, Guillaume Davranche di Alternative Libertaire
(AL) considera "veramente irrisoria gli appelli verso i
movimenti sociali perché 'finalmente' i militanti più noti si
decidano di 'prendere nota delle loro responsabilità' e
presentarsi alle elezioni".

In un contesto politico piuttosto confuso, il lavoro pratico
è pur sempre il miglior modo di essere indentificato. A
differenza del FSE, il FSL ha riservato degli spazi per i
dibattiti liberi, l'entrata era gratuita e c'era uno spazio
per bambini che funzionava in base alla partecipazione
volontaria.


Jean-Baptiste de Montvalon

Articolo comparso sul numero del 16.11.03

Traduzione di nmcn/ainfos





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center