A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Testo volantino sindacalismo di base Marche sul referendum

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Wed, 28 May 2003 18:36:15 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: "donato" <diromito@libero.it>

IL 15 GIUGNO DUE VOLTE SI
AI REFERENDUM SOCIALI

VOTA SI al referendum per difendere e diffondere l'art.18 dello
Statuto dei Lavoratori.

L'Art.18 tutela la libertà di opinione ed organizzazione nei
luoghi di lavoro, imponendo il reintegro in servizio dei
lavoratori licenziati senza giusta causa.

Oggi questa tutela riguarda solo il 36% dei lavoratori del
nostro paese, cioè quelli impiegati in aziende al di sopra dei
15 addetti.

Milioni di lavoratori dipendenti, milioni di precari, non hanno
alcuna tutela contro i licenziamenti ingiustificati; possono
essere licenziati perché esprimono opinioni sgradite al datore
di lavoro, perché scioperano, perché in attesa di un figlio.

Governo e padronato vogliono limitare ulteriormente
l'applicazione dell'art.18, giungendo a negarlo a tutti/e,
archiviando definitivamente la libertà d'espressione nei luoghi
di lavoro!

Oggi il sì a questo referendum, che estende a tutti/e i
lavoratori e le lavoratrici l'applicazione dell'art.18, rafforza
la democrazia nel paese, respinge l'attacco del padronato ai
diritti dei lavoratori.

È un sì contro il precariato a vita, contro l'arbitrio, per la
libertà d'espressione, per la possibilità di un futuro di
democrazia e dignità a chi lavora oggi ed a chi lavorerà domani.

Più democrazia nei luoghi di lavoro significa più libertà per
tutti/e!

VOTA SI

al referendum contro l'installazione coattiva degli
elettrodotti.

Oggi le aziende produttrici di energia, ormai privatizzate,
possono imporre il passaggio di elettrodotti in proprietà
pubbliche e private.

Vota sì anche a questo referendum, perché i padroni dell'energia
non possano più obbligare la cittadinanza a subire la presenza
di campi elettromagnetici dannosi per la salute, perché
l'ambiente non è una risorsa commerciale e la salute non è un
lusso!

Diritti, democrazia, salute, ambiente. Difendili con i tuoi sì!

Coordinamento Regionale Sindacati di Base
RDB/CUB - SI.IN.COBAS - CIB UNICOBAS -
CONFEDERAZIONE COBAS - SNATER TELECOM-
ALLPESARO - ALI SENIGALLIA

Ancona
Via Piave, 49 - Tel. 071 2072081 / 339 7472449
Jesi
Via Posterma, 8 - Tel. 0731 4556
Macerata
Via Bartolini,78 - Tel. 0733 32689
Pesaro
Via Scialoia 66 Tel. 0721 411282
Ascoli Piceno
Via Dino Angelici, 21 - Tel. 0736 344754
Via Montello, 33 - Tel. 0736 252767





*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center